Il volume del suono dipende da...?
« il: Settembre 12, 2015, 11:51:26 pm »
Salve a tutti,
Sto ultimamente leggendo il capitolo sulla caduta libera dal manuale "Come si suona il pianoforte" di Sandor, dove viene detto che il volume sonoro dipende dalla velocità con la quale il martelletto colpisce la corda e, di conseguenza, dalla velocità con cui lo strumento preposto all'esecuzione ( dita, mano, avambraccio, ... ) colpisce la tastiera.
Al momento dell'impatto le articolazioni si irrigidiscono momentaneamente e trasferiscono energia, velocità ai tasti e ai martelletti.
All'aumentare della velocità ( accelerazione quindi ) aumenta il volume del suono.
Per ottenere più velocità, aggiunge, basta allungare la leva ( e quindi far partecipare all'esecuzione più componenti dell'arto, che funge da leva e credo che aumenti così l'altezza del punto da cui lo strumento preposto all'esecuzione cade, aumentando l'accelerazione ).
Nega inoltre che il volume sonoro possa dipendere dalla quantità di peso impiegata poiché l'accelerazione gravitazionale è sempre la stessa, qualunque sia il peso ( immagino che ciò sia vero solo se i pesi siano posizionati a una stessa distanza dal punto d'impatto ).
A mio parere, lui non precisa perché il peso non sia legato al volume sonoro, ma insiste sul fatto che l'accelerazione e la velocità non sono legate al peso. Potete darmi una mano a chiarirmi le idee? È giusto ciò che afferma o c'è qualche errore?
« Ultima modifica: Settembre 12, 2015, 11:55:52 pm da Klavier »