0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

marcovm

Kawai CA 78
Agosto 05, 2019, 12:06:13 am

Ciao a tutti,
ho appena comprato un Kawai CA 78. Meccanica meravigliosa, suono bellissimo da Kawai ma totalmente scordato. Il problema è che i temperamenti, equal per cominciare, ma anche gli altri, sono sostanzialmente stonati. Il piano è stato sopposto all'ascolto e a misurazioni accurate da parte di professionisti del settore e tutti hanno confermato che è gravemente mal accordato. E' vero che esiste una funzione virtual technician che permette di accordare tasto per tasto consentendo di variare l'accordatura di 40 cents in + o in - ma lo scalino di 1 cent è tuttavia troppo ampio per un'accordatura perfetta. Inoltre si può salvare il lavoro sulla memoria interna ma non è possibile copiarlo su un supporto esterno.
Inutile dire che si sono tentati tutti gli accorgimenti attuabili. Con la funzione virtual technician è stato possibile raggiungere un compromesso quasi accettabile ma non è ammissibile che uno strumento del genere presenti questi problemi. Per esempio, possiedo anche un clavicembalo C30 della Roland che viceversa è perfettamente intonato e utilizzabile in musica da camera. Comunque, senza arrivare a questo livello, persino un piano da 400 € si è dimostrato più intonato del CA 78. Volendo posso fornire dettagli accurati sulla stonatura del CA 78, ma qui vorrei soltanto sapere se qualcuno ha già incontrato simili problemi di cui, per altro, ho già interessato la Kawai.

Sono molto perplesso e mi auguro che i prossimi aggiornamenti del software siano risolutivi.
Tra l'altro, ad evitare inutili suggerimenti, confermo che tutti gli interventi più banali, tipo reset, upgrade, scelta dei temperamenti, stretch, ecc. sono già stati ampiamente contemplati… sarei invece grato se i possessori di tali strumenti facessero una verifica seria dell'accordatura. Suonando in solista possono sfuggire certe sfumature ma in musica da camera sono eclatanti. Si percepiscono differenze addirittura di quarti di tono, battimenti fastidiosi e dissonanze anche sulle ottave.Grazie a tutti.

*

Pianoth

Re:Kawai CA 78
Agosto 05, 2019, 11:44:25 am
Mah, ti dirò, io con il mio Kawai CA78, senza dovere minimamente ricorrere al Virtual Technician, ho anche provato a casa mia l'intero Concerto per violoncello di Dvorak in Si minore ridotto per pianoforte e violoncello, senza riscontrare assolutamente nessun problema di accordatura. Se sostieni che anche facendo un reset di tutte le impostazioni ottieni un risultato insoddisfacente, forse potrebbe essere che il tuo modello in particolare, per qualche motivo, presenta dei problemi, e onestamente ti chiederei di condividere con noi il suono del tuo Kawai CA78. Ho persino rapidamente controllato l'accordatura con accordatore alla mano e non ho riscontrato problemi significativi.
Tra l'altro, sostieni che lo scalino di 1 cent è troppo ampio per un'accordatura perfetta, ed è vero, in parte... Ma sei consapevole del fatto che 1 cent di differenza è così piccolo da essere quasi impercettibile? Dici che si percepiscono differenze addirittura di quarti di tono, ma un quarto di tono sono 50 cent, quindi queste differenze, se davvero le riscontri, si possono correggere facilmente, a meno che è l'altro strumentista a stonare. Un altro discorso è se vuoi cambiare il temperamento, quindi passare da un equabile a uno non equabile, ma è una cosa di cui la maggior parte degli utilizzatori di un digitale non hanno realmente bisogno, nemmeno nel caso in cui si suona con un altro strumentista, che di norma dovrebbe comunque essere abituato a suonare con pianoforti acustici accordati con temperamento equabile, senza contare il fatto che in ogni caso sarebbe meglio usare uno strumento vero e proprio per queste cose.
Aspettiamo ulteriori dettagli sulla tua esperienza, in ogni caso.
Ultima modifica: Agosto 05, 2019, 11:54:53 am da Pianoth

Alessia78

Re:Kawai CA 78
Gennaio 27, 2020, 07:52:05 pm
Mah, ti dirò, io con il mio Kawai CA78, senza dovere minimamente ricorrere al Virtual Technician, ho anche provato a casa mia l'intero Concerto per violoncello di Dvorak in Si minore ridotto per pianoforte e violoncello, senza riscontrare assolutamente nessun problema di accordatura. Se sostieni che anche facendo un reset di tutte le impostazioni ottieni un risultato insoddisfacente, forse potrebbe essere che il tuo modello in particolare, per qualche motivo, presenta dei problemi, e onestamente ti chiederei di condividere con noi il suono del tuo Kawai CA78. Ho persino rapidamente controllato l'accordatura con accordatore alla mano e non ho riscontrato problemi significativi.
Tra l'altro, sostieni che lo scalino di 1 cent è troppo ampio per un'accordatura perfetta, ed è vero, in parte... Ma sei consapevole del fatto che 1 cent di differenza è così piccolo da essere quasi impercettibile? Dici che si percepiscono differenze addirittura di quarti di tono, ma un quarto di tono sono 50 cent, quindi queste differenze, se davvero le riscontri, si possono correggere facilmente, a meno che è l'altro strumentista a stonare. Un altro discorso è se vuoi cambiare il temperamento, quindi passare da un equabile a uno non equabile, ma è una cosa di cui la maggior parte degli utilizzatori di un digitale non hanno realmente bisogno, nemmeno nel caso in cui si suona con un altro strumentista, che di norma dovrebbe comunque essere abituato a suonare con pianoforti acustici accordati con temperamento equabile, senza contare il fatto che in ogni caso sarebbe meglio usare uno strumento vero e proprio per queste cose.
Aspettiamo ulteriori dettagli sulla tua esperienza, in ogni caso.


Ciao Pianoth, sto considerando il kawai 78 ma in zona e anche più non lo trovo da provare...posso sapere se ha i tasti neri rivestiti in plastica e poi, saresti così gentile da registrare qualcosa per me? Grazie...ne ho sentite un po belle ma anche un po brutte su questo pianoforte!

*

Pianoth

Re:Kawai CA 78
Gennaio 28, 2020, 12:06:48 am
Mah, ti dirò, io con il mio Kawai CA78, senza dovere minimamente ricorrere al Virtual Technician, ho anche provato a casa mia l'intero Concerto per violoncello di Dvorak in Si minore ridotto per pianoforte e violoncello, senza riscontrare assolutamente nessun problema di accordatura. Se sostieni che anche facendo un reset di tutte le impostazioni ottieni un risultato insoddisfacente, forse potrebbe essere che il tuo modello in particolare, per qualche motivo, presenta dei problemi, e onestamente ti chiederei di condividere con noi il suono del tuo Kawai CA78. Ho persino rapidamente controllato l'accordatura con accordatore alla mano e non ho riscontrato problemi significativi.Tra l'altro, sostieni che lo scalino di 1 cent è troppo ampio per un'accordatura perfetta, ed è vero, in parte... Ma sei consapevole del fatto che 1 cent di differenza è così piccolo da essere quasi impercettibile? Dici che si percepiscono differenze addirittura di quarti di tono, ma un quarto di tono sono 50 cent, quindi queste differenze, se davvero le riscontri, si possono correggere facilmente, a meno che è l'altro strumentista a stonare. Un altro discorso è se vuoi cambiare il temperamento, quindi passare da un equabile a uno non equabile, ma è una cosa di cui la maggior parte degli utilizzatori di un digitale non hanno realmente bisogno, nemmeno nel caso in cui si suona con un altro strumentista, che di norma dovrebbe comunque essere abituato a suonare con pianoforti acustici accordati con temperamento equabile, senza contare il fatto che in ogni caso sarebbe meglio usare uno strumento vero e proprio per queste cose.Aspettiamo ulteriori dettagli sulla tua esperienza, in ogni caso.
Ciao Pianoth, sto considerando il kawai 78 ma in zona e anche più non lo trovo da provare...posso sapere se ha i tasti neri rivestiti in plastica e poi, saresti così gentile da registrare qualcosa per me? Grazie...ne ho sentite un po belle ma anche un po brutte su questo pianoforte!

Ciao, adesso è tardi quindi non posso fare un video, ma intanto ti mostro una foto dei tasti dalla quale puoi vedere come sono fatti i tasti neri:

La sensazione che si ha sui tasti neri è ancora più piacevole di quella che si ha sui tasti bianchi, almeno personalmente l’impressione che ebbi fin da subito è quella che si ha quando si suona uno Yamaha C3, non c’è assolutamente nulla di plasticoso nella tastiera.
In ogni caso, non sono aggiornato sugli ultimi modelli Kawai. È possibile che non si trovi più facilmente il CA78 perché magari hanno prodotto qualcosa di meglio che non conosco.
Riguardo il suono del digitale, anche se lo ritengo buono, preferisco usare Pianoteq, e le registrazioni che possiedo del Kawai CA78 credo che siano tutte con Pianoteq, quindi non avrebbe senso condividerle. Se trovo tempo e mi ricordo comunque farò un video.

Alessia78

Re:Kawai CA 78
Gennaio 28, 2020, 10:13:00 am
Mah, ti dirò, io con il mio Kawai CA78, senza dovere minimamente ricorrere al Virtual Technician, ho anche provato a casa mia l'intero Concerto per violoncello di Dvorak in Si minore ridotto per pianoforte e violoncello, senza riscontrare assolutamente nessun problema di accordatura. Se sostieni che anche facendo un reset di tutte le impostazioni ottieni un risultato insoddisfacente, forse potrebbe essere che il tuo modello in particolare, per qualche motivo, presenta dei problemi, e onestamente ti chiederei di condividere con noi il suono del tuo Kawai CA78. Ho persino rapidamente controllato l'accordatura con accordatore alla mano e non ho riscontrato problemi significativi.Tra l'altro, sostieni che lo scalino di 1 cent è troppo ampio per un'accordatura perfetta, ed è vero, in parte... Ma sei consapevole del fatto che 1 cent di differenza è così piccolo da essere quasi impercettibile? Dici che si percepiscono differenze addirittura di quarti di tono, ma un quarto di tono sono 50 cent, quindi queste differenze, se davvero le riscontri, si possono correggere facilmente, a meno che è l'altro strumentista a stonare. Un altro discorso è se vuoi cambiare il temperamento, quindi passare da un equabile a uno non equabile, ma è una cosa di cui la maggior parte degli utilizzatori di un digitale non hanno realmente bisogno, nemmeno nel caso in cui si suona con un altro strumentista, che di norma dovrebbe comunque essere abituato a suonare con pianoforti acustici accordati con temperamento equabile, senza contare il fatto che in ogni caso sarebbe meglio usare uno strumento vero e proprio per queste cose.Aspettiamo ulteriori dettagli sulla tua esperienza, in ogni caso.
Ciao Pianoth, sto considerando il kawai 78 ma in zona e anche più non lo trovo da provare...posso sapere se ha i tasti neri rivestiti in plastica e poi, saresti così gentile da registrare qualcosa per me? Grazie...ne ho sentite un po belle ma anche un po brutte su questo pianoforte!

Ciao, adesso è tardi quindi non posso fare un video, ma intanto ti mostro una foto dei tasti dalla quale puoi vedere come sono fatti i tasti neri:

La sensazione che si ha sui tasti neri è ancora più piacevole di quella che si ha sui tasti bianchi, almeno personalmente l’impressione che ebbi fin da subito è quella che si ha quando si suona uno Yamaha C3, non c’è assolutamente nulla di plasticoso nella tastiera.
In ogni caso, non sono aggiornato sugli ultimi modelli Kawai. È possibile che non si trovi più facilmente il CA78 perché magari hanno prodotto qualcosa di meglio che non conosco.
Riguardo il suono del digitale, anche se lo ritengo buono, preferisco usare Pianoteq, e le registrazioni che possiedo del Kawai CA78 credo che siano tutte con Pianoteq, quindi non avrebbe senso condividerle. Se trovo tempo e mi ricordo comunque farò un video.



Ti ringrazio
Cos'è pianeta? È perché non ti piace il suno originale dello strumento?   Scusami, ma non trovandolo da provare è difficile...
Ultima modifica: Gennaio 28, 2020, 10:16:34 am da Alessia78

*

Pianoth

Re:Kawai CA 78
Gennaio 28, 2020, 07:18:04 pm
La discussione è continuata privatamente su facebook (lo scrivo per futuri lettori del topic).