0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

ferry

aiuto accordi
Maggio 26, 2011, 07:52:33 pm
ho cercato di scrivere un piccolo bravo ad orecchio, ma mi trovo in difficoltà per gli accordi, anche per il tempo (forse 3/4 ?). Qualcuno puo' aiutarmi ? grazie
Allego la pagina
non stare lì a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:aiuto accordi
Giugno 02, 2011, 01:10:45 am
Ciao! Ho dato un'occhiata al brano. Allora, prima che inizi a scriverlo devi stabilire l'armatura di chiave, ovvero la quantità di Diesis o Bemolli in chiave. Nel tuo caso hai deciso di non metterne nessuno, quindi si presume che il tuo brano sia in Do maggiore o La minore.

Tuttavia sin dalle prime battute vediamo un SIb e un FA# che stanno sicuramente ad indicare una tonalità di Solm perciò inizia e mettere in chiave le seguenti alterazioni:

1) Sib
2) Mib

Tuttavia vedo spesso anche il Si naturale, il che mi porta a pensare alla tonalità di Sim, in quel caso le alterazioni in chiave sarebbero:

1) Fa#
2) Do#

Ora purtroppo a quest'ora non posso utilizzare il pianoforte. Domani stampo la pagina, mi metto al pianoforte e vedo di trovarti una tonalità definitiva e di inserirti qualche accordo ;) Dato che ho una pessima memoria, ti chiedo di sollecitarmi caso mai mi dovessi dimenticare.

Ora vado a nanna che è meglio... ciauuuu! :)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

*

ferry

Re:aiuto accordi
Giugno 02, 2011, 01:43:57 am
grazie Christian, sia per l'aiuto che stai imbastendo, e che mi auguro prosegua (senza fretta) , sia per aver risposto al mio post che in effetti è abbastanza sconnesso.
Non posso sapere l'armatura di chiave, ho sentito questo brano per caso e ho provato a scrivere le note ad orecchio sul piano.
Presumo che se fosse nota l'armatura di chiave la questione sarebbe risolta, poichè come accompagnamento andrebbero gli accordi di quella tonalità

Il mio problema è proprio questo, risalire dalla melodia all'accompagnamento e quindi alla tonalità.
Per prima cosa, se vuoi, dimmi questo:
è possibile risalire da una melodia alla tonalità in modo univoco ?
Rispondi si o no. Poi in seguito se mai mi consiglierai testi vari dove chiarire le cose un po' meglio

Il problema che mi pongo pero' è più complesso, concedo anche ... forse paranoico. Mi spiego brevemente:
un compositore ha in mente un motivetto, mettiamo Beethoven che si sogna di comporre la patetica. Cosa fa ? Fischietta le note, cioè la melodia, e poi ci costruisce sopra accordi e tonalità. Oppure parte dalla tonalità con relativi accordi e poi ci incastra dentro la melodia che ha in mente ?
Scusa per il casino eh eh, capisco ...
Vabbè facciamo una cosa alla volta, poi magari interviene qualcun altro
Ciao e grazie per il tuo impegno ammirevole, genuino e sempre utile, nonchè di conforto
.
non stare lì a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:aiuto accordi
Giugno 02, 2011, 10:27:08 am
a prima vista  sembrerebbe più un si minore ma quei si bemolli ci stanno come i cavoli a merenda ahahha
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

ferry

Re:aiuto accordi
Giugno 04, 2011, 08:31:05 pm
si ma se provi a suonarli mi pare che ci stiano bene
non stare lì a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:aiuto accordi
Giugno 26, 2011, 11:01:08 pm
grazie Christian, sia per l'aiuto che stai imbastendo, e che mi auguro prosegua (senza fretta) , sia per aver risposto al mio post che in effetti è abbastanza sconnesso.
Non posso sapere l'armatura di chiave, ho sentito questo brano per caso e ho provato a scrivere le note ad orecchio sul piano.
Presumo che se fosse nota l'armatura di chiave la questione sarebbe risolta, poichè come accompagnamento andrebbero gli accordi di quella tonalità

Il mio problema è proprio questo, risalire dalla melodia all'accompagnamento e quindi alla tonalità.
Per prima cosa, se vuoi, dimmi questo:
è possibile risalire da una melodia alla tonalità in modo univoco ?
Rispondi si o no. Poi in seguito se mai mi consiglierai testi vari dove chiarire le cose un po' meglio

Il problema che mi pongo pero' è più complesso, concedo anche ... forse paranoico. Mi spiego brevemente:
un compositore ha in mente un motivetto, mettiamo Beethoven che si sogna di comporre la patetica. Cosa fa ? Fischietta le note, cioè la melodia, e poi ci costruisce sopra accordi e tonalità. Oppure parte dalla tonalità con relativi accordi e poi ci incastra dentro la melodia che ha in mente ?
Scusa per il casino eh eh, capisco ...
Vabbè facciamo una cosa alla volta, poi magari interviene qualcun altro
Ciao e grazie per il tuo impegno ammirevole, genuino e sempre utile, nonchè di conforto
.

Scusami per il ritardo della risposta. Allora, quando si compone, o si parte da un motivetto che si ha in testa da un po' di giorni, e allora da lì poi si cerca di metterci gli accordi e dunque l'accompagnamento, oppure si cerca di creare su di un dato giro armonico, un tema orecchiabile (cosa che sta andando molto di moda ultimamente).

Citazione
è possibile risalire da una melodia alla tonalità in modo univoco ?

In modo univoco no, però grazie all'intuizione, e alle alterazioni che si incontrano ci si dovrebbe riuscire senza problemi. Tutto dipende molto dalle alterazioni, dal modo del brano (maggiore o minore) ecc..

*******

Solitamente quando si ha in testa una melodia, la si ha già in una certa tonalità. Allora che si fa: si va al pianoforte, si trovano le note che avevamo in testa, e in base alle note "uscite" troviamo la tonalità. Oppure se la melodia è ancora da costruire, si sceglie il tempo, la tonalità, e poi si cerca qualcosa di carino, e ti posso assicurare che oltre il 50% della produzione dei grandi compositori del passato (Mozart, Beethoven e Chopin) è nata in questo modo. Stabilivano la tonalità, mettevano le mani sul pianoforte, e poi usciva quel che usciva. Molte introduzioni sono palesemente
 delle improvvisazioni, ci accorgiamo che l'autore ha poggiato spontaneamente le mani sul pianoforte e da lì poi è nato il tutto!

Non scordiamoci mai che erano tutti dei grandi improvvisatori e di certo non mancavano di fantasia.

Questo video: http://www.youtube.com/watch?v=PakU0Tyot5M spiega chiaramente il concetto che esponevo prima, ovvero il poggiare le mani sulla tastiera in modo naturale e poi dare il libero sfogo alla fantasia. Beethoven come Chopin, ricorreva spesso a questo, e quest sono teorie sostenute anche dal pianista Giuseppe Modugno.
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

*

ferry

Re:aiuto accordi
Giugno 28, 2011, 10:52:21 pm
grazie per la risposta, sei molto gentile e si capisce che ci metti la passione
Per il ritardo nessun problema, figurati

quando hai tempo consigliami un libro su queste cose

ciao
non stare lì a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

Re:aiuto accordi
Giugno 29, 2011, 04:50:12 pm
quei sib dovrebbero essere scritti come la# e la tonalità è siminore...
il problema secondo me è che è difficile partire da una melodia da armoizzare, non che non si possa fare ma ci sarebbe molteplici modi per armonizzarla... e questo dipende dal genere che vuoi comporre (quella melodia potrebbe essere elaborate in chiave jazz e prendere un significato, in chiave pop e prenderne un altro... in chiave popolare...) dipende anche dal grado di studi d'armonia che hai alle spalle.

Dovresti comporre dando già un armonia alla melodia che hai in testa...