0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

pianomanvictor

ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 21, 2013, 07:23:53 pm
salve ragazzi :) all'avvicinarsi di un esame voi come fate o cosa fareste per poter rimanere calmi e controllare la tensione e riuscire quindi a suonare? A me ogni volta che si avvicina un esame mi si iniziano a bloccare le mani e i pezzi che prima sapevo a menadito mi vengono sporchi sbaglio il più delle volte e mi deconcentro...aiuto please!!

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 23, 2013, 11:50:15 am
Ti rispondo indirettamente: dovendo accompgnare un mio amico cornista al piano all'esame del quarto anno nell konzertstuck di Mozart in mib maggiore, dovevo non solo suonare la mia parte ma pure controllare la sua tensione, cioè controllare anche la variabile "sbaglia perchè è emozionato...", utilizzai uno stratagemma, distrassi il mio amico prima dell'esame parlando di tutt'altro...:

prese 8 1/2 ;)

quindi primi dell'esame pensate ad altro: se avete studiato non serve studiare il girono dell'esame...

Pegasofly

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 23, 2013, 02:44:39 pm
Secondo me l'unica soluzione è andare all'esame il più preparato possibile, distrarsi il più possibile le settimane che precedono l'esame. Concentrarsi esclusivamente sui pezzi quando si suona e non far vagare la testa. Respiri profondi e via!!!  ;D ;D ;D

pianomanvictor

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 23, 2013, 04:16:37 pm
E se capita di sbagliare durante l'esecuzione vale la stessa regola? grazie ancora per le vostre risposte :)

bongie

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 23, 2013, 08:21:29 pm
Ricorda anche che non esiste un pezzo senza errore =D, ma questo non ti aiuta molto, secondo me. Pensa che io ho ansia solo x il saggio di fine anno, e sono 5 anni che lo faccio il saggio...
Comunque c'è anche un video fatto da christian (credo nella zona premium), su come placare l'ansia, e io concordo.
Il Clavicembalo ben temperato è il Vecchio Testamento, le sonate di Beethoven il Nuovo testamento: a l'uno e l'altro dobbiamo credere. (Hans von Bulow)

*

Paola

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 24, 2013, 12:00:05 am
Dopo anni di tachicardia e ansia non risolte, posso dire che ho trovato giovamento solo ignorando che ci sono altre persone ad ascoltarmi. Isolamento mentale in parole povere.
Avevo provato a concentrarmi su quello che stavo suonando, ma più mi concentravo e più mi pareva di non ricordare nulla. Buio pesto insomma. Come non aver mai studiato.

E allora adesso ogni volta che qualcuno deve ascoltarmi faccio finta che non ci sia e dico a me stessa che comunque vada devo farmi i complimenti per aver avuto il coraggio di farlo. :)

paolo1949

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 24, 2013, 09:06:16 am
Dopo anni di tachicardia e ansia non risolte, posso dire che ho trovato giovamento solo ignorando che ci sono altre persone ad ascoltarmi. Isolamento mentale in parole povere.
Avevo provato a concentrarmi su quello che stavo suonando, ma più mi concentravo e più mi pareva di non ricordare nulla. Buio pesto insomma. Come non aver mai studiato.

E allora adesso ogni volta che qualcuno deve ascoltarmi faccio finta che non ci sia e dico a me stessa che comunque vada devo farmi i complimenti per aver avuto il coraggio di farlo. :)
Mamma mia Paola come ti capisco, pensa che io me la porto dietro sin da ragazzino quando frequentavo le elementari, una poesia studiata in casa, poi davanti l'insegnante come non l'avessi mai sudiata, ora all'età dei 64 non e cambiato di una virgola, questo e anche uno dei motivi che ho smesso di frequentare l'insegnante di musica, nonostante che sia stata una mia ex cliente di lavoro e quindi anche un buon rapporto d'amicizia, quando mi trovavo davanti a lei per farle ascoltare l'esercizio studiato, buio assoluto, come fosse la prima volte che vedevo un pianoforte e più ci si arrabbia con se stessi e peggio e, morale continuo a studiare a casa e quando propio sono in difficoltà la contatto telefonicamente, quindi capisco bene chi deve sostenere un esame.i

*

Paola

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 25, 2013, 09:59:11 pm
per me invece è un fenomeno legato solo alla musica...
quando devo intervistare un grande artista sono emozionata sì, ma non provo ansia o paura, o quando devo parlare in pubblico, in genere sono molto sicura di me, ma con il pianoforte è tutta un'altra storia...

pianomanvictor

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 26, 2013, 12:48:39 am
forse credo che noi pretendiamo troppo noi da noi quando suoniamo davanti a delle persone...pensiamo di voler eseguire un pezzo alla perfezione ad una velocità inaudita che mette in mostra la nostra abilità ma ci accorgiamo troppo tardi che questo va a nostro svantaggio...credo che in base al nostro livello di preparazione non possiamo pretendere ciò che non sappiamo o non siamo ancora in grado di fare...oppure non ci concentriamo su quello che suoniamo e diventiamo distratti...pecchiamo di ipercorrettismo...e questo è un male...inoltre ho sempre saputo che il conservatorio rispetto ad altre scuole è la Scuola della Tensione perché sono certo che non esiste nessun'altra scuola che ti sappia far affrontare la tensione e sconfiggerla come il conservatorio...credo che solamente con l'esperienza il suonare sempre davanti ad altri ci possa aiutare molto...credo che questa sia una pecca del pianista...è costretto a studiare solo per poi esibirsi davanti a tutti tutto all'improvviso...se fossimo abituati a suonare davanti alle persone soprattutto mentre ci esercitiamo,credo che alla fine non sentiamo più l'ansia e l'angoscia di suonare in pubblico...anzi inizieremmo a comprendere tutti i diversi generi di pubblico e per ogni tipo di pubblico suonare in un modo consono alle loro orecchie senza nulla togliere all'esecuzione perfetta...quello che dico è che bisogna prima lavorare a livello psicologico e solo li risolvere la nostra ansia

Re:ansia da esame...voi come fate??
Febbraio 26, 2013, 08:15:20 am
a meno che non  s'intraprenda l'attività in studio di registrazione dove ;D

a parte gli scherzi, forse il motivo per cui mi dedico alla composizione e quasi mai all'esecuzione sta in piccola parte anche nell'ansia che spesso provavo quand'ero un poco più giovane nel suonare in pubblico.

*

Lorenzo221

Re:ansia da esame...voi come fate??
Marzo 15, 2013, 03:36:43 pm
Credo che i maestri bravi calcolino il fattore ansia
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès

pianomanvictor

Re:ansia da esame...voi come fate??
Marzo 19, 2013, 01:24:16 am
più che calcolano,i maestri bravi hanno trasformato l'ansia in una sorta di "sfacciataggine",cioè quando devono suonare davanti al pubblico una parte di loro si convince che loro siano i migliori e che suoneranno bene dall'inizio alla fine senza preoccuparsi se si sbaglierà...l'importante è far capire il concetto musicale che si vuole esprimere...facciamo conto di una cosa...noi in questi primi anni di fronte ad un saggio o un concerto sbagliavamo quelle note facili per noi...chissà invece cosa pensava cortot su questo fatto dato che lui è famoso per le sue esecuzioni imprecise ma chiare del concetto musicale...anzi si potrebbe fare che tutti suoniamo "alla cortot" quando siamo alle prime armi così possiamo di aver sbagliato a suonare ma di averlo fatto col cuore ;D

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:ansia da esame...voi come fate??
Marzo 19, 2013, 02:07:04 am
qualcuno sa come farsi passare il nervosismo da presentazione di laurea invece?!?!?!!  :o ;D
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

Lapushka

Re:ansia da esame...voi come fate??
Marzo 19, 2013, 09:50:03 am
qualcuno sa come farsi passare il nervosismo da presentazione di laurea invece?!?!?!!  :o ;D

pensando che tanto è sicuro che non ti bocciano e che l'argomento della discussione lo conosci bene ... e lo sai presentare bene stando egregiamente nei tempi! ::) 
Poi un po' di nervosismo in casi come questo è normale... non è necessariamente negativo; un "disagio" che non nasce da uno stimolo sensoriale - come accade per esempio per il disagio che avvertiamo quando percepiamo un odore sgradevole - ma da valutazioni personali e ragionate con le quali riconosciamo l'importanza e il significato dell'impegno da assolvere; ..."esperienza estetica".
Auguri... ;)

*

Lorenzo221

Re:ansia da esame...voi come fate??
Marzo 19, 2013, 03:34:09 pm
più che calcolano,i maestri bravi hanno trasformato l'ansia in una sorta di "sfacciataggine",cioè quando devono suonare davanti al pubblico una parte di loro si convince che loro siano i migliori e che suoneranno bene dall'inizio alla fine senza preoccuparsi se si sbaglierà...l'importante è far capire il concetto musicale che si vuole esprimere...facciamo conto di una cosa...noi in questi primi anni di fronte ad un saggio o un concerto sbagliavamo quelle note facili per noi...chissà invece cosa pensava cortot su questo fatto dato che lui è famoso per le sue esecuzioni imprecise ma chiare del concetto musicale...anzi si potrebbe fare che tutti suoniamo "alla cortot" quando siamo alle prime armi così possiamo di aver sbagliato a suonare ma di averlo fatto col cuore ;D

Intendevo dire che calcolano il fattore ansia degli altri negli esami, che hai capito?
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès