Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - robyroma

Pagine: [1]
1
Tecnica / Re:Memoria meccanica
« il: Agosto 09, 2015, 08:50:27 am »
Giorni fa ho sentito parlare in un topic di memoria meccanica (mi sembra da Pianoth ma non ne sono certo).
(...)


Una curiosità, hai provato a suonarlo senza spartito? Perché a me capita una cosa simile, mi sembra di non guardare lo spartito e di eseguire solo meccanicamente, ma se lo chiudo non sono in grado di eseguire tutto il brano, Quindi, forse, è un modo di lettura più automatizzato che subentra dopo che si conosce il brano, un po' come quando si guida l'automobile che pur non avendo una coscienza esplicita delle indicazioni stradali le si segue in automatico senza commettere infrazioni.

2
Problemi tecnici / Re:problema (?) con kawai ca65
« il: Agosto 02, 2015, 10:23:59 pm »
Grazie per l'informazione. Non sapevo che i pianoforti acustici non venissero smorzati nelle ottave alte, Ora ha senso

Citazione
Salve,
non in tutto il pianoforte acustico (compreso ovviamente il Kawai EX grancoda da
l quale deriva direttamente il campione che sta suonando sul suo CA65) sono pres
enti gli smorzatori. Nelle ultime due ottave (circa) dello strumento essi non so
no presenti. Qualora per Lei fosse eccessivo può comunque regolare digitalmente
il tempo di decadimento del suono dal virtual technician.
[/quote]

3
Problemi tecnici / Re:problema (?) con kawai ca65
« il: Luglio 30, 2015, 11:41:36 pm »
Mi riallaccio a questo post.
Ho un CA51 e ho notato anche io questa cosa. Non ricordo con precisione da che nota ma ad un certo punto i tasti funzionano come se non fossero smorzati ma sostenuti dal pedale.

4
Quale pianoforte? / Re:piano digitale
« il: Luglio 30, 2015, 12:56:16 am »
Secondo me le tastiere che più si avvicinano all'acustico sono quelle di kawai.
Modelli? dipende da quando si vuole spendere.CS10 e CS7  o la serie CA sono ottimi


5
Tecnica / Re:Difficoltà nei brani rispetto agli studi
« il: Ottobre 21, 2014, 01:06:36 am »
Credo possa dipendere dalla struttura degli studi, spesso meccaniche e ripetitive, visto che si occupano di sviluppare alcuni problemi tecnici e su questi insistono, i brani (con i dovuti distinguo) hanno forme meno vincolate e forniscono meno appigli alla memoria meccanica... io almeno mi sono dato questa spiegazione, visto che anche a me è capitato di trovarmi in situazioni simili, con brani che mi sembravano facili ma che procedevano invece lentamente nella curva di apprendimento.
ciao

6
Quale pianoforte? / Re:Aiuto urgente acquisto digitale
« il: Giugno 28, 2014, 09:27:27 pm »
Purtroppo non mi piacciono i kawai.

... secondo me sono quelli con la tastiera migliore.

7
Tecnica / Re:L'importanza degli esercizi quotidiani di Tecnica
« il: Maggio 12, 2014, 07:31:07 pm »
Bella questione. Personalmente ero rimasto affascinato dalla teoria di Chang secodo il quale era meglio ad una certa età dedicarsi ai pezzi evitando di fare tecnica pura, visto che il tempo per un adulto è molto più importante che per un giovane non vale la pena di perderlo in esercizi ma meglio dedicarlo al repertorio. La tecnica secondo lui si fa coi pezzi.
Ci sono dei problemi però.  Prima cosa devi trovare un insegnante che abbia voglia di sbattersi per presentarti un percorso didattico di  pezzi che ti permettano la sperimentazione progressiva delle difficoltà tecniche da acquisire. Non è facile.
Secondo aspetto per me è quello che  se mi dedico solo allo studio i pezzi in realtà suono pochissimo e con poca continuità... quindi io Hanon scale e Czerny credo di non poter evitare di farli, anzi alcune volte mi fanno sentire più pianista dei pezzettini semplificati che sono in grado di suonare...

8
Teoria musicale / Re:Tonalità maggiori e relative minori
« il: Ottobre 30, 2013, 03:52:32 am »
Lucia, non so se sia una spiegazione molto tecnica la mia (e neanche se sia esatta) ma posso dirti che se tu hai per esempio la scala di do maggiore e trovi una partitura senza alterazioni (vuol dire senza diesis e bemolli in chiave) sei in tonalità Do maggiore.
Un altro esempio: Se tu sai che nella scala di Sol maggiore c'è sempre il Fa diesis e vedi sul pentagramma un Fa diesis in chiave, vuol dire che sei in tonalità di sol maggiore.
Ecco, così intendo io il concetto di tonalità in povere parole.  ;)

Hai dimenticato di dire che puoi essere anche nella relativa minore. Usando i tuoi esempi se sulla partitura non ci sono alterazioni in chiave puoi essere in do maggiore o nella sua relativa minore (scendendo di una terza) La minore.
Se in chiave trovi un Fa diesis puoi essere in Sol maggiore o nella sua relativa minore (sempre scendendo di una terza) Mi minore.

Pagine: [1]