Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - fabiseb

Pagine: [1]
1
Quale pianoforte? / Pianoforte "da viaggio" in vacanza
« il: Maggio 16, 2014, 07:57:14 am »
Ciao a tutti, si avvicinano le vacanze, e sono terrorizzato al pensiero di non suonare per un mese o più ( sono ormai pensionato ) . Se non suono una settimana poi mi ci vuole un pomeriggio per tornare al livello precedente, cosa può succedere se non suono per periodi più lunghi ? Il fatto è che le mie vacanze sono itineranti, in camper o barca a vela, ( perchè non mi sono messo a suonare la chitarra ?   :D )

A casa suono  un U-3 yamaha, strumento di cui sono soddisfattissimo, non chiedo di portarmi in viaggio una tastiera elettronica di pari (?) qualità, mi basta tenere le dita in esercizio, e inoltre in camper è a forte rischio furto, non vale la pena spendere troppo. Cosa offre il mercato di leggero, compatto ed economico ? Posso accontentarmi di una tastiera sensibile al tocco o perdo tempo ? Il mio maestro dice che difficilmente mi troverò di nuovo a mio agio su un pianoforte digitale pesato, figuriamoci su una tastiera non pesata .... Ma a me interessa solo non perdere la "tecnica" , non dimenticare gli spartiti, , insomma, tenere il cervello e le mani in esercizio, anche se la qualità del suono è discutibile, perchè a 63 anni, avendo cominciato solo da 3 anni, si fa più fatica ad imparare e si fa in fretta a dimenticare.
Consigli ?

2
Vendo / Pianoforte digitale Casio celviano AP 220 VENDUTO
« il: Luglio 26, 2013, 12:12:23 am »
Per passaggio a pianoforte acustico vendo piano digitale in oggetto euro 500. Tastiera pesata, ottimo per imparare, ancora in garanzia, assolutamente come nuovo. Visibile Bassano del Grappa, se qualcuno mi dice come si fa posso anche spedire.

Dettagli e foto :  VENDUTO

3
Quale pianoforte? / yamaha U1 rigenerato o B1 nuovo ? o.....U3 !
« il: Luglio 23, 2013, 06:39:45 pm »
Chiedo scusa se ogni tanto vengo a rompere in questa rubrica, ma ho poco da dire sul forum, mi limito a leggere, ho 62 anni, suono da quasi due per diletto e il pianoforte digitale comincia a starmi veramente stretto,

Ho letto decine di volte tante discussioni sulla scelta del pianoforte, vorrei provarne tanti, come spesso consigliate, ma:
1) nella mia zona ( Bassano del grappa ) c'è un solo negozio di pianoforti, ancora una volta che vado a rompere mi caccia, e poi la scelta è quella che è. 
2) non è che sia poi ancora in grado di giudicare un pianoforte

Avrei deciso di orientarmi su uno Yamaha verticale, vuoi perchè molto " gettonato " , vuoi perchè in effetti tastiera e suono , per quel poco che ho provato, mi sembrano adatti .

Il mio dubbio è, a quasi parità di costo, un U1 rigenerato o un B 1 nuovo ?

Stamattina sono andato fino a Castelfranco dove c'è la filiale di un negozio di Padova abbastanza grosso, speravo di poter fare un paragone fra i due strumenti, ma avevano solo un U3 rigenerato, oltre a vari altri pianoforti usati ( fra cui un kaway che non mi dispiaceva )

Resto col dubbio. Qualcuno può darmi il suo parere ?

E poi, se non oso troppo e se non infrango qualche regola ,magari un altro consiglio :  ma un negozio veramente fornito ( e possibilmente serio ) qui in veneto ? Non vorrei fare chilometri per nulla
 Grazie

4
Quale pianoforte? / Scholze o Alexander hermann
« il: Gennaio 23, 2013, 07:37:28 pm »
Salve a tutti, sono qui di nuovo, dopo un anno, a rompere.
Riassunto delle puntate precedenti : ho 61 anni, da un anno ho cominciato a prendere lezioni di pianoforte coronando un vecchio sogno, a casa suono su un digitale celviano AP 220 ( casio ) , dal maestro su un pianoforte acustico verticale di cui non ricordo la marca, ma nulla di particolare.

Ora succede che, cominciando finalmente a suonare qualcosa di compiuto, il paragone fra il pianoforte acustico e quello digitale diventa impietoso, anche una semplice scala su quello acustico ha tutt'altro suono, e così mi è venuta voglia di cambiare il mio, peccato che ci sia il solito problema soldi a frenarmi. Ho scoperto solo oggi che nella mia città chiude il negozio di un' accordatrice e che faceva una sorta di liquidazione, mi sono precipitato a vedere ma ormai è rimasto poco.

Nella fattispecie aveva li uno scholze in noce tre pedali alto 114  matricola 79960 ( 1962/63 ? ) appena revisionato, la meccanica era già stata rimontata si vedevano i martelletti nuovi, deve finire di rimontare il mobile. Ho provato a suonarlo e il feeling era buono, un bel suono e i tasti " giusti " ( per quel che ne posso capire io ) Richiesta non ancora definita , deve fare i conti, ma non più di 1.000 euro, probabilmente 900.

Seconda scelta un Alexander Hermann nero due pedali alto 103 cm , al momento con la meccanica smontata, pensa di finirlo entro domani , non ho letto la matricola . Prezzo presunto 850

Il fatto è che il negozio è praticamente già chiuso, quindi mi farebbe un po' di fretta nel decidere , a me quello scholze non sembrava male, ma io sono decisamente un principiante. Però mi sembra una buona occasione per mettersi in casa un acustico con poca spesa, considerato che poi posso cercare di vendere il mio digitale che ha solo un anno ( è ancora in garanzia ) , poi magari mi compro una tastiera tipo cdp 100 da portarmi dietro in vacanza.

conoscete questi pianoforti ? Secondo voi faccio una fesseria ?

5
Quale pianoforte? / L'ho preso
« il: Febbraio 10, 2012, 03:25:32 pm »
Oggi sono andato a Montebelluna da esse music, volevo solo curiosare,  ho girovagato e provato u po' di strumenti,  sia tastiere che pianoforti, poi ho trovato un commesso giovane e simpatico,, che tra l'altro suonava da dio, che mi aiutato nella scelta. Alla fine mi convincevano due piano digitali, un kawai ( non ricordo la sigla, forse cn 33 ) e un casio celviano AP-220 , che costava la metà del kawai . Yamaha mi ha deluso sia come tastiera che come sound, Korg come tastiera. I kawai più economici non li tengono perchè a loro dire in quella fascia sono inferiori ai casio. Alla fine il ragazzo mi ha convinto al risaprmio, con buona pace di Sergiomusicale che adesso mi rimprovererà  :D , e ho preso il casio . Ero partito prevenuto contro quel marchio, e invece devo dire che nella fascia economia, per quel che ne posso capire io, non sono niente male.

Appena arrivato a casa mi sono affrettato a montarlo, ora ho da fare ma non vedo l'ora di metterci le mani sopra.

E ora, per un ( bel )  po' non se ne parla, vado a leggermi tutto quello che posso imparare di musica  :)

6
Quale pianoforte? / Casio AP-24
« il: Febbraio 09, 2012, 08:13:09 am »
Cercando in giro il mio primo piano mi sono imbattutto in un casio ap-24 , dicono usato solo sei volte, a 450 euro che magari si potrebbero trattare un po' ( dopo averlo visto, logicamente ).

Se dovessi comprare un nuovo mi sto orientando verso uno Yamaha ypd-161 o un kawai cl 36 , ma come sempre l'acqua è poca e la papera non galleggia, cavarmela con 400 euro circa per un oggetto che ne costava circa 1.000 non mi farebbe schifo. Che ne pensate ?

Ricordo, come ho raccontato nella mia presentazione, che sono un principiante di 60 anni ( finalmente ho il tempo ) , la voglia è tanta ma le ambizioni sono quelle che possono essere a questa età .
Finora mi sto esercitando su una tastiera senza tasti pesati, francamente non è più possibile .


7
Presentiamoci / Suonare a sessant'anni ... suonati
« il: Febbraio 05, 2012, 12:23:17 am »
Ciao a tutti, mi chiamo Fabrizio, da bambino avevo preso qualche lezione di pianoforte, poi mio padre non ne volle sapere di prenderne uno in casa e tutto finì li. Ho sempre rimpianto di non avere imparato, ma la vita, coi suoi impegni, non me ne ha mai dato il tempo. Ora di tempo ne ho, ma credevo che a ques'età ormai fosse inutile provare. Poi a novembre entro in un supermercato e vedo una tastiera Yamaha a pochi soldi, 61 tasti non pesati, poco più di un giocattolo, e proprio con lo spirito del giocattolo ho comprato tastiera , pedale e supporto. Ho tirato fuori dallo scaffale i vecchi Bayer e Hanon ( di 50 anni fa  ) e con l'aiuto di internet ho cominciato ad esercitarmi e strimpellare. L'appetito vien suonando, ho visto che non è follia sperare in qualche progresso, e così ora ho preso anche la mia prima lezione. Logicamente appena messo mano su un pianoforte vero mi son reso conto che la mia tastiera è da buttare ( o da regalare a mio nipote, 12 anni suona già la chitarra ) , penso che per ora cercherò un digitale coi tasti pesati al minimo della decenza, dopo si vedrà, intanto mi son già letto qualche vecchia discussione, poi comincerò a rompere anche io. Bentrovati a tutti.  :)

Pagine: [1]