0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Ross

Meglio verticale nuovo o codino usato?
Gennaio 30, 2018, 03:15:37 pm
Ciao a tutti!
È la prima volta che scrivo sul forum e lo faccio per chiedere un consiglio.
Ho quasi 40 anni e suono il pianoforte come hobby, con molti alti e bassi, da quando ero bambina, anche se mai ad un livello eccelso. Non ho ambizioni da concertista, né tantomeno voglia di tornare al Conservatorio.
A casa dei miei genitori ho sempre suonato uno Schimmel verticale da 110 cm, con cui mi trovo benissimo. Dovendo ora prendere un pianoforte tutto mio per la mia nuova casa, dove sono l’unica a suonare, con un budget massimo di 6.000 €, sono molto combattuta tra:

- Kawai K200 nuovo con sistema Any Time AX2 di fabbrica;

- Schimmel 1/4 di coda da 155 cm usato del 1982, che prenderei da un privato, ex studente del Conservatorio.

I prezzi dei due strumenti si equivalgono, anche se le condizioni non sono certo le stesse (sul nuovo avrei la garanzia di 5 anni e di 2 sul sistema silent; 2 accordature in omaggio; etc.).

Il Kawai l’ho già provato due volte in negozio e mi è piaciuto molto, sia in acustico che in silent. Lo Schimmel devo ancora andare a provarlo, sperando che non sia una “sola”...

Sto cercando di considerare tutti i fattori in gioco, come l’eventuale rivendibilità un domani, il prestigio delle due marche, etc.

A parità di prezzo, qual è il vostro parere sui due strumenti, sulla base della vostra esperienza, della qualità del suono e dell’affidabilità della meccanica? Grazie mille in anticipo!
Ultima modifica: Gennaio 31, 2018, 08:28:15 am da Ross

*

sergiomusicale

Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Gennaio 31, 2018, 09:58:42 am
Benvenuta Ross!  difficile, se non impossibile, dare un consiglio in queste condizioni, però delle considerazioni mi sembrerebbe utile farle:
nella tua nuova casa non hai alcun problema per gli orari in cui suonerai?... se proprio sola? altrimenti per esperienza personale anche il "compagno" più paziente diviene intollerante di fronte ad esercizi ripetitivi, brani iniziati innumerevoli volte e mai terminati etc etc... tienine di estremo conto nella scelta  ;)
la differenza fondamentale tra un coda ed un verticale risiede, solitamente, nella meccanica, visto che come intensità di suono in un normale appartamento il verticale ne ha più che a sufficienza. La differenza sta soprattutto nel doppio scappamento, che ti consente un ribattuto agile, ne hai davvero bisogno?
Ultima cosa, ma che mi sembra la più importante: compra solamente quando sarai convinta e felice di quel che stai facendo.  ::)

*

guc

Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Gennaio 31, 2018, 02:08:13 pm
Aggiungo anche che il coda permette una sfumatura di colori che il verticale non ha.
Pur non avendo provato i due strumenti a parità di condizioni io ti direi il codino però, come dice Sergio, il silent può essere fondamentale per evitare stragi urbane  ;D

*

sergiomusicale

Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Gennaio 31, 2018, 02:19:46 pm
Forse quello che dice GUC è davvero un problema! :'( , se hai orecchio, e percepisci certe "sfumature di colori", come già detto... diventa impossibile rinunciarci :-[ , ti accolli il trasporto, le accordature più frequenti, suoni solo quando puoi, l'ingombro in casa che ti dimezza la stanza, di tutto e di più!!!! ma vuoi "QUELLO" strumento e non altri... è la dolce melodia della musica, il suo fascino, la gioia che ti da e che supera ogni difficoltà, e bada bene che non è questione di prezzo, di gioventù o vecchiaia dell'oggetto, è AMORE, a primo udito.  ;D ;D

*

c64

  • Talentuoso
  • Mostra profilo
  • ****
  • 101
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Gennaio 31, 2018, 05:28:28 pm
Io volevo prendere un vecchio pianoforte verticale usato.
Sono più di tre settimane che aspetto che il venditore mi dica quando andarlo a vedere.
Poi sono andato in un negozio di strumenti musicali per avere un preventivo su controllo, trasporto ed accordatura.

Mi ha fatto vedere sia dei piani acustici nuovi, che alcuni stage piano.
https://www.youtube.com/watch?v=eb6y-NEYwlY
https://www.youtube.com/watch?v=vi-eU3FyCvs
https://www.youtube.com/watch?v=h579ZbUTDBQ

Mi ha anche fatto vedere dei verticali nuovi, ma il fattore comodità di un digitale, ed anche di prezzo mi fanno pensare.


Una cosa giusta che mi ha detto e che sugli usati da privati non può garantire nulla, mentre sul nuovo o quello che vende lui sì...

Ultima modifica: Febbraio 01, 2018, 12:16:06 pm da c64

Ross

Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Febbraio 01, 2018, 11:57:51 am
Grazie mille a Sergio, a GUC e a C64 per le preziose osservazioni, tutte sicuramente utili!

In effetti non avevo specificato che abito in una villetta bifamiliare in campagna, quindi ho dei vicini di casa (anche se estremamente civili e ragionevoli!). Vivo con mio marito ed ho un bebè in arrivo. Anche da qui nasceva l’idea di scegliere un pianoforte silent, così magari lo sfrutto anche mentre il bambino riposa oppure di sera dopo il
lavoro... Senza considerare il fastidio che si dà a tutti normalmente quando si studiano per ore scale, arpeggi ed esercizi di tecnica vari! Da bambina/ragazzina ero spesso costretta a suonare con la sordina e sinceramente non vorrei ripetere l’esperienza!

Purtroppo un pianoforte con un silent di fabbrica mi impone di scegliere tra Yamaha e Kawai. Pur riconoscendo la superiorità tecnologica del primo (soprattutto sui sistemi SH e TA), preferisco Kawai per il timbro più dolce, misterioso ed in generale più adatto al mio repertorio (Chopin, Schumann, Schubert, etc.).

Un pianoforte digitale non lo prendo neanche in considerazione... Sono troppo all’antica per queste diavolerie moderne e poi tanto so già che lo dovrei affiancare ad un pianoforte acustico, e non mi va di dedicare così tanto spazio a quello che per me è solo un hobby.

Il codino Schimmel l’ho trovato quasi per caso su un sito di annunci e non nego di essere molto tentata dalla marca che conosco così bene e che così tanto mi piace. Andrò a provarlo sabato e mi farò un’idea. Sicuramente per me il discorso del doppio scappamento non è imprescindibile (nel senso che tutti questi anni ho vissuto benissimo senza!), e in quanto al “sentire” tutte le sfumature che un coda dà rispetto ad un verticale... Beh, vi farò sapere se questa differenza è per me questione di vita o di morte!

Ma vi faccio anche un’altra domanda: è giusto in questi casi, per un acquisto così “emozionale” come quello di un pianoforte, fare anche dei ragionamenti di natura economica sulla futura svalutazione dello strumento? Cioè, il Kawai nuovo lo compro oggi a 6.000 € e tra un anno ne varrà 3.000; lo Schimmel invece, essendosi già in gran parte svalutato, potrei un domani rivenderlo grossomodo alla stessa cifra che pago oggi. È corretto?

Inoltre il Kawai K200 è uno strumento affidabile e fruibile? Un rivenditore che ho sentito (forse è necessario specificarlo, rivenditore  Premium Yamaha) mi ha parlato malissimo delle parti interne in carbonio anziché in legno, e del fatto che nessuno possa prevedere cosa succederà con la meccanica di questi pianoforti tra 10, 20 o 30 anni...

Scusate se ho sollevato una miriade di interrogativi, ma mi rendo conto che è veramente difficile destreggiarsi in questo mondo così complesso e affascinante!

Grazie in anticipo per le vostre risposte e a presto!


*

c64

  • Talentuoso
  • Mostra profilo
  • ****
  • 101
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Febbraio 01, 2018, 12:34:00 pm
Purtroppo un pianoforte con un silent di fabbrica mi impone di scegliere tra Yamaha e Kawai.
Mi permetto di dissentire.
http://www.roenisch-pianos.de/en/everytime.html
Il piano verticale che avevo visto in vendita è di questa marca.
Penso che quasi tutti i produttori di pianoforti possano montare un silent di fabbrica.
http://www.bluthner.co.uk/product/e-volution-digital-piano/
http://www.schimmel-pianos.de/home/instruments/twintone-and-more/twintone.html?L=1
e potrei continuare.

Non lo dico da espetro, ma dato che ultimamente mi son fatto un giro da alcuni negozianti (ed un negoziante/costruttore) ho visto che sia sui digitali ma ancora più che con gli acustici ci sono molti marchi tra cui scegliere.





Ross

Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Febbraio 01, 2018, 01:50:24 pm
Ciao C64,
Scusa, forse mi sono espressa male. So che ci sono vari sistemi (Quiet Time, Twin Tone, Genius, etc.) da poter montare su pianoforti acustici di diverse marche, anche di fabbrica.

Al di là dell’aspetto economico (ad es. la marca che preferisco, Schimmel, con sistema Twin Tone ha un prezzo decisamente proibitivo), ho letto su vari forum che Yamaha e Kawai sono le ditte più affidabili da questo punto di vista, poiché questo sistema lo hanno brevettato e integrato perfettamente ai loro pianoforti.

Se ho capito bene, Schimmel, Blüthner, Rönisch, etc. montano invece un sistema sviluppato da altre aziende, su cui non hanno il controllo al 100% e che qualitativamente non è paragonabile a quello dei due giganti giapponesi.

Neanch’io sono un’esperta e mi sembra di aver capito così leggendo e parlando con vari rivenditori, ma potrei aver frainteso io e, in questo caso, ringrazio in anticipo chi vorrà aiutarmi a capire meglio!

*

c64

  • Talentuoso
  • Mostra profilo
  • ****
  • 101
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
Re:Meglio verticale nuovo o codino usato?
Febbraio 01, 2018, 03:16:42 pm

Se ho capito bene, Schimmel, Blüthner, Rönisch, etc. montano invece un sistema sviluppato da altre aziende, su cui non hanno il controllo al 100% e che qualitativamente non è paragonabile a quello dei due giganti giapponesi.
A dire la verità Quelle marche montano anche per la parte acustica il meccanismo sviluppato dalla Renner.
Del resto molti produttori di tastiere elettroniche usa(va)no meccaniche FATAR(*), quindi questo non vuole dire che il sistema sia di qualità inferiore.
Se viene montato di fabbrica e ben integrato e previsto in fase di progetto non credo che ci possano essere problema.
Naturalmente i due giganti giapponesi fanno ottimi prodotti, non c'è che dire, e come rapporto prezzo/prestazioni sono direi ottimi, ma come dicevo secondo me ci sono anche altri marchi ugualmente interessanti.


(*)Come Farfisa.