Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - 71demy

Pagine: [1] 2 3 ... 73
1
Di tutto e di più / Re:Interpretazione Glenn Gould
« il: Settembre 01, 2015, 08:52:18 am »
E' errato pensare che Gould si muovesse "a naso" sull'interpretazione di certo repertorio. Il suo torto - forse voluto - è stato forse quello di evitare di assumere una posizione troppo dogmatica sull'interpretazione nelle numerose sue pubbliche apparizioni in tv e alla radio. Volutamente, dicevo, ha sempre preferito trincerarsi dietro una sfuggente ironia a causa della quale tuttora si tende a considerare il suo stile come bizzarro, eccentrico, se non addirittura fuori luogo. Nulla di eccentrico vi è invece nello stile interpretativo di Glenn Gould, ma una visione semmai "iconoclasta" volta a smantellare quei vezzi esecutivi che si sono stratificati sul brano in sé a causa di decenni di oziosa pigrizia mentale. In breve, chi ascolta il rondò "Alla turca" di Mozart "pretende" di sapere cosa lo aspetti prima ancora che l'esecuzione cominci e - immancabilmente - si stizzisce se così non è.
E' questa l'abitudinarietà che fa sì che un brano - specie se molto "gettonato - sia sempre uguale a se stesso: l'apporto personale dell'interprete non ci serve; vogliamo "Alla turca" come l'abbiamo sempre sentita suonare!
Con tali premesse non ha senso parlare di interprete e interpretazione, ed è proprio contro questa assurdità che Gould ha sempre lottato.
Il mio consiglio è dunque quello di ascoltare Gould astenendosi dai giudizi di valore, e considerando semmai quanto la nostra tendenza all'abitudinarietà possa risultarci limitante.
Altro argomento interessante, su cui non vado però oltre, è la prassi esecutiva che Gould conosceva approfonditamente, nonostante molti pensino il contrario. Prassi esecutiva che non è e non può essere riportata fedelmente sullo spartito, neppure su quello più filologicamente corretto.
Altro suggerimento: leggere il suo splendido "L'ala del turbine intelligente"... poi riascoltare... bye.

2
Di tutto e di più / Re:Un'informazione.
« il: Agosto 27, 2015, 10:07:40 am »
ho rivisto e ascoltato il tuo video, e c'è qualcosa che non torna... il brano che io ricordo è certamente il Klavierstuck D 946 n. 1 di Schubert; qui invece sento un brano che gli somiglia molto... che non sia una versione modificata per chissà quale motivo?
Personalmente non ricordo un altro brano di Schubert che somigli a questo... ed avendo io l'integrale pianistica schubertiana non saprei che altra spiegazione dare... tuttavia, anche ad un primo ascolto la somiglianza fra i due brani è evidente. bye

3
Di tutto e di più / Re:Un'informazione.
« il: Agosto 27, 2015, 09:44:29 am »
Ciao Michele71,

risposta più che semplice, è una parte del Klavierstuck D 946 n. 1 di F. Schubert...

ascolta...

https://www.youtube.com/watch?v=dwj4ia_FDEc

4
Di tutto e di più / Re:consiglio sonata 8°anno
« il: Agosto 15, 2015, 11:35:01 pm »
un'altra ipotesi, la op. 2 n. 3 in do magg.

5
Buongiorno,
manco da molto su questa bella piattaforma musicale, e vorrei oggi condividere con voi - dalla mia raccolta - il primo libro del Clavicembalo ben Temperato di Bach nell'esecuzione di Joerg Demus...

Preludi e Fuge BWV 846-51...

https://www.youtube.com/watch?v=wSsiAOlnzXM

Preludi e Fuge BWV 852-57..

https://www.youtube.com/watch?v=H-rRGxxcd_Y

Preludi e Fughe BWV 558-63

https://www.youtube.com/watch?v=8AqkemezcG4

Preludi e Fughe BWV 564-69...

https://www.youtube.com/watch?v=20xcZlGjLlE


6
Di tutto e di più / Re:Quando non si vuole
« il: Agosto 15, 2015, 12:46:48 pm »
Ciao Samuel,
potrà capitarti di dover studiare in Conservatorio almeno qualche brano che non è di tuo gusto, e lo dico perché è capitato anche a me. A volte si può evitarlo, a volte no. In tal caso vedi comunque la cosa dal punto di vista del vantaggio che ne ottieni sul piano dello studio. Mi spiego: di recente ho costretto me stesso a studiare ed eseguire un brano che non mi piaceva granché solo perché esso si costruiva su una "tecnica" che sapevo di dover migliorare.... e così è stato. Adesso so, come affrontare quell'aspetto tecnico specifico e, in più, in brano studiato mi piace decisamente!

7
Di tutto e di più / Re:SHINE (il film)
« il: Agosto 15, 2015, 12:41:33 pm »
... beh, sarò bastian contrario;

devo ammettere che non amo molto "Shine". Alcune delle sue scene, difatti, sono palesemente "ispirate" ai "32 Piccoli film su Glenn Gould", che consiglio vivamente di vedere.
Altro film pregevole sulla musica e i pianisti, "Madame Sousatzka", difficile da trovare in rete in streaming, ma reperibile per l'acquisto ad un prezzo accessibili. Un piccolo sacrificio economico per un vero capolavoro.
Molti sono i film sulla musica classica, ma tanti (anche parecchio interessanti) riguardano cantanti, direttori d'orchestra e violinisti... dunque mi astengo qui dal nominarli per non andare fuori tema...
Bye

8
Di tutto e di più / Re:Gli studi trascendentali
« il: Agosto 15, 2015, 12:33:11 pm »
Ciao Samuel,

Liszt era un "personaggio" nel senso letterale del termine; artista orgoglioso, egocentrico, invaghito della propria immagine e contraddittorio.
Detto questo, è giusto dare al trascendentale il significato di "ciò che va oltre", e difatti - nelle intenzioni di Liszt - gli Studi di esecuzione trascendentale andavano sia oltre i limiti imposti dalla conoscenza che della tecnica pianistica si aveva sino a quel momento, sia oltre i limiti imposti dalla "meccanica" dello strumento-pianoforte. Mi spiego: Liszt è forse il primo che intuisce che il pianoforte, così com'è, può ancora essere migliorato, può dare sonorità ancor più possenti (Liszt introduce gli accordi pieni a due mani ancora prima di Rachmaninov...), può dare ribattuti ancor più veloce ed addirittura doppi, come in una rara versione dello Studio n. 4 da Paganini... insomma, la tecnica pianistica non può evolversi, non può scoprire nuovi orizzonti se prima non si rende la meccanica del pianoforte più capace di rispondere alle nuove esigenze della mano... e non solo... Liszt fa sì che all'esecuzione partecipi tutto il corpo, o quasi...
Poi, c'è la frase a cui tu, Samuel, ti riferisci: se le note sono scritte è chiaro che si possono suonare. Già, e difatti Franz Liszt le suonava, ma - piccolo dettaglio - egli era il solo a sapere come fare. Per questo, degli Studi Trascendentali - molti dei quali scritti per i suoi allievi - Liszt approntò tre diverse edizioni sempre più "facilitate". Prima e terza (la più difficile e la più facile) sono oggi perdute... l'edizione di riferimento per le incisioni moderne è la seconda; una specie di via di mezzo.

Ecco il link all'esecuzione celebre di Lazar Berman del '63 da me caricata in rete.... buon ascolto...


  https://www.youtube.com/watch?v=1roS8w-8HFQ

9
Di tutto e di più / Ugorski e le 10 Sonate di Skrjabin
« il: Aprile 08, 2015, 05:39:16 pm »
Ok! nel centenario dalla scomparsa di A.N. Skrjabin, vorrei condividere con voi del forum, dalla mia raccolta, le 10 Sonate del grande Compositore russo eseguite da Anatol Ugorski...

Sonata n. 1 op. 6...

https://www.youtube.com/watch?v=fQeeF11IZAE

Sonate nn. 2-4...

https://www.youtube.com/watch?v=az8YStGK-QI


Sonata nn. 5-10...

https://www.youtube.com/watch?v=N9vH0VXEpB4



Che ne dite?

10
Di tutto e di più / Re:Buona Pasqua
« il: Aprile 06, 2015, 10:28:17 am »
... arrivo un po' in ritardo, ma Felice Pasquetta a tutti voi del forum!
bye!

11
Di tutto e di più / Re:Consiglio scelta pezzo
« il: Aprile 04, 2015, 11:17:18 pm »
... buonasera, Ostracon. Da quanto dici, le tue capacità sono senz'altro notevoli. La tua idea di un brano anche di 12-15 minuti è interessante perché vi è un repertorio moto vasto in proposito. Io potrei proporti alcune cose:

la Prima Sonata di Prokofiev, circa 8 minuti, drammatica e dallo stile molto influenzato da Rachmaninov...

https://www.youtube.com/watch?v=APxweGUCqIs

la terza Sonata di Prokofev... 7 minuti scarsi di prodezze virtuosistiche...

https://www.youtube.com/watch?v=BnJjUbWelAs

poi, il Preludio, Fuga e Variazione in si min. di Franck... dai 12 ai 15 minuti di pura poesia, io l'ho studiato ed ha un ottimo impatto sul pubblico... qui un link dalla mia raccolta...

https://www.youtube.com/watch?v=dxLFYGuNjsg


ancora, la Seconda Sonata di Prokofev, quasi 20 minuti... molto impegnativa ma splendida, specie il secondo e quarto movimento... qui un link dalla mia raccolta...

https://www.youtube.com/watch?v=vEA8K6bsGyI

fammi sapere cosa ne pensi. bye!


12
Di tutto e di più / Re:[SONDAGGIO] Il tuo periodo musicale preferito
« il: Aprile 04, 2015, 10:56:40 pm »
- Skrjabin
- Shostakovich

13
Le mie esecuzioni / Re:Ernst Bloch - Enfantines - Melody
« il: Febbraio 22, 2015, 11:05:56 pm »
 :) :) :) :) :) :)

14
Le mie esecuzioni / Re:Ernst Bloch - Enfantines - Melody
« il: Febbraio 22, 2015, 08:30:29 pm »
l'ho riascoltato ancora e mi sembra sempre più bello... quello che mi stupisce è la chiarezza con cui sono aperte e chiuse le singole frasi musicali, in maniera morbida, senza strappi... è quasi come sentire un lungo racconto su qualcosa di molto intimo, personale... brava davvero! bye!

15
Le mie esecuzioni / Re:coffe-break e musica estemporanea...
« il: Febbraio 19, 2015, 05:04:07 pm »
... troppo buoni, maria, antares... ma le mie tutine torneranno.... ahahaah.... maria, se riesco ti mando volentieri un messaggio con allegato lo spartito... dovrei farcela...  bye!

Pagine: [1] 2 3 ... 73