0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Allevi: ricredersi
Gennaio 21, 2013, 10:47:26 pm
Non è facile cambiare idea pubblicamente: per un pò di tempo avevo una cattiva impressione della musica di Allevi soprattutto per invidia credo o forse semplicemente perchè mi ero chiuso troppo nel mondo della musica classica.

Ma poi analizzando le partiture dei suoi brani mi sono accorto che la sua musica è vicinissima al mio mondo, fatto di immagini musicali ispirate a paesaggi.
è una musica fresca, ben composta pianisitcamente e soprattutto bella.
Ho avuto modo di mandare un email ad Allevi a cui è piaciuto il mio pezzo per archi "saltarello" www.youtube.com/watch?v=lL9MiHpgKnI

Ora grazie anche alla musica di Allevi è iniziata una nuova fase creativa, che a breve avrà i suoi primi frutti, sto scrivendo una serie brevi pezzi per pianoforte, in cui mi sono liberato dal peso del dover essere "impegnato" a tutti i costi, ed in cui emergeranno elementi sia POP che popolari.


*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:Allevi: ricredersi
Gennaio 21, 2013, 11:02:27 pm
Allevi a parte, sono curioso di veder realizzata questa nuova vena creativa :)

Re:Allevi: ricredersi
Gennaio 21, 2013, 11:04:06 pm
appena pronti ti invierò questi nuovi brani
 :)

*

Lapushka

Re:Allevi: ricredersi
Gennaio 21, 2013, 11:35:14 pm
Ammetto di non aver nemmeno mai provato ad analizzare le sue partiture, ma di solito è l'ascolto che mi trasmette già molto...

io non sono riuscita a cambiare idea su di lui.. pur non considerandomi "chiusa troppo nel mondo della musica classica"

il fatto è che le sue composizioni non mi trasmettono nulla, nemmeno a livello di pura e sola emozione... e ti assicuro che io posso emozionarmi con poco, anche con una melodia semplice...
ma con lui rimango proprio impassibile °_° totalmente impassibile...

però ora che ci penso è così anche con la musica italiana in generale, che invece le persone, generalmente, ascoltano...
non lo so, sarà certo un fatto di gusti personali; è quando usciamo dal 'personale', però, che comprendo meno il suo successo...

perché si AUTOdefinisce un artista rilevante della musica ""CLASSICA"-contemporanea"? (???) Perché avvicinarsi a Mozart?
Persino io che non ho studiato comprendo bene che non ha nulla a che fare con quel genere...
quindi Perché lo fa lui??

Non mi pare che Yiruma o Clayderman o chessòio si siano mai autodefiniti artisti del genere 'classico'...

comunque, con ciò non voglio assolutamente 'demonizzare' - e poi anche prima del tempo - la tua nuova fase creativa di cui ci hai accennato!^^
se poi vieni a definirti il successore di Chopin possiamo farci due chiacchiere ;P ma non credo che lo faresti ^_^
Ultima modifica: Gennaio 21, 2013, 11:37:35 pm da Lapushka

*

sevy72

Re:Allevi: ricredersi
Gennaio 22, 2013, 09:11:12 am
Da quando ho sentito un paio di sue interviste, non riesco ad ascoltare la sua musica.
ibis, redibis non morieris in bello

Re:Allevi: ricredersi
Gennaio 22, 2013, 11:00:12 am
anch'io la pensavo cosi poi ho provato a concentrarmi solo sulla sua musica:
siamo sul genere alla Path Metheny (soprattutto il brano "dowtown")/Patitucci trasportato al pianoforte, la scrittura pianistica è interessante e fluida.
forse manca la problematicità che troviamo in altri compositori, ma questa è la sua caratteristica.

E poi trovo che al giorno d'oggi non ci siano molte alternative all'avanguardia, o post-avanguardia.


Re:Allevi: ricredersi
Gennaio 22, 2013, 02:56:03 pm
grazie per l'aiutino :)

provate a togliere tutto ciò che di "antipatico" trovate in Allevi, e ascoltate solo la sua musica, ha un suo stile