0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

meggaiver89

Salve, sono nuovo del forum, quindi correggetemi e scusatemi se commetto qualche errore. Il Mio problema che mi tormenta da 15 gg ossia da quando mi sono deciso ad acquistare il mio primo pianoforte acustico il quale è uno yamaha u3 mat. 662487 (prezzo 2850 €) è che inizialmente 3 martelletti rimangono quasi sempre bloccati a mezza corsa, mentre i tasti no. Esposto il problema al venditore mi ha mandato subito un accordatore, dicendomi che avrebbe sistemato tutto. Venuto l'accordatore a casa la prima cosa che ha fatto è stata quella di togliere i 3 tasti che comandavano i martelletti bloccati e di allargare (secondo me brutalmente) con delle classiche pinze a becco l'asola dove alloggia il perno guida del tasto schiacciando dal centro del foro verso l'esterno del tasto,  il feltro e il legno fino a che si è sentito lo "scrocchio del legno". Ha eseguito questa operazione su tutti e tre i tasti. Fatto ciò ha rimontato il tutto e provato se i martelletti tornavano a posto. La prova ha avuto esito negativo. Successivamente ha provato ad oleare il perno dove alloggia la noce e magicamente tutto risolto "apparentemente". Fatto ciò ha accordato il piano e mi ha detto di non suonarlo subito dicendo che altrimenti avrei forzato le corde e se ne è andato.  La sorpresa è stata la mattina dopo quando sono andato a provare il pianoforte, i tasti a cui aveva allargato il foro di guida hanno una marea di gioco e si toccano a desta e a sinistra con i tasti vicini e non bastasse si bloccano altri 3 martelletti. Ho misurato il gioco dei tasti con un calibro ed e pari a 2,1 mm da tasto a tasto , mentre quelli che non ha toccato misurano 0,7-0.8 mm. Come mi dovrei comportare con il venditore, dato che il piano l'ho preso da 15gg e mi ha dato un anno di garanzia? Io oggi sono riandato  a esporre  di nuovo il problema e mi ha detto che in settimana manda un accordatore più qualificato che dovrebbe risolvere il problema della tastiera se ho ben capito piegando in modo obliquo i perni guida dei 3 tasti secondo me manomessi. Poi gli ho chiesto se lo riprendeva indietro e ne prendevo un' altro con qualche annetto in meno visto che quello che ho preso è del 1967  e in 15 gg che ce l'ho a casa mi stà facendo rimpiangere il digitale, e mi ha detto che va bene. Il trasporto metà e metà + la differenza di un'altro pianoforte più "fresco". Adesso pongo La domanda che mi tormenta , ovvero , tengo il pianoforte che ho preso e che il secondo tecnico cercherà di sistemare o (da come la vedo io) "accroccare" oppure ne prendo un'altro subito finche sono in tempo ? Premetto che il piano mi deve durare parecchi anni di studio. Datemi un consiglio, la storia sopra raccontata sembra impossibile ma è vera. Quando sono andato sceglierlo era tutto ok!!!!! A pensare che l'ho pure provato e controllato. secondo me l'ha rovinato il "tecnico" o chi l'ha trasportato. Grazie

*

sergiomusicale

Terribile!!!  >:(  quando si dice che un tecnico accordatore non si improvvisa!!!! è un "mestiere", e neppure facile!!!! ovviamente quello di allargare il foro dei tasti è una maniera indegna, si può comunque risistemare, certamente non piegando i perni, perché in tal caso aggiungi un danno a quello già operato, ma sistemando l'asola e (al limite riboccolandola) e rimettendo i feltri al loro posto (i tasti volendo si possono anche sostituire  ;) ) . Il fermo dei martelletti a metà corsa poteva avere numerosi motivi per accadere, che andavano indagati seriamente, certamente non era colpa del tasto, visto che già da solo tornava in posizione. Considera che una variazione della meccanica si ha con la semplice variazione termica ed igrometrica della stanza dove il piano risiede, per questo era meglio aspettare un po' ad eseguire qualsiasi intervento, in modo che tutto si assestasse, a quel punto si poteva intervenire, altrimenti man mano che le cose si assestano ti occorre far rivenire il tecnico. A proposito sarebbe interessante sapere chi era quel tecnico "bravo" in modo da mettere in guardia gli amici da altri interventi "miracolosi"   :-\

Arfl

Nell'attesa di responsi qualificati, a  mio modestissimo parere ti conviene cambiarlo con uno piu' "fresco", a maggior ragione se l'uso che ne farai sara' intenso e duraturo!. Io per esempio quando ho cambiato il mio digitale con un acustico (usato) ho cercato e trovato un pianoforte  che avesse il miglior rapporto tra eta'/condizioni generali (...)/marca/usura/prezzo/qualita'. E praticamente ho "scovato" un seminuovo per me' ottimale!
Buona fortuna! :)
p.s. Davvero un prezzo basso per un U3. ???

meggaiver89

Salve, oggi Sabato 20 Ottobre 2012 è venuto il secondo tecnico-Accordatore a riparare i tasti e a lubrificare altri 3 martelletti. Devo dire che è sicuramente molto + professionale del precedente ha tutti gli attrezzi che occorrono e soprattutto la pinza per allargare i fori del tasto e non le "pinze a becco".  Ha di nuovo tolto i tasti che il tecnico precedente ha allargato "brutalmente" e dopo che si è messo paura anche lui ha dicendo che è una esagerazione ha avvitato di 1/4 di giro i perni dei tre tasti dicendo che non sì può andare tanto oltre altrimenti i tasti rimangono più bassi rispetto agli altri. In pratica i perni ovali  che Originalmente ( I )   sono perpendicolari al piano adesso sono quasi ( -- ) Orizzontali  in pratica è quasi finita "se così si può chiamare" la regolazione.  Invece sui Martelletti bloccati ha spruzzato un po grasso al silicone è adesso rivanno. Come vi comportereste? Mi stò così con i perni girati o cambio il piano e ne prendo uno più fresco??? Chiedo consiglio a voi amici del forum non sò chi altro meglio di voi mi può aiutare in questa vicenda e Ringrazio le persone che già mi hanno dato qualche dritta. Grazie!

*

sergiomusicale

Manda un mp a "pianoaccordatore", che è nostro utente del forum, ma anche un tecnico con un proprio sito e vedi cosa ti consiglia....
http://pianoaccordatore.it/
per i 3 tasti rovinati si potevano anche sistemare diversamente...tre tasti non sono un pianoforte rovinato, sono semplicemente tre tasti da risistemare! .. ma a questo punto non so cosa consigliarti....  :-\

Pianoaccordatore

  • Visitatore
Ciao Meggaiver89,

non sono sicuro di aver capito quale parte è stata danneggiata. I perni anteriori dei tasti?

puoi postare delle foto cosi posso dirti qualcosa di più preciso?

meggaiver89

E' da ieri sera che cerco di caricare almeno una foto, ho addirittura uppato le foto su rapidshare e creato un documento di testo con i link delle foto (dimensione 4 kb) ma dice sempre così : "La cartella dedicata ai file caricati è piena. Prova con un file di dimensioni inferiori e/o contatta un amministratore." Come posso risolvere il problema.

Pianoaccordatore

  • Visitatore
in questo non sò aiutarti!

aspetta qualcuno dell'amministrazione che possa consigliarti come caricare le foto.

In che regione si trova il tuo pianoforte?

*

sergiomusicale

Prova ad inviarmi il link delle foto che provo a pubblicarli io... ;)

meggaiver89

La regione in cui si trova il mio pianoforte è il Lazio.


*

sergiomusicale


*

sergiomusicale

Non l'avrei voluto vedere... :-[  ... ma i tasti sono stati precedentemente "strizzati" ... forse poi saranno stati riallargati all'interno...ma c'è proprio la stampa di una pinzatura attorno al foro feltrato   :o ....ancora...,  se la molla è risaltata dopo l'intervento dell'accordatore allora vuol dire che c'è qualche difetto nella martelliera, altrimenti, se l'accordatore non se n'è accorto  :-\ ... senti cosa ti dice pianoaccordatore... ma a me la cosa non piace affatto!!!!

meggaiver89

La molla l'ho rimessa nella propria sede lo stesso giorno che me lo anno portato perché il re# della 1^ ottava quando lo premevo "scrocchiava", così per curiosità ho aperto e ho trovato la molla come è nella foto. Un'altra domanda, le molle degli altri tasti alcune sono perfette, altre "smollate" ovvero eccentriche , un pò storte, non  so come dire, si vede anche nella foto della molla sganciata. è normale o dovrebbero essere tutte perfettamente dritte? "guardate la molla nella foto, un esempio è la molla prima di quella sganciata partendo da sinistra". in un'alta foto invece si vede anche che il piano è stato riverniciato. Anche a me la cosa non piace affatto per quello avevo già pensato alla sostituzione del piano. Pare che la molla del re# non è più uscita.

Alcune foto non sono doppioni, ma sono foto dei tasti del FA e del LA che mi ha "strizzato", che sembrano uguali. Non potete capire quando ha fatto quel lavoro ai tasti. è stato come una pugnalata al cuore. Io l'ho tipo rimproverato e l'accordatore mi ha detto di non preoccuparmi. Mah......
Ultima modifica: Ottobre 23, 2012, 11:13:43 pm da meggaiver89

Arfl

....scusa ma...cambialo!  ???