Il Pianoforte > Problemi tecnici

aiuto tarli

(1/2) > >>

pipetta:
ciao a tutti sono nuovo del forum.
non sono un pianista ma ho aquistato un pianoforte verticale degli anni 50 che mi ha colpito.
adesso però mi sono accorto che dietro e sotto alla tastiera è pieno di buchi!
non so some risolvere...
iniettare con una siringa un prodotto apposito è un ' impresa davvero impossibile!
qualcuno puo aiutarmi? grazie

Pianoaccordatore:
Purtroppo quando siamo in presenza di tarli non è possibile operare a "zone".

Dopo aver tolto la meccanica, è possibile portare il pianoforte in una speciale camera per intervenire su tutto il mobile.

Io non eseguo questo tipo di intervento.
Prova a chiedere maggiori informazioni presso un mobilificio o falegname.

Saluti

sergiomusicale:
Come dice pianoaccordatore esistono delle "camere a gas" per tarli, dove si può mettere il mobile completo e "gassificare" i tarli, cosa abbastanza noiosa perché comporta lo spostamento del pianoforte, ed una spesa non indifferente, certamente è la più indolore.... ma se hai esperienza di bricolage, tanta pazienza, un posto dove tenere i pezzi in quarantena per un bel pò ti tempo puoi farcela anche da solo... ma per esperienza personale è abbastanza impegnativa. In poche parole devi smontare quasi tutto, la meccanica deve essere estratta completamente (ma dovresti farcela in pochi secondi allentando i dadi relativi), tolti tutti i tasti (per accedere al sotto (dovrebbero essere già numerati- -poi li tratterai uno ad uno-), spannellare sotto la tastiera, siringare il più possibile ogni foro, dove è possibile cerare con le apposite cere turabuchi per tarli ogni singolo foro trattato (ci sono anche di colorate per i vari tipi di legno -ovviamente alcuni buchi specie della meccanica saranno inaccessibili o quasi...e su quelli spennellerai solamente come puoi- ), il resto deve essere pennellato abbondantemente tutto con il prodotto antitarlo, quindi deve essere sigillato ogni parte dentro un nylon a tenuta (più è ermetico è meglio è -io avevo la tastiera separata, i tasti da soli, il pannello insieme alla cassa- ogni parte sigillata separata e nastrata opportunamente), quindi deve essere lasciato il tutto per almeno 20 giorni in queste condizioni, a questo punto rimonti il tutto, ed aereazione per qualche tempo. Tutta l'operazione deve essere fatta con i guanti ed una adatta mascherina per vernici in un locale adatto perché a seconda del prodotto che usi l'odore è parecchio forte. Io a suo tempo ho usato il Timpest (http://www.timpest.com/) un prodotto a base di permetrina che si è rivelato valido, non ha creato alcun problema nel tempo ed il pianoforte è tornato al suo normale stato, adesso ho trovato anche prodotti senza odore, ma mi sembra che lascino un leggero residuo colloso... e di questi ho poca esperienza.... l'unico problema che ho riscontrato è stato che il rivestimento di alcuni tasti in avorio si è distaccato dalla parte legnosa, e per questo ho dovuto reincollarli, ma è stato l'unico reale inconveniente (in verità di poco conto). Locale a temperatura ed umidità giusta (una cantina od un garage non troppo freddi ed umidi dovrebbero andar bene, perché in casa è pittosto scomodo), spazzolatura ed aspiratura di tutto prima dell'intervento...tutti quelli accorgimenti usuali nel trattamento dei mobili, cerca di stare attento ai feltri (non occorre impregnarli perché solitamente non sono attaccati dal tarlo che preferisce inizialmente mangiarsi le parti meno esposte e più tenere... etc etc... ). Spero di esserti stato di aiuto, nel caso richiedimi ulteriori dettagli (forse ho anche delle foto fatte a suo tempo, ma non dovrebbero esseri utili più di tanto)... e Buon Lavoro  ;)

Christian:
Per PIPETTA,

consiglio di postare la prossima volta discussioni di questo tipo nella sezione Manutenzione

ferry:
come certe persone, a cui per l'appunto viene detto: sei come un tarlo

credo che sia da fare come ti hanno suggerito, smontare tutto. L'unico prodotto efficace contro il tarlo è la siringata nel buco con aldeie formica ma bisogna stare molto attenti perchè è molto pericolosa, tossica a tal punto da causare mutazioni, dovresti farlo all'aperto, almeno sul balcone con mascherina, tanto vale portare tutto da un disitarlatore

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa