acustico o digitale?
« il: Luglio 20, 2017, 10:03:24 pm »
sto seriamente considerando l'acquisto di un pianoforte digitale, però santo cielo! mica ci si possono fare queste cose.
 
https://www.youtube.com/watch?v=ygSJLzLzpi4

https://www.youtube.com/watch?v=KYeBxbqEbbw


... per onestà neanche con un piano acustico verticale

*

Offline Pianoth

  • *****
  • 1089
    • Mostra profilo
    • Canale personale su youtube
    • E-mail
Re:acustico o digitale?
« Risposta #1 il: Luglio 20, 2017, 10:14:28 pm »
Certo, però devi essere comunque in grado di fare certe cose (o devi trovare qualche modo per impararlo che non sia semplicemente quello di andare ad intuito possibilmente)... Non mi preoccuperei tanto di questo quanto della possibile differenza di meccanica... Della realisticità del suono neanche mi preoccupo molto, si riescono a raggiungere grandi risultati oggi
Aldo Roberto Pessolano (aka Pianoth Eakòs Shaveck)
Canale youtube | Ascoltarmi suonare dal vivo su twitch!
Supporta il mio contributo

Re:acustico o digitale?
« Risposta #2 il: Luglio 20, 2017, 10:21:05 pm »
fammi capire... dovrei acquistare un digitale senza troppi problemi?
guarda che un digitale orrendo io già ce l'ho! ed è proprio per questo che prima di investire denaro in un altro digitale debbo essere ben convinto. comunque hai ragione, la tecnologia ha fatto passi da giganti. qualcuno l'ho provato e sono tutti decisamente migliori del mio "scassone" che si porta malconcio i suoi 10 anni, però se hai la fortuna di tanto in tanto di suonare anche un acustico il dubbio non può non venirti 

Re:acustico o digitale?
« Risposta #3 il: Luglio 21, 2017, 06:16:02 pm »
La tecnica odierna è arrivata ad altissimi livelli...il mio MP10 è ottimo, anche se è una generazione prima dell'MP11
https://www.youtube.com/watch?v=D-QRZRLmEDY
ho messo anche gli occhi sul Casio...
https://www.youtube.com/watch?v=TLNPkGh6p80
https://www.youtube.com/watch?v=c7AINZwY-iw
...ma amo anche molto il caro Klingmann primi '900  ;D ;D
(sconsigliato poi toccare le corde con le mani  :-[)

Re:acustico o digitale?
« Risposta #4 il: Luglio 22, 2017, 09:38:19 pm »
 e V A BENE, condivisibile, ma resta il dubbio che poi è questo: mi regalo (con un finanziamento a rate sostenibili)  l'acustico od il digitale?

oggi ho le idee chiarissime, né l'uno né l'altro. un acustico di qualità superiore rispetto al tetto che mi sono dato (qualità prezzo) rispetto a quello che ho adocchiato e provato (con pazienza della venditrice) non soddisferebbe ogni caratteristica ricercata.
insomma, mi inibridisco con un casio... l'avrei mai detto? no!.
è deciso,

*

Offline Paola

  • *****
  • 1626
    • Mostra profilo
    • www.pianosolo.it
    • E-mail
Re:acustico o digitale?
« Risposta #5 il: Luglio 23, 2017, 11:35:52 pm »
John Taylor e Paul Bley sono stati due dei geni del pianismo jazz contemporaneo, due compositori raffinati che hanno veramente detto qualcosa di nuovo e unico.
Credo che anche su un grancoda non sia così semplice fare quello che hanno fatto loro.  ;D


Re:acustico o digitale?
« Risposta #6 il: Luglio 28, 2017, 07:15:34 pm »
fare quello che hanno fatto loro non è neanche lontanamente alla mia portata... questo sia chiaro. ma è bello pensare che il tuo strumento possa consentire a geni come loro la possibilità di esprimersi. io non credo nella reincarnazione: sia chiaro. ma metti mai che un giorno un gatto mi dovesse passeggiare sulla tastiera... e metti mai che quel gatto, sì! insomma, hai capito. in una simile circostanza 1000 volte un piano acustico! riusciresti ad immaginare un gatto (reincarnato) che zampettando sul tuo pianoforte digitale tirasse fuori tali espressività. e per intenderci, sia chiaro, non mi riferivo affatto alle intro dei due pezzi nelle parti in cui i pianisti interagisco direttamente sulle corde dell'arpa. no. affatto. a tutto quello che segue. a tutto quello che viene prodotto dall'interazione tasto-martelletto-corda.
ora, felini a parti, (e poi non potrebbero reincarnarsi in quadrumani?) reincarnazioni a parte. dico sul serio. puoi anche solo immaginare di creare un simile suono con un digitale, e dico: immaginare. sia chiaro, la maggior parte di noi non ci riuscirà, ma metti una sera a ceche la tua signora ti porta a casa a cena collegi di lavoro, tra i quali un pianista coreano "da concerto", in grado di suonare a livelli per noi inarrivabili ma certamente immaginabili. OK? a questo punto riesci ancora immaginare che il tuo pianoforte sia acustico? con i brani ascoltati in premessa io no.