0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Per chi volesse rispondere.
Giugno 18, 2011, 06:55:55 pm
Quando si esegue un brano o uno studio veloce e con una infinità di note, coloro che leggono lo spartito guardano tutte le note, una per una, oppure solo alcune di riferimento, mentre chi esegue a memoria è consapevole di tutti i tasti, oppure la mano, in diversi punti, si muove autonomamente?
Se è con i soli punti di riferimento e con la mano che va da sola, come si fa ad essere sicuri di non sbagliare? Temo che la memoria delle mani sia poco affidabile; al momento opportuno ti tradisce.

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:Per chi volesse rispondere.
Giugno 18, 2011, 08:20:25 pm
io di norma leggo ma nn tutto... leggo quello che mi serve nei punti che mi serve e di norma mai su tutte e 2 le righe.... se eseguo a memoria nn controllo nota per nota ma più che altro di appoggiare sulle note giuste nei salti ampi.... ormai ma mano sa più o meno la posizione che serve per eseguire una serie di note piuttosto che un altra.

anche se nessuno è immune a errori!
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Per chi volesse rispondere.
Giugno 29, 2011, 12:43:24 pm
Come ho detto in questo video: http://www.youtube.com/watch?v=FDtoLcZ2h4I , si leggono gruppi di note, leggere tutto quel mucchio di note singolarmente non sarebbe possibile. Questo per quanto riguarda la prima vista.

Ovviamente, dopo aver studiato un brano molto bene, basta guardare qualche nota qui e là per avere qualche riferimento... ;)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

*

magentino

Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 02, 2011, 09:46:36 pm
impara tutto a memoria, e ai concerti usa sempre lo spartito.
aprirai il sedere a tutti
Ultima modifica: Luglio 02, 2011, 10:39:12 pm da Christian

Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 03, 2011, 07:22:25 pm
Quando si studia un brano a memoria, non è affatto facile eseguirlo leggendo lo spartito. Del resto, è inutile studiare a memoria se si continua ad essere schiavi dello spartito.
Il problema che mi pongo è: come si può essere sicuri di riuscire a suonare ciò che si sa suonare, cioè senza sbagliare tutte quelle note che la mano esegue automaticamente, con un semplice colpo d’occhio, ma non appena si prova a pensare ad esse, ci si accorge che non si ricordano affatto.

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 03, 2011, 07:29:56 pm
Eheh Pasquale, questo è il problema tra lo studiare un brano a memoria seriamente e il suonare un brano a memoria solo perchè lo si ha ripetuto tante volte con davanti lo spartito. Si ha una differenza abissale. Nel primo caso ogni singola nota, indicazione di dinamica, agogica, diteggiatura,  viene assimilata singolarmente e ogni informazione racchiusa in ogni cellula.

Nel secondo caso abbiamo un mucchio di informazioni disordinate che in realtà non conosciamo. Se proviamo a partire da un punto qualsiasi del brano senza guardare lo spartito, noteremo che non ci riusciremo! Questo perchè non abbiamo imparato a memoria "come si deve" lo spartito.

2 prove per vedere se si conosce davvero bene a memoria lo spartito:

  • Bisogna riuscire a partire da un punto qualsiasi del brano senza guardare lo spartito
  • Bisogna riuscire a suonarlo tutto dall'inizio alla fine a mani separate

Se si riesce non c'è nessun problema, altrimenti vuol dire che non si è fatto un buono studio! ;)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 10, 2011, 06:45:18 pm
Credo che tu abbia ragione, Christian. Quelle che proponi sono due prove terribili, micidiali. Però, ci voglio provare con un brano breve, magari di Bach, a costo di perdere una intera settimana.

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 12, 2011, 07:28:05 pm
Bravissimo! Poi stai sicuro che non avrai problemi di alcun tipo! ;)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

*

♫ Қylє ♪

Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 20, 2011, 05:16:57 am
Era una delle domande che mi ponevo anche io, pur essendo all'inizio!
E ho notato infatti che se devo riprendere da metà brano, non lo ricordo assolutamente.. e devo per forza leggere!

Grazie dei consigli!  ;)

Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 20, 2011, 01:01:47 pm
Ho provato, e devo ammettere che funziona. Effettivamente, in questo modo si riesce ad avere maggiore sicurezza nell'esecuzione.
Però, che fatica....

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Per chi volesse rispondere.
Luglio 20, 2011, 01:25:47 pm
Eh già pasquale, è davvero dura però le fatiche vengono ricompensate alla grande! :)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/