0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

La Transizione del Jazz negli anni ’60
Novembre 12, 2019, 06:20:09 pm

Alla Casa del Jazz, nell’ambito del progetto educational Jazz Campus, arrivano due eventi targati Percentomusica, organizzati in collaborazione con P&RG Eventi.


Il centro per la formazione artistica – tra i più qualificati in Italia – proporrà una serie di appuntamenti, destinati all’approfondimento di temi di grande interesse attraverso le parole e la musica dei suoi straordinari docenti.


Il primo appuntamento è dedicato all’analisi della transizione che il Jazz ha affrontato nella più famosa decade del secolo scorso.


Gli anni ‘60 in ambito musicale hanno un grandissimo rilievo per la diffusione della musica pop, la british invasion, la cultura hippie e gli importanti temi sociali di cui gli artisti hanno iniziato a farsi ambasciatori.


Anche per il Jazz questi anni segnano un punto di svolta davvero importante.


Sono infatti gli anni in cui il jazz si apre al grande pubblico, si contamina con i generi musicali delle folle e dei teenager e vive così la sua transizione dall’acustico all’elettrico.


Nell’incontro - che si terrà il 17 novembre 2019 alla Casa del Jazz di Roma, nell’ambito della rassegna Jazz Campus - Fabio Zeppetella racconterà di questi anni magici, grazie anche ad altri musicisti straordinari come Fabrizio Sferra, Francesco Puglisi e Roberto Tarenzi.


Sarà una narrazione musicale in cui il pubblico potrà rivivere e comprendere quest’epoca di passaggio in cui il Jazz si è arricchito di nuovi suoni attraverso l’introduzione delle chitarre elettriche, i synth, le drum machine e di nuove sonorità grazie all’acquisizione di ritmi derivati dal rock, etc…


Si analizzeranno gli artisti che hanno segnato maggiormente questo decennio con il loro lavoro e le loro aperture verso altri generi, come Miles Davis che ha creato un trait d’union con la musica pop, Wayne Shorter che attraverso le contaminazioni del rock e le sperimentazioni con i sax elettronici si è fatto pioniere della musica fusion o Herbie Hancock che ha portato il Jazz alle grandi masse aprendo anche le porte al funk e alla musica elettronica.


Un evento imperdibile per chi è appassionato di Jazz e per chi è curioso di scoprire aspetti fondanti di questo genere attraverso le parole e la musica di artisti straordinari.


Sul palco di Casa del Jazz:


Chitarra
Fabio Zeppetella


Batteria
Fabrizio Sferra


Contrabbasso
Francesco Puglisi


Pianoforte
Roberto Tarenzi


Nel prossimo appuntamento Percentomusica tornerà alla Casa del Jazz per parlarci delle sonorità di Pat Metheny attraverso la chitarra di Stefano Micarelli e il pianoforte di Massimo Fedeli.


L’evento è organizzato da P&RG Eventi


Il costo è di € 8,00 – Ridotto allievi Percentomusica € 5,00


L’orario: h. 11.00




Per contatti


www.percentomusica.com
www.eventiprg.com
Mobile: 338.4639741 – 347.7757120

*

Paola

Re:La Transizione del Jazz negli anni ’60
Novembre 15, 2019, 09:55:26 pm
Grazie dell'interessante segnalazione!  :)