0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

perna giuseppe

ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 03, 2011, 01:18:59 am
Quae ritenete sia la fondamentale differenza tra "armonia tonale" ed "armonia modale"?
Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 01:46:38 am da perna giuseppe

perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 03, 2011, 01:46:58 am
Con l’armonia modale la musica non è reclusa nei limiti di un “Turn Around”.

Di Giuseppe Perna, Lunedì 28 Novembre 2011 - Commenti (0)


Lo studio della armonia modale è destinato a musicisti che già possiedono familiarità con l’armonia tonale e con il tonalismo in generale e che sentano la necessità di suonare senza modelli imitativi e che abbiano dentro il loro animo qualcosa da dover esprimere.
 Il modalismo in generale richiede un nuovo modo di pensare. La musica tonale corre lungo i suoi binari prefissati e prevedibili, quella modale è generatrice di una grande libertà espressiva in quanto non si basa tanto sulla melodia quanto sui colori armonici.
 La musica modale deve essere interpretata ed adeguata al proprio carattere musicale, alle proprie radici culturali, alla propria storia. E' necessario approcciare il modalismo con un atteggiamento propositivo ed emotivamente recettivo, guardandosi dentro per estrapolare i concetti ed esprimere se stessi.
 Sono convinto che i modelli americani jazzistici e quelli europei della musica classica dei secoli precedenti (per intenderci, da Bach fino ai modalisti del novecento) ci abbiano insegnato molto ma ci hanno anche influenzato troppo. Noi italiani ed europei dobbiamo riscoprire ciò che è nostro. La nostra intima radice culturale, antropologica e storica non è la musica nero-americana, bensì la cultura del mondo arabo di cui i Paesi del Mediterraneo, in particolare dell'Italia meridionale, sono intrisi. E' questa la radice che dobbiamo riscoprire, probabilmente prelevandola proprio dal nostro inconscio.
 La Musica delle nostre radici ha un impianto modale e risiede certamente nella nostra memoria ed il modalismo è tutt'altro che un processo storicamente concluso ed archiviato: la conoscenza armonica consente al Musicista una posizione espressiva autonoma e personale della propria musicalità.

*

sergiomusicale

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 03, 2011, 09:33:30 am
Forse può essere necessario od interessante avere uno sguardo globale..
Musica "Tonale"
http://it.wikipedia.org/wiki/Tonalit%C3%A0_%28musica%29

Musica "Modale"
http://it.wikipedia.org/wiki/Musica_modale

Musica "Atonale"
http://it.wikipedia.org/wiki/Atonalit%C3%A0

Avanti gli altri... c'è nessun altro ???? ;-)

perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 04, 2011, 02:12:09 pm
2011
ELEMENTO MUSICALE CENTRALE NELLA GRAVITA' TONALE( GCE )
 
L'ambiente tonale in cui una musica decorre è come il letto di un fiume entro il quale l'acqua decorre. Questo è un elemento di normalità ed è definito "Elemento musicale centrale nella gravità tonale"
E' questa una maniera più complessa di definire il modo adoperato per la composizione modale, ma ricordate che dato che la semplicità è la risoluzione della complessità, credo sia utile che io vi trasmetta questo concetto che potrebbe sembrare banale ma rifletteteci bene su e cercate di entrarci dentro. Anche l'aria che respiramo ci sembra banale perchè ...è lì...nessuno ce la toglie, ma andiamo a vedere come si forma,tutta la biocatena che porta alla sua formazione e poi forse cominceremo ad utilizzarla meglio, così come un accordo modale sembra niente ma è tutto racchiuso nella sua logica che bisogna comprendere.
Il Tonale è un modo di essere, preso in prestito.
Il Modale è un modo di essere, che scaturisce da modelli interiori, non sovrapposti. è una scelta di vita.
Il GCE genera i TRE livelli di gravità tonale cui è sottoposta la Musica Modale. TRE...un numero ricorrente, colmo di analogie, culturali, cosmiche,
ad esempio: la Santissima Trinità e Dio che analogicamenete è il GCE.
le tre dimensioni: x,y,z e lo spazio in cui esse si muovono che è il GCE.

perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 04, 2011, 02:22:14 pm
I tre livelli dela gravitazione tonale sono quelli citati da sergiomusicale e che io personalmente definisco con termini diversi mantenendo lo stesso concetto e cioè:
Tonale = "gravità tonale orizzontale" finalisticamente orientata verso una stazione tonica terminale-FORZA ATTIVA.
Modale ="gravità tonale verticale" non finalisticamente attiva. FORZA PASSIVA
Atonale ="gravità tonale sopraverticale" FORZA NEUTRALIZZANTE.
Dall'uso equilibrato di tali FORZE scaturisce un brano completo ed equilibrato.
vedi esempio su:http://www.youtube.com/watch?v=W2K7GyECYVg&feature=mfu_in_order&list=UL


 
 
Ultima modifica: Dicembre 05, 2011, 01:04:45 am da perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 12, 2011, 03:03:27 pm
io definirei cosi:
nell'armonia tonale tutto si riconduce all'attrazione di semitono della sensibile,
o delle sensibili transitorie che sono contenute negli accordi di dominante o domianti secondarie.

L'armonia modale ha come unico centro di gravitazione la prima nota della scala, ma è una gravitazione non molto forte che è più a livello melodico che armonico.
Cioè nelle concatenzioni modali, mancando l'attrazione della sensibile gli accordi non hanno un più una funzione ma è la melodia ha dare funzione a questi accordi in base alla scala utilizzata.

questo avviene anche quando in ambito tonale si utilizzano le concatenazioni modali che sono quelle tra l'accordo sul 3° grado verso quello sul 6°, quello tra il 2° ed il 4°...

e per un attimo l'attrazione tonale viene "elusa" attraverso questi gradi deboli della scala

perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 12, 2011, 09:36:24 pm
Condivido pienamente ciò che dce Andrea, diciamo che modernamente l'attrazione sula prima nota della scala si è un pò indebolita anche se i modalisti tradizionali si basano molto su questo concetto.
Oggi non si ragiona più a "priorità di melodia" bensì a "priorità di accordi", nel senso che si parte da un accordo modale sul quale si modella una line, il successivo accordo è una dipendenza del primo e così via il terzo è una dipendenza del secondo ecc....su ogni elemento musicale accordale modale si costruisce una line. I metodi che legano gli accordi l'uno all'altro nel modalismo attuale sono diversi ma il più importante è "la sequenza logica modale" definita in termini anglosassoni "modal contour". Si tratta di un metodo che sfrutta la differenza tensiva tra i modi e quindi il passaggio tra un modo e l'altro sfrutta le tensioni degli stessi modi creando così un andamento tensivo o distensivo.
Non posso dilungarmi nei particolri in quanto andrei oltre gli scopi del forum.

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 13, 2011, 02:41:06 pm
si è un pò quello che spiega Vincent Persichetti nel suo libro "l'armonia del XX secolo" nel capitolo dedicato alle scale e all'armonia modale, cioè lui spiega che su ogni modo ha un suo sistema gerarchico tra gli accordi, in alcuni modi non c'è più una cancatenazione con il ciclo delle quinte ma bensi con il ciclo delle terze ( che in campo tonale viene poco usato, a parte per esempio in Brahms in cui l'utilizzo di accordi le cui fondamentali sono a distanza di terza crea un sapore modale e arcaico all'interno di armonia tonale)


perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 13, 2011, 09:00:27 pm
vedo che il discorso sta evolvendo, in effetti il modale vero non trae origine dalla melodia bensì dalla concatenazione logica degli accordi basata su concetto di tensione e distensione tonale da cui poi origina la melodia. V. Persichetti è maestro di tale tecnica e mi fa molto piacere che ci sia ancora qualcuno che gi riconosca il suo grande valore musicale. Grazie andreavezzoli.

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 14, 2011, 12:53:40 pm
il valore del libro di Persichetti sta soprattutto nell'elencare e approfondire i sistemi armonici per terze, per quarte, per seconde la politonalità e appunto la modalità.
facendo esempi di come sono stati scelti sistemi alternativi a quello tonale classico che però abbandano una "eufonia" del materiale

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 14, 2011, 02:58:53 pm
C'è da dire che il concetto generale di modalità è sì quello esposto sopra, anche se con qualche lieve variante tra un post e l'altro, d'altronde nell'evoluzione della musica trovo che ci siano differenze importanti tra la modalità intesa in riferimento ai tetracordi greci, al canto gregoriano, al Jazz e via dicendo. A suo modo anche un blues è modale, per esempio. Consideriamo anche che, prima della polifonia, buona parte di queste musiche erano prevalentemente melodiche.

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 14, 2011, 03:19:02 pm
Tornando al quesito iniziale, direi che (in linea di massima):
in un sistema tonale individuiamo un insieme di note e una serie di regole che stabiliscono una gerarchia di valori tra le note e gli accordi e che vincolano fortemente i rapporti armonici e melodici;
in un sistema modale vengono meno la maggior parte di questi vincoli, sebbene lo sviluppo armonico e melodico graviti intorno alla nota individuata come generatrice del modo (e, talvolta, a qualche altra nota).
Direi che nel modale si privilegia il "colore" del modo più che uno sviluppo armonico/melodico prestabilito.

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 14, 2011, 03:44:25 pm
Basta. Oggi sono logorroico. Sedatemi.

perna giuseppe

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 14, 2011, 06:58:29 pm
il Dr. Jellyfish ha colto nel segno, il motivo per il quale personalmente mi sono dedicato alla Armonia modale è prorio quello che ha descritto lui, l'armonia tonale corre lungo i suoi binari prefissati, è prevedibile e in base a ciò non genera le emozioni che invece è in grado di generare l'armonia modale che è imprevedibile e molto soggettiva.
Ritengo che il ciclo storico della armonia modale non sia affatto concluso ed archiviato.
Ovviamente anche essa ha subito una evoluzione dai tetracordi greci fino ad oggi, infatti oggi l'armonia modale è a priorità di accordi e non più a priorità di melodia. Inoltre si assiste ad una cromatizzazione della line modale. il precursore di tutto ciò è stato V. Persichetti.

*

sergiomusicale

Re:ARMONIA MODALE CONTEMPORANEA
Dicembre 14, 2011, 10:31:35 pm
Per chi volesse vedere di cosa si parla ... magari in spagnolo....  ;)

http://search.4shared.com/postDownload/qwG8B52q/ARMONIA_PERSICHETTI.html