Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Romin49

Pagine: [1]
1
Di tutto e di più / Re:Gli studi trascendentali
« il: Aprile 22, 2018, 09:44:31 pm »
Rimane da considerare un piccolo particolare di Liszt (che tra l'altro ho sempre adorato, come compositore): aveva un paio di mani molto simili a badili o rastrelli. Dita insolitamente lunghe, la cui disponibilità standard semplificherebbe di molto le sue composizioni pianistiche :)

2
Le mie composizioni / Re:Missa Novi Millennii
« il: Dicembre 08, 2017, 10:23:25 am »
Grazie!
Io e il mio amico coautore abbiamo voluto provare ad integrare il nostro amore per la musica classica con l'interesse per altri generi più "moderni"; tra l'altro trovo antipatico che determinati strumenti e sonorità siano relegati al di fuori della "musica classica": le cose cambiano, i tempi cambiano... perché una cosa così bella come la musica dovrebbe avere delle sue parti statiche e cristallizzate?
Io e Francesco ci siamo sempre chiesti cosa avrebbero fatto geni spaziali come Bach, Mozart, Haydn se si fossero trovati catapultati ai nostri tempi, ritrovandosi a disposizione gli strumenti e le tecniche di registrazione che abbiamo adesso.
Sinceramente, un Bach che compone invenzioni a 44 voci per orchestra di sequencer ce lo vedo bene :)
Non ci vogliamo accomunare a quella gente, ovvio, però nel nostro piccolo il tentativo fatto è stato in quella direzione: sdoganare nell'ambito della musica classica Hammond, chitarra elettrica e (abominio) anche la batteria.
Tra l'altro - se ci fa caso - alcuni arrangiamenti sono volutamente sbagliati: in molti brani celli e secondi violini sono armonizzati in modo da simulare la loro esecuzione da parte di un Melotron, piuttosto che da una vera orchestra, in pieno stile Progressive.
Diciamo che è stato molto divertente... speriamo che possa avere un minimo di seguito :)
Grazie ancora per il suo apprezzamento!
Rob

3
Le mie composizioni / Re:Missa Novi Millennii
« il: Novembre 28, 2017, 10:42:41 pm »
Beh... è una messa completa
Abbiamo deciso di mettere tutto il filmato su YouTube perché come concerto di presentazione è andato molto bene e ne siamo abbastanza orgogliosi :)

4
Le mie composizioni / Missa Novi Millennii
« il: Novembre 27, 2017, 05:24:19 pm »
...hmm...
Spero ardentemente di non andare "fuori tema" (e se lo faccio mi scuso davvero tanto con i moderatori del forum).
Però io e un mio amico abbiamo composto una cosa della quale vado molto orgoglioso e che mi piace promuovere, quando mi riesce.
Abbiamo composto una Messa da concerto, integrando la struttura classica delle messe settecentesche in latino con strumenti e suoni della musica elettronica e del rock progressive.
Alcuni brani sono decisamente classici, altri elettronici e altri un mix (mi piace pensare: intelligente) di tutti questi generi e sonorità.
Alla musica abbiamo affiancato un video (della durata di 57 minuti) che accompagna, contestualizza e arricchisce la parte sonora.
Se a qualcuno interessa vedere l'effetto che ha fatto alla prima rappresentazione (coro dal vivo e basi ovviamente registrate) che abbiamo tenuto a Dozza il 21 ottobre scorso, questo è il link verso il quale ho fatto l'upload su YouTube della registrazione della serata: https://youtu.be/IeKo01KUJac

5
Presentiamoci / Come suggerito, mi presento anch'io
« il: Novembre 27, 2017, 05:13:20 pm »
Mi chiamo Roberto Mingozzi.
Ho iniziato a suonare (o pedalare, se si preferisce) all'età di 15 anni su un vecchio armonium ricevuto in prestito dal parroco e sono passato al pianoforte 2/3 anni dopo.
Ho sempre suonato come autodidatta e sinceramente credo di essere stato molto aiutato dall'essere abbastanza portato per la musica.
Per vari problemi familiari a 18 anni ho dovuto abbandonare gli studi e iniziare a fare qualcosa per campare... e sono finito a suonare il piano in un night club (un terzetto piano/batteria/basso-voce). Dal night ho imparato tantissimo, a scapito dell'improponibile ambiente: lettura e trasposizione a prima vista da tonalità improponibili ad altre ancor meno proponibili, attaccare pezzi a orecchio mai sentiti sperando di non uccidere il cantante nel frattempo, ecc...
Sopra ogni cosa ho imparato che non mi piace suonare per mangiare e che suonando si mangia poco (almeno a quei livelli).
Ero comunque - nel frattempo - diventato abbastanza bravo nella musica che davvero mi piaceva, soprattutto Chopin e Liszt.
Passato all'informatica e a impegni sempre più onerosi, il piano è stato piano piano (eheh) abbandonato.
Ai 50 anni mi sono regalato un organo Hammond (che sognavo da 35).
L'Hammond serviva per continuare a suonare brani dei Genesis e di Rock Progressive in generale, altro grande amore al pari della musica classica.
Adesso ho deciso di riprendere a studiare seriamente, cercando di fare tornare queste due patate con 5 bozzoli ciascuna delle mani in grado di fare qualcosa di buono.
Non facile, riaffrontare a 58 anni la pagina 1 dell'Hanon e del Cramer, assieme al libro di Anna Magdalena Bach.
Vediamo che succede nei prossimi due anni :)

Pagine: [1]