Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - forsepianista

Pagine: [1] 2
1
Tecnica / Re:Parliamo un attimo del Czerny op. 599
« il: Agosto 24, 2015, 03:29:29 pm »
Piuttosto una curiosità, ma in 4 mesi hai già fatto tutta sta roba? Mi impressiona il Beyer (completato) ma soprattutto Lo Czerny solo iniziato e sei già all'esercizio 21.

il Beyer non l'ho finito, sono verso l'85, ad ogni modo a me personalmente non interessa saper suonare un esercizio alla perfezione, diventa noioso dopo un po'... fossilizzarsi su un esercizio non ha senso, quindi passo avanti, anche se magari non riesco a suonarlo proprio velocissimo... con il Czerny vabè i primi non erano proprio difficilissimi, sono andato avanti abbastanza spedito, inizio ad avere difficoltà adesso sul 21-22

2
Tecnica / Re:Parliamo un attimo del Czerny op. 599
« il: Agosto 24, 2015, 12:57:41 am »
Ringrazio tutti per le spiegazioni che mi sono state date, vedrò di seguire la diteggiatura... un ultima cosa, mi consigliate di guardarlo il piano mentre suono? o è meglio tenere gli occhi sullo spartito? o magari entrambe le cose, alternando?
Grazie

3
Tecnica / Parliamo un attimo del Czerny op. 599
« il: Agosto 22, 2015, 11:34:21 pm »
Premessa: sono un principiante, suono da soltanto 4 mesi, finora ho suonato soltanto il Beyer (op. 101) e i primi due esercizi del Cesi Marciano, trascurando però il Czerny (op. 599) che sto iniziando solo ora. (so che sarebbe stato meglio accompagnarli, ma studiando da autodidatta è stato un errore...) non voglio però discutere di questo, quello che vi voglio chiedere è questo, è davvero importante seguire la diteggiatura indicata nel testo del Czerny? Prendiamo ad esempio l'esercizio 21, un conto è suonarla con una diteggiatura "normale" ... un conto è suonarlo con la diteggiatura indicata nel testo che, secondo me, ha poco senso. Cioè spiegatemi voi che senso ha, per esempio non so:



tralasciando il RE mano destra che viene suonato con 3 dita diverse quando ne basterebbe benissimo una, l'indice... quello che mi fa "strano" è quel 4 sul DO, non sarebbe più comodo suonarlo con il mignolo? Sarà che avendo suonato per 4 mesi con il Beyer adesso ho una certa impostazione...

oppure ancora:



anche qui i re mano destra vengono alternati ma vabbè tralasciando, la diteggiatura della penultima battuta secondo me non ha senso... due DO vicini con pollice e indice e poi suonare un MI con l'anulare, per poi tornare al DO con il pollice? Ha senso? Non so spiegatemi voi più esperti...

4
Tecnica / Re:Dubbio sull'esercizio 60 del Beyer
« il: Giugno 21, 2015, 10:25:43 pm »
Ah ecco ora si spiegano molte cose...  :D
quindi devo ignorare quella chiave di fa? Faccio come finta che non ci sia affatto?

5
Tecnica / Re:Dubbio sull'esercizio 60 del Beyer
« il: Giugno 21, 2015, 08:33:51 pm »
Posta dopo?  :o qualcosa non mi torna...


6
Tecnica / Re:Dubbio sull'esercizio 60 del Beyer
« il: Giugno 21, 2015, 02:23:30 pm »
Continuo a non capire: in chiave di FA, la nota posizionata un rigo aggiuntivo sotto al pentagramma dovrebbe essere il MI della seconda ottava del pianoforte, ma Christian suona un DO, o almeno secondo quanto riporta questo schema che dovrebbe essere giusto:

http://s12.postimg.org/wld4rmit9/tastiera.jpg

7
Tecnica / Dubbio sull'esercizio 60 del Beyer
« il: Giugno 20, 2015, 10:42:51 pm »
Salve a tutti, nel secondo rigo (o meglio il quarto se li contate tutti) dell'esercizio 60 del Beyer, sulla mano sinistra c'è una chiave di fa, però vedendo vari video su youtube, incluso il video che ha fatto Christian Salerno non viene rispettata, ora sicuramente mi sfugge qualcosa... qualcuno può spiegarmi?
Ringrazio in anticipo  :)

8
Tecnica / Re:Dubbio su scale minori di Mi... qualcosa non mi torna
« il: Maggio 19, 2015, 11:42:50 pm »
Tutte le scale minori armoniche hanno il settimo grado innalzato sia all'andata che al ritorno.
Tutte le scale minori melodiche hanno il sesto e il settimo grado innalzato solo all'andata.
Lo screenshot che hai allegato è scritto nel modo giusto. Innanzitutto considera che c'è FA# diesis in chiave (quella alterazione che vedi subito dopo le chiavi), quindi ogni volta che nello spartito c'è un FA senza alterazioni bisogna suonare FA# (a meno che nella battuta in cui è presente questo FA senza alterazione è stata messa un'altra alterazione allo stesso FA).
Le alterazioni in generale valgono una battuta, le uniche alterazioni che valgono per più battute sono quelle in chiave. Nella seconda battuta della scala armonica quindi, il secondo RE è sempre RE#, perché nella stessa battuta, allo stesso RE è stato messo un diesis. Nella terza battuta della scala melodica invece, il DO è un DO naturale, perché innanzitutto in chiave non c'è DO#, e poi perché è vero che subito prima c'era un DO# ed era lo stesso DO, ma non è nella stessa battuta. Comunque per essere sicuri ti scrivo le scale così come vanno suonate al pianoforte:

Armonica: MI FA# SOL LA SI DO RE# MI RE# DO SI LA SOL FA# MI
Melodica: MI FA# SOL LA SI DO# RE# MI RE DO SI LA SOL FA# MI

wow, non potevo chiedere di meglio, grazie infinite!  :)

9
Tecnica / Dubbio su scale minori di Mi... qualcosa non mi torna
« il: Maggio 19, 2015, 11:08:09 pm »
Salve, ho trovato sul web un pdf con tutte le scale al pianoforte, però per questioni di correttezza non mando il link di altri siti, ho fatto direttamente uno screenshot (immagine) : http://s21.postimg.org/9beek6zzb/scale.png

poi però ho trovato questo video in cui la scala armonica è diversa...

https://www.youtube.com/watch?v=NniuBuRpsbU

come vedete la seconda nota non è un FA normale ma un FA diesis... ora non vorrei fare una gaf enorme ma sbaglio o nello screenshot (immagine) la seconda nota è un FA normale? Come mai nel video lui preme il FA diesis? Qual è la scala corretta?  :o

P.S.: stesso discorso per quella melodica, come vedete dall'immagine iniziale il secondo FA non è alterato, perché invece qui è alterato diesis? https://www.youtube.com/watch?v=0_EXYDTgoiI

grazie

edit: forse ho capito, ma non sono sicuro, l'alterazione in chiave vale per tutti i FA?

10
Problemi tecnici / Re:Pedale sustain funziona al contrario?
« il: Maggio 04, 2015, 05:04:34 pm »
Hai invertito (per sbaglio) la polarità del pedale.
Prova a fare così:

- Accendi il piano
- Premi e tieni abbassato il pedale
- Spegni il piano, tendendo sempre giù il pedale
- Rilascia il pedale
- Riaccendi il piano

Ha funzionato, grazie, non so esattamente come ma adesso funziona... mi spieghi cosa ho combinato per invertire questa polarità?

P.S.: la prossima volta il pedale devo collegarlo a piano spento o acceso?

11
Problemi tecnici / Pedale sustain funziona al contrario?
« il: Maggio 04, 2015, 04:44:08 pm »
Salve, sono da un 2-3 settimane un felice possessore di un piano digitale Yamaha P45, soltanto oggi ho provato a suonare con il pedale sustain.
Ma mi sembra abbia un difetto, o magari sto facendo una gaf terrificante: funziona al contrario, mi spiego meglio, quando lo collego E NON LO PREMO, i suoni si accavallano, se invece con il piede lo premo, è come se non ci fosse (e quindi come se non fosse premuto).
E' uno scherzo o cosa? Posso invertire questa cosa per renderla identica ad un piano reale?
Grazie

12
Tecnica / Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
« il: Maggio 03, 2015, 03:59:26 pm »
Ringrazio veramente tutti di cuore per i consigli, ne farò tesoro  ;)

13
Tecnica / Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
« il: Maggio 02, 2015, 04:33:14 pm »
Grazie, comunque ho capito che forse è meglio se per una volta do ascolto agli esperti (in questo caso voi) e non alla mia testa marcia  ;D
penso quindi che per i brani più "difficili" ci sarà tempo in futuro...
studiando da autodidatta però, mi piacerebbe un vostro consiglio sul percorso di studio da fare... finisco il Beyer? oppure insieme al Beyer accompagno man mano qualcos'altro, non so tipo il Cesi, il Czerny o il Mikrocosmos? io avevo pensato di finire il Beyer però ho paura che il trascurare la chiave di fa potrà poi essere un problema in futuro... stesso discorso potrei farlo sugli accordi, vedo che non ce ne sono poi così tanti nel Beyer...

14
Tecnica / Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
« il: Aprile 30, 2015, 03:06:03 pm »
Ho iniziato a fare il primo esercizio del Cesi Marciano, non è proprio difficilissimo ma il problema sorge nella settima battuta della mano sinistra... cioè con il Beyer nei primi 22 esercizi non mi era mai capitato di spostare la mano, ora non dico che ci voglia un braccio di San Sebastiano (come usiamo dire qua), ma ho paura di fare una manovra sbagliata che poi magari mi porterò dietro per non so quanto tempo... c'è un qualche movimento da fare/non fare? Anche perché poi ci sono le barrette di ripetizione e dovrei tornare a mettere la mano al solito modo!
Ringrazio in anticipo per eventuali suggerimenti

15
Tecnica / Re:Dubbio chiave di basso (fa)
« il: Aprile 29, 2015, 12:06:16 am »
La chiave di basso è detta anche chiave di fa e infatti indica la posizione del fa (la nota ubicata sul quarto rigo partendo dal basso) che sulla tastiera è il primo fa che incontri partendo dal do centrale e andando verso sinistra..una volta posizionato il fa sul pentagramma e sulla tastiera puoi dedurre la posizione delle altre note

Grazie per la spiegazione, ero convinto fosse il fa nell'ottava centrale e infatti qualcosa non quadrava, è il primo fa a sinistra del do centrale quindi, grazie ancora  ;)

Pagine: [1] 2