Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - emanuele86

Pagine: [1]
1
Di tutto e di più / stasera 04/09/15 finali Concorso
« il: Settembre 04, 2015, 02:51:51 pm »
Ciao a tutti. Stasera alle 20.20 in diretta su rai radio 3 ( io ce l'ho su 94.4 ) trasmettono in diretta la finale delle premio F.B, che per una volta finalmente non sta per face book ma per Ferruccio Busoni.
Un motivo in piú per seguire l'evento oltre che sognare a orecchie aperte? c'é un 19enne italiano tra i finalisti.
Ciao

2
Area Spartiti / qualche brano per provare un piano nuovo
« il: Agosto 12, 2015, 09:28:31 am »
Buongiorno a tutti, tra un paio di settimane vorrei riprovare qualche piano nuovo,e visto che l'ultima volta non avevo praticamente nulla di pronto che mi permettesse di sentire per bene il suono, cercavo qualche bel brano o parti di esso da preparare.
In particolare mi servirebbe qualcosa che in cui si faccia Gran uso delle ottave basse, anche in percussione,e se possibile, avere a qualche ottava di distanza, una destra cantabile.
Di mio sto rivedendo l'op 69 n 1 / 64 n2 di Chopin e l'andante dell'op 11 n1  di Schumann, le uniche cose che avevo messo a mani unite qualche 3 mesi fa.
Come evincerete dai brani non vado molto in la con i Bpm, anzi.
Vi viene qualche idea o avete qualche suggerimento???
Grazie Ema

3
Quale pianoforte? / hp505
« il: Agosto 06, 2015, 12:53:03 am »
Ciao, oggi ho passato un paio d'ore in giro a cercare un pianoforte che probabilmente nn compreró mai.ma vabbé..
Sono passato da Casio a Yamaha e Roland  e devo dire che l'hp505 di quest'ultima nn mi dispiace per nulla.
Qualcuno di voi ce l'ha o ci ha suonato?
Ho provato anche un b1 con il silent ed un c3 senza...da far accapponare la pelle!

4
Di tutto e di più / voi che fareste?
« il: Luglio 29, 2015, 03:21:19 pm »
Ciao, vorrei esprimervi il completo disappunto nel quale verso.
Circa otto mesi fa ho spostato il piano digitale in cantina per non disturbare il vicino ( di due piani sotto ) nei momenti in cui è a casa. Le vibrazioni dell'urto dei tasti si propagavano per un piano arrivando a quello di sotto e poi a quello di sotto ancora. Che potenza in questi diti!
Per i mesi passati è andata bene ma oggi ho toccato l'ennesimo punto di non ritorno...e giù non ci torno.
Più sto in basso più respiro aria malsana e non essendoci porte o finestre non ho via di scampo..la fine del sorcio insomma!
A giorni manca l'aria, a giorni l'umido mi vela gli occhi, altri c'è una puzza atroce che assimilo e risudo alla prima occasione, per non parlare d'inverno.. quando suonavo a mani unite ancora ancora, ma non facevo in tempo a separarle che quella ferma si spasticizzava in un attimo....
Il problema più grande è che non posso riportare il piano a casa, sia perché tornerei a disturbare i vicini sia perché, vivendo con mia madre avrei qualche problema a concentrarmi.
Di prendere un garage in affitto non se ne parla visto che al 99,9999% si ripresenterebbe lo stesso problema, una casetta ad ora mi costa troppo e poi trovare una soluzione indipendente è quasi impossibile, quindi se fosse, mi ritroverei in un condominio con gli stessi orari condominiali e le stesse dinamiche del quieto vivere.
Come se non bastasse è la mia prima settimana di ferie e speravo di potermi dedicare allo strumento...e invece???? nulla.
Avessi passioni a iosa mi butterei su qualcos'altro, ma non avendone e preferendo la pratica alla lettura dei cmq interessantissimi libri in materia rimango con la bocca aperta e inondata di fiele.
Tsk...cosa fareste??

5
Di tutto e di più / beeeee....il 64esimo di troppo.potreste aiutarmi?
« il: Luglio 27, 2015, 09:45:22 pm »
Ciao a tutti. Vi illustro la situazione.
Ahimè, essendo una capra figlia del XX sec , secolo nel quale ovunque ci sia un apparecchio radio o una linea adsl c'è il rischio di incorrere in recenti ed etichettate produzioni di belati ( pagate a suon di soldoni e stuoli di fan), al pari delle altre molte capre, che come me, per una "presunta necessità comunicativa" si approcciano alla musica, mi sono lasciato prendere la mano, e con la mano ho preso la matita e con la matita ho iniziato a scrivere l'abbozzo della mia op 1.(questo è il poetico e fantasioso titolo che le ho dato).
Per grazia ricevuta non ho la vocazione a scrivere testi che non abbiano a significare nulla, e non essendo bravo abbastanza o acculturato altrettanto per dar vita ad un vero e proprio testo che si possa definire tale (e cioè degno di essere ascoltato), mi sono "limitato" o meglio permesso di provare a trascrivere i miei stati d'animo con il linguaggio più adatto, forbito, perfetto e diretto che ci sia, la musica.
So che non avendo le basi ( a parte un diploma di teoria preso nel 99 del quale non è rimasta neanche la copia cartacea) e non facendo nulla per averne, rischio di far rivoltare lo stomaco ai vivi e le ossa ai morti, ma corro il rischio e ve la pongo.

Ho scritto 3 battute in 2/4 in cui la destra e la sinistra hanno le stesse figure, nello specifico:  croma - terzina di semicrome - croma - terzina di semicrome  .
La destra attacca 1/64 dopo la sinistra quindi, da profano, ho iniziato con una pausa da 1/64 e poi ho scritto il resto.
Oggi mentre copiavo mi sono reso conto dell'evidenza: come a fine mese, non tornano i conti.
La prima misura, logicamente, risulta eccedente del 64esimo. Alchè ho pensato di lasciar tutto così fino alla conclusione della frase e di recuperarlo sull'ultima nota  dell'ultima terzina legandola di valore ad un sedicesimo con tre punti
Si può fare? Si può scrivere una battuta eccedente e recuperare poi con una diminuita?
grazie assai
Ema

6
Di tutto e di più / Tolstoj, La sonata a Kreutzer
« il: Giugno 11, 2015, 05:48:15 pm »
Ciao a tutti. in questo periodo, tra una battuta e l'altra, sto leggendo il libro di Tolstj menzionato nel titolo del post.
Oggi sono arrivato alle due pagine che sto per allegarvi e sarei curioso di sapere cosa vi trasmette la visione che il protagonista del libro, Pozdnysev, ci illustra nei riguardi della musica.
Nell'introduzione del libro, dopo aver spiegato l'importanza delle opere classiche per lo scrittore, penso riferendosi a queste pagine, troviamo scritto che Tolstoj nel libro,,,attacca cruentemente ed elogia la potenza della stessa.
Io, nelle due pagine a seguire (ed in quelle precedenti) non ho trovato traccia di attacchi o critiche ma, a parer mio, solo una riverente e profonda "sottomissione", o meglio "votazione" a quel potenziale ineffabile che nella musica è posto.
Che ne pensate?? La descrizione di Lev si avvicina all'idea che avete della musica?
..non riesco ad allegarle.. facciamo che ve le copio e fatemi sapere...ciao

..." Suonarono la Sonata a Kreutzer di Beethoven. Conoscete il primo presto? Lo conoscete? - gridò-
     Uh! è una cosa terribile questa sonata. Soprattutto questa parte. In generale è una cosa terribile la musica.
     Che cos'è? Io non capisco. Che cos'è la musica? Cosa fa? E perché fa ciò che fa? Dicono che la musica
     agisca sull'animo elevandolo; sciocchezze, non è vero!  Agisce, agisce tremendamente, parlo di me stesso,
     ma non eleva affatto l'animo. Agisce non elevando o abbassando lo spirito, ma eccitandolo. Come spiegarvi?
     La musica mi costringe a dimenticare me stesso, la mi vera situazione, mi trasporta in un mondo non mio:
     sotto l'influenza della musica mi sembra di sentire ciò che, consciamente, non sento, capisco ciò che, altrimenti,
     non capisco, posso ciò che non posso. Me lo spiego come il fatto che la musica agisce come uno sbadiglio, una risata:
     non ho sonno, ma sbadiglio se guardo uno che sbadiglia; non ho motivo di ridere, ma rido se guardo uno che ride.
     La musica mi trasporta subito, immediatamente, nella stessa condizione d'animo in cui si trovava colui che l'ha scritta.
     Mi fondo spiritualmente con lui e con lui passo da uno stato d'animo all'altro: perché io lo faccia non lo so.
     Lui ha scritto la Sonata a Kreutzer, cioè Beethoven, ed evidentemente sapeva perché si trovava in quello stato d'animo;
     quello stato d'animo lo spingeva a comportarsi in un certo modo e per lui quello stato d'animo aveva un senso, per me no.
     La musica eccita, ma non porta ad una soluzione. Le marcette militari, per esempio, vengono suonate quando i soldati
     marciano e allora la musica ha un fine; se si suona un motivo ballabile e io ballo, la musica ha un fine; se uno canta a messa
     e io faccio la comunione, la musica ha ancora un fine ma così è solo eccitamento e quello che bisogna fare durante   
     l'eccitamento non c'è. è per questo che la musica a volte agisce così terribilmente e tremendamente. In Cina la musica
     è affare di stato. E così dovrebbe essere.
     Si può davvero ammettere che, chiunque voglia, posso ipnotizzare il primo uomo immorale che capita?
     Ed ecco quale terribile mezzo nelle mani di chi cadde. Questa Sonata a Kreutzer, il primo presto.
     Si può davvero suonare in un salotto, con signore che indossano abiti scollati, questo presto?
     Suonarlo e poi applaudire, mangiare un gelato e parlare dell'ultimo pettegolezzo?   
     Queste cose si possono suonare solo in circostanze importanti, gravi, significative, quando occorre compiere delle
     azioni importanti, significative, adatte a questa musica. Suonare è fare ciò per cui è stata composta la musica.
     Ma quando né il tempo né il luogo si addicono al tipo di energia e di sentimenti che sono stati suscitati e che non
     hanno via di sfogo, l'effetto può essere fatale; su di me perlomeno tutto ciò agì terribilmente, fu come se davanti a me
     si aprissero dei sentimenti completamente nuovi, così mi parve, delle nuove possibilità di cui non sapevo nulla fino ad allora.
     - Ecco com'è, non come avevo pensato e vissuto fino a prima, ma così -, sembrava mi dicesse qualcosa dentro di me,
     nell'animo
..."

7
Di tutto e di più / variazioni Moscheles
« il: Maggio 14, 2015, 09:38:48 pm »
Ciao a tutti.
Potreste aiutarmi a trovare qualche incisione delle variazioni sulla marcia di Alessandro e dell' 50  variazioni sull'aria ' au claire de la lune' di Moscheles.
Ho cercato un po' ma non ho trovato nulla.
Qualcuno fra voi le ha sentite???
ciao ciao

8
Di tutto e di più / Beethoven per piano e orchestra
« il: Maggio 02, 2015, 09:27:36 pm »
naturalmente se avete un tempo che preferite, e vi va,  scrivetelo!!!
il mio è quello in Do min.
A parte perché è l'unico che ho sentito finora   ;D lo trovo di una delicatezza favolosa e non troppo impegnativo da ascoltare!! il Primo tempo, in assoluto, è da risucchio!!
Ciao

9
Ciao a tutti,
vorrei preparami per provare l'ammissione al conservatorio ( sempre la solita ehhh?!!!)
Ho un anno di tempo e tenterei di riprendere quantomeno da dove avevo interrotto, cioè dal quarto anno del conservatorio che fu.
Mi potreste indicare un percorso di autori ed esercizi che possa aiutarmi nell'intento? Ma soprattutto, come faccio a saggiare il livello a cui sono???
Dei vecchi libri sono sopravvissuti un Heller, da cui ne avevo studiati un paio, un Pozzoli, mi pare scuola del meccanismo, Bertini op 100, e poi l'aureo Gradus di Clementi che rimarrà illibato per parecchio ancora!!
Immagino che non esista una ricettina pronto uso, ma in base alla vostra esperienza, riuscireste a darmi qualche dritta per verificare appunto le capacità attuali e iniziare seriamente la preparazione???!!
Dovrei riprendere la mano sinistra dallo stato catartico in cui versa, rianimare terzi quarti e quinti di ogni mano e migliorare i passaggi di pollice, terzo e quarto ( con le scale mi sembra che ci voglia troppo per quanto ne faccio circa un'ora a seduta)..
Tempus fugit   :D
Grazie 1000 Ema 

10
Problemi tecnici / Piano Yamaha1/4 di tono sopra
« il: Aprile 06, 2015, 09:32:01 am »
Ciao,
un amico ha deciso di intraprendere l'avventura pianistica e pochi giorni fa ne ha acquistato uno digitale.
é un po' scontento perché dice che è tutto 1/4 di tono sopra.
é possibile che abbiano caricato una libreria di suoni sbagliata?
Come si può verificare se è davvero spostato?
ciao ema

11
Eventi e spettacoli / la 4a di Brahms
« il: Febbraio 20, 2015, 09:28:58 pm »
Ciao a tutti, domani sera a Borgo Valsugana, l'orchestra sinfonica Kleutrom, esegue la quarta e ultima sinfonia di Brahms.
 eccovi il link.
http://www.valsuganacultura.it/news/19.html
 
ciao ciao

12
Di tutto e di più / Clara Schumann, sinfonia 4
« il: Febbraio 14, 2015, 09:16:27 am »
Ciao, se stasera non avete nulla di più romantico da fare  ;) eccovi un ideuzza su come passare il San Valentino  :)
http://www.crushsite.it/it/musica/2015incontri-dartiste-schumann-sinfonia-4.html

13
Tecnica / 3 su 5 ... come ce le metto?
« il: Febbraio 08, 2015, 12:19:52 am »
Ciao a tutti.
Potreste darmi qualche consiglio su come suonare queste battute? Ho qualche 'problemino' a far cadere le crome della destra al momento giusto. Prova che ti riprova, mi sembra sempre di ritardare le ultime due di ogni battuta 'allontanandole' dalla prima e quindi spezzando la melodia e creando un breve sospensione che non esiste.  Mentre le suono, cerco di concentrarmi sulla melodia della destra lasciando la sinistra libera di fare il suo corso, ma a quanto pare non abbastanza perché non riesco piazzarle dove dovrebbero essere.
Secondo voi da cosa può dipendere? Non accentare la prima nota dell'ultima terzina della m.s. è un errore o può andar bene lo stesso?
Conoscete qualche metodo o esercizio utile che faccia al caso?
Spero davvero di si  :D :D :D   Ciao e grazie


14
Presentiamoci / Ciao e ben trovati!!!!
« il: Febbraio 06, 2015, 06:12:06 pm »
Ciao a tutti  :)
mi chiamo Emanuele e ho 28 anni. Dopo un lungo 'esilio volontario' (circa 13 anni), mi sono finalmente riavvicinato al pianoforte da pochi mesi! Diciamo che, come sarà capitato a qualcuno, da ragazzino ne ho fatto indigestione...ho frequentato il conservatorio fino al quarto anno, studiando davvero un sacco di ore ma quasi tutte controvoglia, e il risultato non poteva che essere questo: arrivato in prima superiore, già saturo, sono schizzato in direzione opposta e contraria e ho cercato di esorcizzare quei lunghi anni, a suon di martellante 'musica' elettronica, reggae, rap, break beat, e chi più ne ha più ne metta,,,
Lo so, è una scelta sindacabile. Comunque... da tre mesi ho ripreso a suonare sul mio primo piano elettrico (un Roland hp1700)  con nuova passione, cercando di mettere a due mani la barcarola veneziana op. 19 n 6, e una romanza senza parole op. 30 n 6, entrambe di Mendelssohn.
Risultati a parte, non trovando più il libro su cui le studiavo, sono passato ad altro...ed ora eccomi qui  :) Bisognoso di consigli da chi ne sa più di me  ;) e in cerca di qualcuno con cui condividere questo sublime spettacolo che è la musica!!!!!!
Saluti a tutti e a presto
Ema

Pagine: [1]