0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

kapellmeister

Francois Couperin - Les barricades mystérieuses
Novembre 16, 2014, 08:26:30 pm
La registrazione, purtroppo, per chi è abituato al Silent e a Pianoteq, è quella che è... ovvero piuttosto barbara e rudimentale, perché il suono è orrendo. Tra l'altro mi sono pure accorto che il mio fido ZOOM H1 si è un po' rovinato. Talvolta inserisce rumori strani nella registrazione, cosa che non è accaduta in questo caso.
Avevo registrato per prova "Le barricate misteriose" due giorni fa, inserendolo in SOUNDCLOUD (colpa di Randy e di Maria!). Poi, dopo averlo riascoltato a distanza di 48 ore, stamani, ci ho riprovato registrando una seconda versione, che è questa.


<a href="http://player.soundcloud.com/player.swf?url=https://soundcloud.com/kapellmeister-3/francois-couperin-les-barricades-mysterieuses" target="_blank" class="new_win">http://player.soundcloud.com/player.swf?url=https://soundcloud.com/kapellmeister-3/francois-couperin-les-barricades-mysterieuses</a>
"Impara tutto sulla musica e sul tuo strumento, poi dimentica tutto sia sulla musica che sullo strumento e suona ciò che la tua anima detta". (Charlie Parker)

*

maria_pianista

Ciao! 
A me piace molto la tua esecuzione. Non vedo la registrazione così orrenda come dici tu. Si sente un pochino bassa ma è giusta per capire che è una buona esecuzione.  :)
Non conosco il brano e quindi molto di più non ti so dire, ma se questo è il risultato dopo così tanto tempo di pausa e hai letto già in pocchissimo tempo così tante cose, devo dire che sei davvero molto bravo. Sono poi molto contenta della tua presenza qui.

Grazie per aver condiviso con noi questa tua esecuzione.
Ultima modifica: Novembre 17, 2014, 09:28:27 pm da maria_pianista

*

Randy

Anch'io non conoscevo questo pezzo, che trovo molto bello ed interessante.
Poi io sono di parte... mi piace tantissimo la musica barocca!
Mi piacerebbe saperlo suonare anche a me!

Complimenti per l'esecuzione, piacevole e ben suonato ... anche l'audio della registrazione non è per niente male!
"Se qualcuno parla male di te significa che sei sulla strada giusta."
Randy's SoundCloud

*

kapellmeister

Grazie a Randy e a Maria per il loro intervento. Sono contento che il suono non sia male. Invece da quanto esce dalle minuscole casse del mio computer portatile è proprio uno... schifo. :D
E' anche utile registrare le proprie esecuzioni, anche perché a distanza di giorni emergono particolari che sfuggivano mentre si suonava oppure saltano all'attenzione sbavature, errori, incongruenze, debolezze... Appunto: è utilissimo per migliorarsi.
Ora che risento la registrazione vi sarebbero alcuni particolari da correggere e migliorare. Purtroppo l'avevo registrato 8-9 volte e questa versione è stata quella da me reputata migliore. Poi accadeva che in ognuna vi era un errore o qualcosa che non andava.

Sul pezzo. E' un brano famosissimo, tra l'altro anche come trascrizione per chitarra classica. Ogni pianista se lo suona e se lo canta come meglio crede. Ho sentito esecuzioni lentissime ed altre super rapide. E' tuttavia un brano ipnotico; dà quasi la sensazione di un moto ondoso che lo domina; alla fine sembra che tali onde si calmino, defluiscano, per poi riprendere il tema.
Se volete rifarvi le orecchie vi consiglio la versione di Cziffra (mica uno qualunque!).
https://www.youtube.com/watch?v=1lvBZhXEJXY
"Impara tutto sulla musica e sul tuo strumento, poi dimentica tutto sia sulla musica che sullo strumento e suona ciò che la tua anima detta". (Charlie Parker)

*

kapellmeister

(...)
Poi io sono di parte... mi piace tantissimo la musica barocca!
(...)

A chi lo dici! Siamo in due. Io stravedo per qualsiasi nota abbia composto Handel (soprattutto le sue opere e i suoi oratori: uno più bello dell'altro).
In questi giorni mi sto deliziando con l'oratorio "Maddalena ai piedi di Cristo" di Antonio Caldara (dir. René Jacobs - Harmonia Mundi).
"Impara tutto sulla musica e sul tuo strumento, poi dimentica tutto sia sulla musica che sullo strumento e suona ciò che la tua anima detta". (Charlie Parker)