*

Offline Max87

  • **
  • 249
    • Mostra profilo
Esaltare melodie con doppie note
« il: Agosto 31, 2015, 11:38:42 pm »
Buona serata/nottata a tutti voi..allora: tempo fa iniziai a fare il primo movimento del chiaro di luna incoraggiato dalle voci che circolavano sul fatto fosse semplice da eseguire e...ho imparato a mie spese che non lo è per niente..tra le diverse difficoltà che ho incontrato quella che mi è sembrata più ostica è stata quella di riuscire a far risaltare la melodia con il mignolo rispetto alle terzine suonate dalle altre dita della stessa mano dx (più i bassi della sx)..a volte "riuscivo" a volte no..insomma assenza di controllo..andava a fortuna..ho lasciato perdere...passa un pò di tempo e leggo i pezzi facili del "mio primo Mozart" e guarda caso nella prima riga del primo minuetto trovo che alla terza e quarta battuta la melodia principale della dx suona con doppie note..ovviamente la voce principale termina nella quarta battuta con MI-FA mentre premo contemporaneamente anche il SI e il LA..mi è tornata in mente il problema che incontrai con Beethoven (anche se là la melodia principale era accompagnata da terzine e qui invece c'è un bicordo ma rimane il problema di far risaltare la velocità principale)e...eccomi qui a chiedervi: come faccio a far risaltare la melodia principale ovvero a dare più ragione al dito a cui è affidata la melodia principale in entrambi gli spartiti?

« Ultima modifica: Settembre 01, 2015, 01:52:56 am da Max87 »

Re:Esaltare melodie con doppie note
« Risposta #1 il: Settembre 09, 2015, 12:38:11 pm »
non sono un grande esperto, ma mi ricordo che riuscii in breve tempo a risolvere il problema della valorizzazione di una voce rispetto alle altre seguendo queste accortezze:

1 - studiare lentamente soltanto la battuta incriminata (e la prima nota della battuta successiva) non perdere assolutamente tempo con le altre battute che esegui correttamente;
2 - se usi soprattutto il metodo a caduta, al rallentatore, alza il dito interessato a far risaltare la relativa nota più in alto delle altre dita che eseguono l'accompagnamento o le voci secondarie e fai cadere il dito sul tasto: da un'altezza superiore automaticamente la forza sul martelletto sarà superiore; puoi inizialmente aiutarti con una leggerissima rotazione del polso (nel caso del mignolo o dell'anulare) che con la pratica poi diminuirai.
3 - ripeti fino alla noia l'esercizio, finchè la mano non eseguirà correttamente e senza sforzo la messa in risalto della nota come vuoi tu. Solo allora potrai aumentare la velocità per adeguarla al resto del pezzo.
 ;)
[dalla lettera di Mauro Giuliani a Domenico Artaria del 20/11/1819,  tornato in Italia da Vienna]  "... sopra tutto il gusto per la musica istrumentale è talmente caduto che fa vergognia, oltre che si vive nella più grande ignioranza..."
Meno male che oggi è tutto diverso; o forse no? :(

*

Offline Max87

  • **
  • 249
    • Mostra profilo
Re:Esaltare melodie con doppie note
« Risposta #2 il: Settembre 10, 2015, 03:06:57 pm »
Grazie della risposta. Mi sorge un dubbio sul punto 2 però: se tengo più alzato il dito che vorrei far risaltare non corro il rischio che le altre dita,trovandosi per forza di cose più in basso,arrivino per prime causando degli sfasamenti?
« Ultima modifica: Settembre 10, 2015, 04:33:17 pm da Max87 »

*

Offline Giulio

  • *****
  • 1321
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
    • Mostra profilo
    • Pianosolo
    • E-mail
Re:Esaltare melodie con doppie note
« Risposta #3 il: Settembre 11, 2015, 11:18:15 am »
Ciao Max!

Per eseguire e valorizzare una melodia all'interno di un gruppo di note simultanee ti consiglio di

1. individuare la linea melodica (e segnarla con una matita sullo spartito)
2. eseguire unicamente la linea melodica molte volte, cercando di renderla espressiva e valorizzandola
3. eseguire alcune battute con la mano in cui si esegue la melodia, insieme alle altre note
4. pensare sempre alla melodia (che dovrebbe esserti oramai entrata in testa)
5. ripetere questa operazione per alcuni giorni, aumentando via via le battute interessate
6. unire le mani
7. pensa alla melodia, a come vuoi che il suono esca dalle tue mani, sempre

extra: puoi far finta di suonare le note extra e suonare unicamente la linea melodica, può funzionare.

Ovviamente queste sono alcune delle mie strategie. Non è detto che siano giuste... quindi non prendere questi suggerimenti troppo alla lettera :)

*

Offline Max87

  • **
  • 249
    • Mostra profilo
Re:Esaltare melodie con doppie note
« Risposta #4 il: Settembre 11, 2015, 12:14:28 pm »
Ehilà Giulio! Grazie della risposta. In effetti era quello che pensavo anche io, ovvero eseguire separatamente la melodia principale...questo metodo penso funzioni bene con Al chiaro di luna dove il mignolo esegue la melodia principale per conto suo e le altre dita della mano dx arpeggiano per conto loro ma è efficace anche nell'immagine sopra dove melodia principale e non principale sono suonate simultaneamente? tanto per essere chiari: come vedi dal cerchietto rosso suono il MI (melodia principale) e il SI (non principale) insieme...il tuo metodo può essere efficace anche in questo caso?