Post recenti

Pagine: 1 ... 8 9 [10]
91
About Jazz / Re:Armonia 'drop'
« Ultimo post da ScalaQuaranta il Novembre 01, 2017, 01:43:00 pm »
è un concetto molto semplice:
l'armonia drop nasce durante il periodo be-bop, quando si consolidò una certa consuetudine di aggiungere alcuni suoni alterati a quelli delle scale derivate dalla SCALA MAGGIORE (ionica, dorica, frigia, lidia, misolidia, eolica, locria) e dalla SCALA MINORE MELODICA ASCENDENTE (minore-maggiore, dorica b2, lidia aumentata, lidia dominante, misolidia b6, eolica b5, locria #2, alterata per toni interi).
alcune di queste scale, arricchite di nuovi suoni alterati, prendono il nome di scale be-bop.
p.es.

DO, RE, MI FA, SOL, SOL#, LA, SI, DO (scala be-bop di C maggiore)

armonizzando ogni suono di questa scala con accordi di quattro suoni (a parti strette e su un unico pentagramma) si ottiene una sequenza di accordi di C6 e di Ddim che si alternano regolarmente. trascrivendo la medesima sequenza armonica su un doppio pentagramma (tipo pianoforte) e trasponendo all'ottava bassa il SECONDO SUONO (contando dall'alto) di ogni accordo, si ottiene la medesima sequenza armonica ma con una resa sonora migliore, adatta soprattutto per passaggi pianistici o per armonizzazioni dei fiati in arrangiamenti per big band.
si chiama ARMONIA DROP 2 perché DROP indica il concetto di "goccia che cade" e il 2 fa riferimento al SECONDO SUONO di ogni accordo (trasposto all'ottava bassa).
esiste un testo specifico di mark levine che tratta l'argomento; si intitola appunto DROP 2.
quanto ho scritto l'ho studiato da un altro testo di levine: THE JAZZ THEORY BOOK
buona musica
92
Tecnica / Re:buongiorno - riprendere a suonare
« Ultimo post da Giacopiane il Novembre 01, 2017, 12:13:07 pm »
in effetti il Beyer potrebbe essere la strada magari partendo da dove gli esercizi sono con la chiave di basso, non dovrei metterci moltissimo ed in parallelo iniziare per l'agilità con qualcuno dei primi esercizi dell'Hanon anche se me lo ricordo come un po' lobotomizzante...
ciao
S.
93
Tecnica / Re:buongiorno - riprendere a suonare
« Ultimo post da Fedor il Ottobre 31, 2017, 04:32:37 pm »
Non è detto che tu debba cominciare da zero. Dovresti riprendere con molta tecnica e piano piano inserire dei brani: visto il livello che avevi raggiunto secondo me puoi fare tranquillamente qualcosa di Bach, come qualche pezzo dalle suite francesi, le invenzioni a due e a tre voci...
94
Tecnica / Re:Affiancare qualcosa a scuola?
« Ultimo post da Paola il Ottobre 31, 2017, 04:27:37 pm »
Per questo ti avevo consigliato anche Otto Karoly "La grammatica della musica"  :)
95
Di tutto e di più / Re:Pezzi classici per iniziare
« Ultimo post da Fedor il Ottobre 31, 2017, 04:27:09 pm »
Sì, hai ragione: ovviamente  il chiaro di luna non è un pezzo facile, ma se un pianista alle prime armi vuole provare a studiarlo potrebbe farcela (anche se non avrà  una resa perfetta e ci impiegherà molto tempo). Stesso discorso per l'andante della k545, che è forse un po' più semplice. Per questo avevo consigliato Clementi e Schumann.
96
Tecnica / Re:buongiorno - riprendere a suonare
« Ultimo post da Paola il Ottobre 31, 2017, 04:26:09 pm »
Ciao, se può esserti utile abbiamo predisposto un percorso didattico da 0 sul nostro portale.
Se vuoi dare un'occhiata lo trovi qua:
https://www.pianosolo.it/percorso-pianoforte/

Altrimenti puoi ripartire con il Beyer:
https://www.pianosolo.it/lista-lezioni-beyer/

Nella sidebar di Pianosolo ci sono tutti i nostri metodi.
Visto che comunque hai guà esperienze pregresse non devi perderti d'animo. Una volta ripreso lo studio riacquisirai tutto quanto credevi perduto. E' un po' come andare in bicicletta. Il resto lo fa la pratica e la costanza.  :)
97
...non solo non si trova in rete niente del brano...ma neppure dell'autore  :(
98
Quale pianoforte? / Re:Primo Pianoforte Digitale
« Ultimo post da Lucalover il Ottobre 31, 2017, 08:34:17 am »
Ti ringrazio del consiglio!
Ho già provato a cercare dei negozi musicali che propongono pianoforti digitali usati ma purtroppo ho trovato davvero poco (e quel poco era davvero molto usurato). Proprio per questo ero e sono orientato per qualcosa di digitale nuovo.
La cifra che ho a disposizione non è importante, ne sono consapevole, ma spero di poter ricevere qualche nominativo che possa fare al caso mio.
99
Quale pianoforte? / Re:Primo Pianoforte Digitale
« Ultimo post da sergiomusicale il Ottobre 31, 2017, 08:29:18 am »
Se posso dare un consiglio direi che nel tuo caso un pianoforte usato sarebbe la migliore soluzione, visto che con il budget impostato non è possibile un pianoforte con nobile nuovo. Cerca un negozio di cui puoi fidarti dalle tue parti e vedi se possono proporti qualcosa, provalo, possibilmente cerca di instaurare un rapporto di fiducia reciproca in modo da poter avere una qualche forma di garanzia o tutela e per poi poter rivendere lo strumento una volta acquisita maggiore abilità ed inizia. Qualunque cosa sceglierai non derogare comunque dalla "tastiera pianistica" e  da 88 tasti  ;) ... riguardo alla veneranda età...per me sei un "bimbo"  ;D ;D
100
Di tutto e di più / Re:Pezzi classici per iniziare
« Ultimo post da Max87 il Ottobre 30, 2017, 11:56:26 pm »
Io personalmente il primo movimento del chiaro di luna non lo trovo per niente semplice e non parlo di interpretazione ma proprio di tecnica. La destra suona una ottava ma con la nota più acuta che va accentuata rispetto allan nota più bassa in quanto rappresenta la linea del canto, le terzine della sinistra vanno fatto col giusto accento, dinamica e velocità e questo richiede un certo controllo. Io mi butterei sul cesi marciano, un classico per chi inizia
Pagine: 1 ... 8 9 [10]