Re:TonalitÓ e alterazioni
« Risposta #30 il: Gennaio 02, 2015, 09:12:15 am »
Il libro delle scale non l'ho finito, e comunque le sto facendo con una mano sola.
Per la memorizzazione invece non ci siamo, fatta una mi dimentico quella dell lezione precedente...

Re:TonalitÓ e alterazioni
« Risposta #31 il: Gennaio 02, 2015, 10:03:02 am »
Non ti aiuta l'orecchio?
Io ti consiglio di studiare le scale prima a mani separate ma poi subito a mani unite. Non importa se vai lenta, meglio lenta e fluida che non veloce e incerta.
Prenditi un paio di scale alla volta, non di pi¨, e ripeti fino all'infinito. Ti entrerÓ sicuramente in testa. La mia opinione Ŕ che non serve studiare le scale se non si imparano a memoria.
« Ultima modifica: Gennaio 02, 2015, 10:05:28 am da maria_pianista »

*

Offline marpi

  • *
  • 37
    • Mostra profilo
Re:TonalitÓ e alterazioni
« Risposta #32 il: Gennaio 02, 2015, 11:14:23 am »
Grazie Stefy. Nei complimenti di prima mi sono accorto anche di aver tralasciato Pianoth e Maria. Grazie ragazzi/maestri, per noi eterni e datati allievi Ŕ sempre uno stimolo leggervi e sentirci in qualche modo accompagnati.

Re:TonalitÓ e alterazioni
« Risposta #33 il: Gennaio 02, 2015, 10:55:23 pm »
L'orecchio mi aiuta quello si, se sbaglio me ne accorgo subito e mi correggo.
Per˛ se mi chiedi adesso quali alterazioni ha una determinata scala non te lo so dire...
a memoria non ne so nemmeno una...
Infatti quando parto con un studio nuovo o quando faccio esercizi nella tonalitÓ della scala che sto studiando ogni tanto sbaglio e suono senza alterazioni perchÚ non le ricordo...
Mi piacerebbe saper analizzare uno studio o un esercizio semplicissimo guardando le alterazioni ma non so come. O meglio, potrei prendere il circolo delle quinte sott'occhio e cercare di memorizzare le scale.
Voi come fate per memorizzare le scale?

*

Offline marpi

  • *
  • 37
    • Mostra profilo
Re:TonalitÓ e alterazioni
« Risposta #34 il: Gennaio 03, 2015, 01:32:34 am »
Non serve studiare le scale se non si imparano a memoria, cito Maria,
devi ripassarle senza leggere e automaticamente le memorizzi ma non tutte in una volta
poi nel frattempo se vuoi in altri post si spiega come sapere quali alterazioni sono in armatura.

Re:TonalitÓ e alterazioni
« Risposta #35 il: Febbraio 05, 2015, 08:48:29 pm »
Il problema (almeno per me) Ŕ che di solito si studiano le scale "a memoria" ma sui tasti del pianoforte, quindi visualizzi quel dato tasto nero prima di metterci il dito, ma se poi chiedi quante alterazioni ha una data scala non lo si sa. E cominciare a contare toni, semitoni e sbagliare o in un tono o in un semitono quando si arriva al Fa e al Si Ŕ un attimo.