*

Offline Roberto S. Persi

  • *
  • 198
  • principiante volonteroso
    • Mostra profilo
Passaggio indigesto
« il: Giugno 23, 2017, 06:20:37 pm »
Pongo un piccolo quesito sul modo di affrontare gli esercizi.
In un esercizio (non brano intendiamoci) c'è un piccolo passaggio che mi risulta ostico, non tanto dal punto di vista tecnico ma mentale, mi spiego, so come va fatto e lo posso ripetere 100 volte senza sbagliarlo, ma quando affronto tutto l'es. complessivamente lì e quasi sempre solo lì mi incaglio, non è questione di velocità  eccessiva o altro, proprio non riesco a farlo diventare scorrevole. Devo dire che l'esercizio complessivamente non mi fa impazzire di gioia e che altre parti molto più complicate, a detta del tutorial di pianosolo, le ho risolte molto velocemente.
Fosse un brano mi sentirei per forza costretto ad insistere ma in questo caso non è meglio forse che soprassieda e vada oltre? Forse incaponirsi non è produttivo e quel nodo da sciogliere magari si dissolverà affrontando gli esercizi successivi. Non dico abbandonarlo, ma non sentirmi bloccato da quel maledetto passaggio in se sempliciotto.
Che ne dicono gli esperti?
L'importante è partecipare

*

Offline Pianoth

  • *****
  • 1080
    • Mostra profilo
    • Canale personale su youtube
    • E-mail
Re:Passaggio indigesto
« Risposta #1 il: Giugno 23, 2017, 09:56:18 pm »
Trattandosi di un esercizio, se quel passaggio, studiato da solo, ti esce, quindi è solo un problema di coordinazione mentale, non è un gran problema: si risolverebbe semplicemente prendendo quel passaggio da un po' prima e vedendo se esce, e andando sempre un po' più indietro finché si riesce dall'inizio. Prova a farlo, senza perdere pazienza. Se proprio non ne puoi più di questo esercizio, e quel passaggio da solo sei sicuro che ti esca, allora vai pure avanti, non rendere lo studio inutilmente stressante.
Aldo Roberto Pessolano (aka Pianoth Eakòs Shaveck)
Canale youtube | Ascoltarmi suonare dal vivo su twitch!
Supporta il mio contributo

*

Offline Roberto S. Persi

  • *
  • 198
  • principiante volonteroso
    • Mostra profilo
Re:Passaggio indigesto
« Risposta #2 il: Giugno 26, 2017, 03:13:10 pm »
Risposta come al solito esauriente e, per quanto mi riguarda, integrata egregiamente da quanto detto a F. Campanella in risposta alla questione della memorizzazione.
Quando faccio un brano o un esercizio (una volta decentemente studiato) la mia mente si concentra solo su alcuni passaggi, di solito i più complicati, in altre parti mi figuro dei movimenti particolari delle mani, in altri ancora tutto scorre in "automatico". La mente mette nei suoi cassetti tutto questo indipendentemente dalla mia volontà cosciente. Aggiungo che quando eseguo una melodia tutto diventa più semplice che non in un esercizio tecnico, e che di solito quello che all'inizio mi sembrava più complicato nel proseguio diventa la parte più semplice da eseguire, forse perchè costretto a dedicarvi più tempo e attenzione.
Finisco il mio pistolotto ;D dicendo che ora comunque quel famigerato passaggio mi riesce decentemente in un tempo accettabile e passo oltre senza sentirmi la coscienza sporca, resta il fatto che rimane francamente un esercizio barboso!!!
L'importante è partecipare