0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

71demy

Bolet è uno dei più grandi... a mio avviso ai livelli di Horowitz, rispetto al quale si distingue per il virtuosismo aristocratico. i suoi Studi Trascendentali, incisi credo a 72 anni, sono pura poesia: il 10 sembra un notturno... potenza del genio che "scopre" e vede e sente quel che orde di interpreti non hanno mai visto ne sentito ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::)

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
ehhhh che poeta ahaah
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

71demy

.... dai un'occhiata ai topic di questa sezione.... ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D

pianomanvictor

per me è l'opus clavicembalisticum di sorabji la trovo fastidiosa nel sentirla e non mi è piaciuta forse voi la conoscete meglio e vi potrà piacere?

*

71demy

la conosco poco, ma mi sembra un'opera per cervellotici musicomani... magari mi piacerebbe che a qualcuno venisse in mente qualcosa di più comune; io, ad esempio, ho già manifestato la mia perplessità per Petrushka e per le Variazioni-Diabelli di Beethoven. Aggiungo anche le Variazioni su un Tema di Paganini di Brahms... non che siano proprio brutte... ma magari un po' pesantine... e francamente non vedo l'utile nel barcamenarsi nello studio di un brano del genere... ;D ;D

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
beh quelle sono una bella mattonata... ma non sono brutte....il mal digerisco Ravel in genrale..
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

71demy

... certo i Valse nobles et senimentales non sono proprio un "piacerone" ma non negherai che ravel abbia una scrittura molto elegante e raffinata... pensa a sonatina, pavane, tombeau de couperin, la valse (preferisco la versione per pianoforte solo)... pensa anche a quel capolavoro (non pianistico) che è L'enfat et les sortileges, oppure i due concerti pianistici e la sonata per violino e pianoforte... come sempre è questione di affinità elettive... io digerisco meno Debussy che Ravel (... eppure anni fa ho dovuto suonare Debussy davanti ad un grande...).... alla fine meglio ravel... ed è sempre meglio che prendere il pianoforte a cannonate come nelle Brahms-Paganini...no? ;) ;)

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
ehhh esagerato a cannonate :D se devo dirti la verità tranne i 12 studi preferisco Debussy io che Ravel senza nulla togliere a pavane e le jeaux d' eaux soprattutto la sonatina.. non me la ricordo XD
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

71demy

beh... sarebbe l'occasione per riscoltare la sonatina di ravel... bellissima l'esecuzione di louis lortie (se posso darti un consiglio...)