*

Offline Pianoth

  • *****
  • 1089
    • Mostra profilo
    • Canale personale su youtube
    • E-mail
Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #15 il: Novembre 08, 2014, 12:49:10 pm »
Come non detto, non ho avuto neanche tempo per registrarlo di nuovo. Comunque immagino che i video premium su pianosolo dicano molto di più (siccome c'è da dire molto di più). Personalmente, ho acquistato una lezione di Josh Wright su questo studio, questa è un'anteprima:
Aldo Roberto Pessolano (aka Pianoth Eakòs Shaveck)
Canale youtube | Ascoltarmi suonare dal vivo su twitch!
Supporta il mio contributo

Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #16 il: Novembre 08, 2014, 05:15:39 pm »
ho caricato il corso oggi. è interessante. Per adesso studio con gli esercizi di Cortot e dopo vedrò  ;)
« Ultima modifica: Novembre 09, 2014, 11:43:09 am da pianissimo »
"Vivi felice"  Domenico Scarlatti

Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #17 il: Gennaio 11, 2015, 09:55:11 pm »
Salve a tutti,
lavoro da solo lo studio da 4 mesi, non è ancora  pulito e musicale , lo so, ma vorrei sapere  ciò che ne pensate e se sto sulla buona strada
https://www.youtube.com/watch?v=hsLE2dD9fPQ

« Ultima modifica: Gennaio 15, 2015, 08:53:16 pm da pianissimo »
"Vivi felice"  Domenico Scarlatti

*

Offline Pianoth

  • *****
  • 1089
    • Mostra profilo
    • Canale personale su youtube
    • E-mail
Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #18 il: Gennaio 11, 2015, 11:27:36 pm »
Beh, a livello tecnico, parti abbastanza bene, ma da un certo punto, pare che non scarichi più il peso, e per questo motivo sbagli sempre più note e probabilmente ti stanchi anche abbastanza. Non ti demoralizzare per essere a questo punto dopo 4 mesi, anche io a 4 mesi stavo più o meno messo così.
Anche a livello musicale, sicuramente c'è abbastanza da dire, ma per il momento ti consiglierei prima di concentrarti sulla tecnica, quindi di capire da sola quali sono gli arpeggi in cui non scarichi bene il peso, e fare varianti ritmiche solo con la destra, scaricando bene il peso sulle note lunghe. Fai anche attenzione a legare bene.
Aldo Roberto Pessolano (aka Pianoth Eakòs Shaveck)
Canale youtube | Ascoltarmi suonare dal vivo su twitch!
Supporta il mio contributo

Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #19 il: Gennaio 14, 2015, 11:33:04 pm »
grazie a te, studierò così; per te il mio problema principale è di scaricare il peso del braccio sulle dita ?
"Vivi felice"  Domenico Scarlatti

Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #20 il: Aprile 06, 2017, 10:41:13 pm »
ecco ancora un' altra registrazione di lavoro ;)
grazie a Pianoth per il suo commento, severo ma giusto !
ma non conosco altre diteggiatura
forse questo per le piccole mani ?
  http://www.hostingpics.net/viewer.php?id=493403781.png
http://www.hostingpics.net/viewer.php?id=494756492.png

ma non so se Cziffra le usa : https://www.youtube.com/watch?v=-2WBns-prVU
e anche una K1 di Scarlatti, https://www.youtube.com/watch?v=ruqevlWQeNY , un po' dura, lo so  ;)
ma non so dove è il mio topic circa di Scarlatti  :o
mi scusi anche per il mio italiano...
« Ultima modifica: Aprile 06, 2017, 10:44:09 pm da pianissimo »
"Vivi felice"  Domenico Scarlatti

*

Offline antares

  • *****
  • 3095
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
    • Mostra profilo
    • Canale Youtube
    • E-mail
Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #21 il: Aprile 06, 2017, 11:01:30 pm »
Mi limito a Scarlatti, occhio a non andare fuori tempo sulla progressioncina con i ribattuti fra destra e sinistra, insomma la scaletta subito prima dei trilli sulla dominante, rallenti un po'.
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

Offline Pianoth

  • *****
  • 1089
    • Mostra profilo
    • Canale personale su youtube
    • E-mail
Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #22 il: Aprile 07, 2017, 12:01:16 am »
ma non so dove è il mio topic circa di Scarlatti  :o

Si sono persi moltissimi post e topic (tutti quelli del 2016, e alcuni del 2015 e del 2017), a causa di un problema legato ai backup del forum.

Comunque, tutti i cambi di diteggiatura che suggerisce la Ekier (da cui hai evidentemente preso quelle immagini) sono validi, e non solo per le mani piccole:

Cziffra non usa la diteggiatura standard nelle battute da 31 a 36, ma non usa neanche esattamente quella di questa immagine: ad esempio pare che usi invece nella battuta 31 la diteggiatura 235 3235 3235 3235, seguita nella battuta 32 da 5213 5213 5213 5212 (come suggerito dalla Ekier). Ha senso adoperare tale diteggiatura per la battuta 31 solo a velocità folli come quella di Cziffra però, in quanto si perde il legato.

Ma veniamo quindi alle diteggiature che ti consiglio di cambiare, o che almeno cambio personalmente quando lo eseguo:
  • Battuta 8: 5321 5321 5321 3121. Da quando ho cambiato questa diteggiatura in questo modo non sporco più il RE#, il che è ottimo naturalmente.
  • Battuta 31: 231 3231 3231 3231, come suggerito dalla Ekier. Questa è praticamente obbligatoria a mio avviso. Alcuni maestri dalla Juilliard dicono che tutti i pianisti che dicono di avere problemi in questa battuta ce li hanno semplicemente perché non usano questa diteggiatura.
  • Battuta 32: 5213 5213 5213 5212, come suggerito dalla Ekier. Per quanto possa sembrare scomoda all'inizio, è infinitamente più comoda della tradizionale in questa battuta, per cui la utilizzo (non la utilizzo anche nella battuta 30 però).
  • Battuta 48: 5213 5213 5213 5321. Mentre la salita in questo arpeggio non mi dà problemi per qualche motivo, la discesa me li ha sempre dati, a causa dell'ampio intervallo tra 53. Questa diteggiatura mi ha semplificato molto l'esecuzione.
  • Battuta 56: vedi battuta 8.
Non faccio ulteriori cambi di diteggiatura. Se nonostante tutti questi cambi continui ad avere problemi nel passaggio da battuta 29 a 36, ti consiglio di cambiare anche la diteggiatura di battuta 35 e 36, con le alternative dall'Ekier (aggiungo il fatto che il primo LA di battuta 35 puoi prenderlo tranquillamente con la sinistra, eh).

Ti do anche qualche altro piccolo consiglio di ordine più generale: per ragioni di accuratezza, ricordati di tenere le dita leggermente meno curve quando vanno sui tasti neri. Ricordati inoltre di usare sia il polso che l'avambraccio, specie nelle ultime pagine. Lo dico perché nelle ultime pagine si sente che c'è molta rigidità, probabilmente perché suoni troppo di dita lì. Quando sei nella salita degli arpeggi pensa all'avambraccio che si muove verso la zona alta della tastiera, non pensare troppo alle dita e alle note (discorso analogo per la discesa degli arpeggi). Infine, ricordati che l'avambraccio non va solo a destra e a sinistra, ma anche avanti e indietro. Nelle ultime pagine prova a pensare: "polso più sciolto, e avambraccio libero di andare a destra, sinistra, avanti e indietro".

Una piccola nota musicale che volevo fare invece riguarda le battute da 17 a 20, in cui hai deciso di non usare il pedale. Scelta possibile, e ci sono vari pianisti che lo fanno. Tuttavia, volevo informarti che, nel caso lo fai perché credi che Chopin non abbia messo il pedale in quelle battute, in realtà tutte le principali fonti storiche concordano sul metterlo, come puoi tu stesso controllare (l'unica fonte in cui non c'è è la prima, che non è un manoscritto autografo ed è privo di indicazioni di pedale dall'inizio alla fine).
« Ultima modifica: Aprile 07, 2017, 12:06:23 am da Pianoth »
Aldo Roberto Pessolano (aka Pianoth Eakòs Shaveck)
Canale youtube | Ascoltarmi suonare dal vivo su twitch!
Supporta il mio contributo

*

Offline antares

  • *****
  • 3095
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
    • Mostra profilo
    • Canale Youtube
    • E-mail
Re:Studio Chopin op 10 n.1
« Risposta #23 il: Aprile 07, 2017, 12:34:23 am »
Aggiungo un altro consiglio su Scarlatti, dato è la mia sonata, ma vale su tutte in generale, non è una buona cosa fare i ritornelli esattamente uguali, cambia qualcosa.
ah dimenticavo... la velocità...se a te piace così nulla da dire, ma per i miei gusti è decisamente troppo alta, è un allegro e Scarlatti quando voleva velocità molto elevate non aveva problemi a scrivere presto oppure prestissimo.
« Ultima modifica: Aprile 07, 2017, 12:43:30 am da antares »
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so