0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Ylenia

Non vi è mai capitato di voler comporre un brano ma di non riuscirci? Eppure ne avete scritti di brani, in passato, eppure niente, ogni melodia sembra uguale, ogni accompagnamento banale.
E' l'esatta spiegazione di ciò che mi è successo poco fa. Avevo voglia di creare qualcosa di nuovo e così mi sono seduta al pianoforte ed ho iniziato a suonare.
Dopo mezz'ora, niente. Dopo un ora, sembrava che qualcosa venisse fuori. Dopo quasi due ore ho lasciato perdere in preda allo sconforto.
E da qui nasce la mia domanda: ci si può imporre di comporre? O bisogna aspettare un ispirazione, come succede, per esempio, per gli scrittori? Insomma, quando, in che momento si può comporre?

pasticciamusica

ciciciao, per quel poco che ne so, studiando composizione :)
puoi (importi) una composizione conoscendo la tecnica. io ho scritto un minuetto usando come partenza il si e il do ripetuti . se ami comporre dammi retta, iscriviti ad un corso di composizione. perchè  quando cominci a conoscere le regole della musica riesci a comporre pezzi anche partendo da 2 semplici note.

Ylenia

Nella scuola dove studio pianoforte faccio anche improvvisazione e di solito è proprio improvvisando che poi prendono forma alcuni brani.

*

ferry

Non vi è mai capitato di voler comporre un brano ma di non riuscirci? Eppure ne avete scritti di brani, in passato, eppure niente, ogni melodia sembra uguale, ogni accompagnamento banale.
E' l'esatta spiegazione di ciò che mi è successo poco fa. Avevo voglia di creare qualcosa di nuovo e così mi sono seduta al pianoforte ed ho iniziato a suonare.
Dopo mezz'ora, niente. Dopo un ora, sembrava che qualcosa venisse fuori. Dopo quasi due ore ho lasciato perdere in preda allo sconforto.
E da qui nasce la mia domanda: ci si può imporre di comporre? O bisogna aspettare un ispirazione, come succede, per esempio, per gli scrittori? Insomma, quando, in che momento si può comporre?

non credo, è un problema comune anche ad altre arti, in genere a tutto cio' che riguarda la creatività un po' in tutti i campi. Spesso si pensa ad un compositore che si mette lì e con un grande sforzo di volontà compone qualcosa. Non credo c'entri la volontà quella se mai viene prima quando si impara, dopo è una "necessità" che lo trasporta, per lui non esiste riposo, andare a mangiare o altro se prima non ha soddisfatto questa necessità insopprimibile che lo tormenta. Spero di aver reso l'idea, ciao
non stare lì a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Non vi è mai capitato di voler comporre un brano ma di non riuscirci? Eppure ne avete scritti di brani, in passato, eppure niente, ogni melodia sembra uguale, ogni accompagnamento banale.
E' l'esatta spiegazione di ciò che mi è successo poco fa. Avevo voglia di creare qualcosa di nuovo e così mi sono seduta al pianoforte ed ho iniziato a suonare.
Dopo mezz'ora, niente. Dopo un ora, sembrava che qualcosa venisse fuori. Dopo quasi due ore ho lasciato perdere in preda allo sconforto.
E da qui nasce la mia domanda: ci si può imporre di comporre? O bisogna aspettare un ispirazione, come succede, per esempio, per gli scrittori? Insomma, quando, in che momento si può comporre?

Ciao, prova ad ascoltare uno, dieci, mille brani e pezzi nuovi. Se ti è possibile suonali e comprendili fino in fondo, vedrai che nella tua mente si formeranno nuove connessioni creative!

Ylenia

Non vi è mai capitato di voler comporre un brano ma di non riuscirci? Eppure ne avete scritti di brani, in passato, eppure niente, ogni melodia sembra uguale, ogni accompagnamento banale.
E' l'esatta spiegazione di ciò che mi è successo poco fa. Avevo voglia di creare qualcosa di nuovo e così mi sono seduta al pianoforte ed ho iniziato a suonare.
Dopo mezz'ora, niente. Dopo un ora, sembrava che qualcosa venisse fuori. Dopo quasi due ore ho lasciato perdere in preda allo sconforto.
E da qui nasce la mia domanda: ci si può imporre di comporre? O bisogna aspettare un ispirazione, come succede, per esempio, per gli scrittori? Insomma, quando, in che momento si può comporre?

Ciao, prova ad ascoltare uno, dieci, mille brani e pezzi nuovi. Se ti è possibile suonali e comprendili fino in fondo, vedrai che nella tua mente si formeranno nuove connessioni creative!

Ci proverò, grazie ;D

robertolucioni

  • Visitatore
Ciao,
a me capita di passare ore e ore a tentare di tirare fuori qualche melodia senza poi riuscirci e questo in particolare quando sono in forma.
Ho imparato da esperienze nel campo teatrale che si comincia a produrre situazioni artisticamente interessanti quando si è più stanchi perché si è più facilmente in disequilibrio. Ho applicato questo concetto alla "composizione" e ho provato sensazioni molto piacevoli nel sentire un suono ed un'intenzione molto diversa dalle abituali.
In altre parole suonare e suonare fino a sentirsi demoralizzati per una musica che ci sembra banale, non è che l'inizio del momento migliore per produrre cose davvero interessanti. Almeno, con me funziona!

In bocca al lupo.


Roberto

nicola94

Ciao a tutti . Sapete , ho sempre sognato di poter comporre qualcosa al pianoforte , anche una semplice melodia . Ma non ci sono mai riuscito , forse a causa della mia poca esperienza , forse a causa della demotivazione provocata dal non riuscire a mettere insieme qualche nota . Però pochi giorni fa , forse una settimana , leggendo alcuni post sull'improvvisazione proprio da questo sito , mi è venuto il desiderio di provare ad improvvisare . E improvvisando, o meglio , suonando a caso ho trovato un motivetto che mi piaceva e ho iniziato a lavorarci intorno . Ora ho quasi finito di comporre il mio primo pezzo . E che sia mediocre o buono non ha importanza , perchè ne sono comunque orgoglioso e soddisfatto .
Insomma , dopo le svariate volte che mi sono seduto al piano con l'intenzione di scrivere , ho capito che imporselo non è un bene , almeno per me . Per scrivere c'è bisogno di ispirazione , e non siamo noi a doverla cercare , è lei che viene a trovarti !!!

Ylenia

Hai ragione nicola. Credo che debba venir tutto naturale.
Anche se, mi chiedo, quelli che lo fanno per lavoro? Tipo scrivere composizioni e colonne sonore per film... come fanno?

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Hai ragione nicola. Credo che debba venir tutto naturale.
Anche se, mi chiedo, quelli che lo fanno per lavoro? Tipo scrivere composizioni e colonne sonore per film... come fanno?

Credo che sia come scrivere un tema, un libro. Serve ispirazione ma anche molta lettura!

nicola94

E' sicuramente certo che per scrivere un'opera di grande prestigio e di grande successo l'autore non si fermi solamente all'ispirazione o alla propria emotività ( anche se secondo me sono le due cose che valgano di più per far sentire l'ascoltatore partecipe dello stato d'animo di chi l'ha scrita e suscitare particolari sensazioni ) . Naturalmente i grandi compositori hanno tanta esperienza alle spalle , e padroneggiano al meglio la tecnica e la teoria . Ma anche loro avranno iniziato un giorno , e quasi sicuramente le prime composizioni non saranno state come la marcia turca o la colonna sonora del titanic !!!  :)

Roby

Vi posso raccontare la mia esperienza.
Io per natura non ho una gran fiducia in me stessa, e quindi se mi metto a comporre un brano da sola.... riesco a fare poco. Ma se i miei insegnanti me lo impongono, per esercizio, allora metto in moto la mia creatività, mi vengono in mente delle melodie che naturalmente non mi verrebbero, perchè ho un obiettivo. Ed è così che ho realizzato delle composizioni che poi sono anche molto piaciute. In ogni caso per me è importante anche la concentrazione, il crederci, il suono del pianoforte (sembra assurdo, vero?) che, se particolarmente bello, mi fa apprezzare di più quello che sto improvvisando... E poi conta molto l'ascolto di musica, di tutti i tipi, secondo me, perchè poi, senza rendercene conto, attingiamo un pò qui e un pò lì...
Spero, comunque, presto, di riuscire a comporre anche se nessuno me l'ha chiesto...

*

coski

Ciao guarda io ho composto 3 brani, e li ho composti per come sentivo io dentro la musica. Ad esempio la musica prima me la sono immaginata poi mi sono concentrato per farla nel modo in cui l'ho pensata. Naturalmente bisogna avere ispirazioni.

*

Mattycaos

Secondo la mia esperienza, le melodie migliori arrivano all'improvviso, improvvisando. E, improvvisamente, dopo averle ripetute miliardi di volte, te le dimentichi e non le scrivi più. A me succede sempre cosi  :(
E mi viene da pensare!
Forse è un'idea che nasce male
Forse è un'idea che cresce male
Ma la primavera è inesorabile...

Banco del Mutuo Soccorso, "E mi viene da pensare"