0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

sergiomusicale

Bassi numerati
Settembre 29, 2011, 05:51:58 pm
Qualcuno ha degli spartiti con i bassi numerati, credo di aver capito quel che significa il termine, e vorrei fare un minimo di pratica.

vedasi esempio a pag 172

http://books.google.it/books?id=5R879gkZMnkC&pg=PA171&lpg=PA171&dq=%22bassi+numerati%22+example&source=bl&ots=KVRcW3i_Kg&sig=6IdD9XBAOyWxGc8mOU21TV_S5g8&hl=it&ei=joyETvODIoWv8gPe4sFR&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&sqi=2&ved=0CBwQ6AEwAA#v=onepage&q=%22bassi%20numerati%22%20example&f=false

 e la tabella sotto riportata:

http://michelbaron.phpnet.us/ita/i-h-tableau.htm

se arrivano anche altre spiegazioni sono le benvenute.  ;-)

*

pianoforteverona

Re:Bassi numerati
Settembre 30, 2011, 11:53:15 am
Sicuramente ci sono molti testi con i bassi numerati: esercizi, oppure esempi dalla letteratura musicale. Possiamo senz'altro scambiarci materiale utile.

La cosa importante è fare un po' di ordine sui criteri di numerazione, che variano a seconda dei metodi e delle tradizioni. Ad esempio, la pagina che hai postato (di Michel Baron) si riferisce esplicitamente alla tradizione francese, che ha una nomenclatura un po' diversa rispetto a quella italiana e a quella presente nei metodi più diffusi.
Maestro Sfredda
Soddisfa il tuo bisogno di fare musica attivamente, per il tuo benessere.
Suonare Cantare Star bene

*

sergiomusicale

Re:Bassi numerati
Ottobre 03, 2011, 11:21:51 am
Grazie della risposta e della puntualizzazione; ho cercato una tabella dei bassi numerati "italiana" ma non sono riuscito a trovarla in rete, e nei testi che possiedo non ne esistono, e vengono date per scontate. A parte i gradi che mi sembrano eguali, anche il taglietto sul grado esiste e corrisponde alla diminuita, e sono accettati i bemolli o i bequadro laterali.....in cosa differisce la notazione francese da quella italiana?

*

pianoforteverona

Re:Bassi numerati
Ottobre 03, 2011, 12:52:50 pm
La numerazione delle triadi è praticamente uguale, rispetto alla tabella di Baron: solo, si omette di solito nella triade fondamentale (cioè: non si indica nulla).

Per quanto riguarda le settime, il sistema di numerazione più comune e più semplice è il seguente:
7 per l'accordo con fondamentale al basso;
6 su 5 per il primo rivolto (terza al basso);
4 su 3 per il secondo rivolto (quinta al basso);
4 su 2 per il terzo trivolto (settima al basso).

Poi si indicano con bemolli, bequadri o diesis le alterazioni che producono le altre specie di settima: gli accordi con la fondamentale alzata, con la terza minore, con la quinta diminuita o aumentata, con la settima maggiore.

Questa è la numerazione che ho imparato dal mio maestro, Renato Dionisi (autore di testi ancora diffusi, editi da Curci) e più o meno è quella usata anche da Piston.

Diciamo che i francesi sono un mondo a parte  :D (ugualmente geniali, comunque, beninteso!)
Maestro Sfredda
Soddisfa il tuo bisogno di fare musica attivamente, per il tuo benessere.
Suonare Cantare Star bene

*

sergiomusicale

Re:Bassi numerati
Ottobre 03, 2011, 01:03:52 pm
Perfetto!! grazie della spiegazione e della tabellina, molto utile. Anche se oggi gli accordi si fanno (credo giustamente) utilizzando le sigle, la precisazione sui rivolti e la genesi del sistema armonico con i bassi numerati credo sia ancora interessante.