0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

pianomanvictor

domandona
Giugno 13, 2013, 01:55:32 pm
salve ragazzi :)dato che ora è il momento di saggi esecuzioni in pubblico concorsi o qualsiasi altro tipo di esecuzione gioca un fattore terribile la paura di sbagliare...volevo chiedere come vi siete sentiti quando vi siete accorti che avete sbagliato ad eseguire un brano che sapevate di conoscere a menadito,facendovi procurare una brutta figura di m...a e cosa avete pensato dopo l'esibizione:se è stato per sfortuna,se non vi sentivate pronti,se il pianoforte non ha risposto come noi ce l'aspettavamo...inoltre se questa esperienza vi ha fatto pensare di lasciare il mondo dell'esibizione perché troppo agitati e preoccupati che in futuro non si riuscirebbe a suonare in platee immense da soli...insomma le vostre impressioni :) a me è capitato di non suonare per niente bene e mi sono sentito dopo frustrato perché pensavo di non essere capace di suonare davanti al pubblico eppure ho suonato molte volte in presenza del pubblico...raccontate la vostra esperienza se vi va :)

*

71demy

Re:domandona
Giugno 13, 2013, 02:33:31 pm
io la penso diversamente... di recente mi è capitato avere a che fare col pubblico... complessivamente credo sia andata bene, ma anch'io sono stato "fregato" dal solito brano che pensavo di conoscere bene... ok, ci può stare... tutto sta a prevedere anche l'imprevisto... cioè a mettere in conto anche qualche nota stonata... quel che non è andato bene va ripreso e ristudiato ancora, magari cambiando approccio, visto che il metodo usato fino a qual momento non ha prodotto il risultato che speravi... il pubblico ti serve perché è il tuo metro di giudizio ed è grazie a lui che misuri la "bontà" e l'efficacia del metodo di studio che usi a casa, nel tuo privato... io faccio così... non mollare! auguri!

Dax58

Re:domandona
Giugno 13, 2013, 11:26:27 pm
 ;) chi ti scrive è anzianotto 55 anni e da 2 studio pianoforte  ho partecipato a tre saggi con molti bambini e giovanissimi...........collezionando tre magre figure! Quindi mi sento in grado di darti qualche consiglio hehehe il brano che porti lascialo almeno 2 /3 giorni fermo ! senza suonarlo.
non tentare di andare a memoria  ma segui lo spartito. Stai tranquillo non mordono anzi sono molto comprensivi ! Quindi un bel respirone un bell'inchino e vedrai che va tutto liscio...........STOP!!
"La Musica è.................il pensiero di DIO!"

axisdeath

Re:domandona
Giugno 15, 2013, 05:06:46 pm
Ciao pianomanvictor,
se ti può tornare di  aiuto, io come percepisco che un orecchio diverso dal mio o da quello di mia moglie mi sta ascoltando...mi distraggo e sbaglio qualsiasi cosa stia facendo.

Detto questo, il mio modesto parere è che l'importante sia non spezzare il ritmo, ritengo che la maggior parte delle persone che ascoltano non siano in grado di percepire piccoli errori ma siano facilmente in grado di accorgersi che il ritmo si interrompe "incespica".
Per tutte quelle persone che sono in grado di valutarci tecnicamente, facendoci una radiografia istantanea, beh penso che non sia un piccolo errore il problema.

Per il resto non posso ripondere, in quanto deficito di esperienza diretta, ma immaginando di suonare per esibirmi, probabilmente in parte potrebbe essere un problema che si risolve con l'acquisizione di sicurezza e fiducia in se stessi e probabilmente anche aumentando la capità di concentrazione, ma è solo una mia ipotesi.

Anzianotto di 55 anni che studi da 2 e partecipi ai saggi con bambini e giovanissimi...hai tutta la mia stima...se vuoi il prossimo saggio ti accompagno e intimidisco il bimbo che suona prima di te, cosi poi per differenza la tua esibizione sarà un successo :)