0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Irene A.

Buongiorno a tutti, sono una novella di questo forum e capisco nulla di musica e strumenti. Pertanto se scrivesse delle eresie vi prego di perdonarmi. Sto cercando informazioni su marca e tipologia di pianoforte che potrei acquistare per mio figlio di quasi 10 anni. Studia piano da circa 5 anni, purtroppo su una banalissima pianola. Sembra (così mi dicono) che sia piuttosto bravo e portato, ma come tutti i bambini, suona e si esercita soltanto se la mamma lo incita a farlo. Mi rendo conto che la pianola certo non pone a suo favore e quindi vorrei farei un passo un pò più lungo, anche solo per avere più soddisfazione quando suona. Capisco che nelle scuole usano principalmente Yamaha U1 e U3. Immagino siano dei buon prodotti.  Ne vedo vari venduti da privati. Mi chiedo quali sono le informazioni fondamentali che devo chiedere al venditore per capire se si tratta di un prodotto ben tenuto oppure no. Ci sono invece altre marche che potrei cercare? Qualcuno mi suggerisce anche di dirigermi su pianoforti digitali, anche per questioni economiche e logistiche, ma non ho la più pallida idea di quale prodotto, a quel punto ottimo, potrei vedere. Potreste darmi le vostre opinioni in merito? Che prodotto comprereste per vostro figlio?
Grazie a tutti per aiutare una mamma un pò confusa. Irene

*

c64

  • Virtuoso
  • Mostra profilo
  • *
  • 134
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
http://www.technikum29.de/en/devices/functional-explanation-pianola
http://www.pianola.org/history/history.cfm

Il momento del Precisino. La "Pianola" è un marchio di piano meccanico.
Intendo si tratti della classica tastiera magari non pesata che sta utilizzando.

Detto questo, come si vede da un messaggio più sotto io ho la possibilità di avere un acustico di seconda mano e sono assolutamente dubbioso. Si tratta di un mobile da 250 kg da mettere in salotto, rispetto ad avere un oggetto che se si deve spostare si mette in una borsa e via, si può usare in cuffia e quant'altro.

Devo dire però che ho scoperto su me stesso che la voglia di suonare ed esercitarsi dipende moltissimo da come la materia è presentata, se questo vale per un adulto, figuriamoci per un bambino. Trovarsi un maestro con cui non c'è intesa è terribile per i risultati, specie se non è in grado di trovare i punti deboli dell'allievo ed andare a lavorare bene su di essi oppure facendo fare cose noiose e che non servono.

Io l'anno scorso sono andato a lezione in una scuola, ed i risultati sino stati deludenti. Dato che i soldi uscivano dal MIO portafoglio ho lasciato perdere, ma quello che ho visto è che invece i genitori erano tutti assai contenti, forse perchè i bimbi si divertivano un'oretta. Io invece volevo imparare in maniera efficiente.

Io cercherei anche di capire come mai tuo figlio non e "soddisfatto".

Irene A.

Sono emozionata per aver ricevuto la mia prima risposta.
Innanzitutto, scusami per la "Pianola". Fa sempre bene imparare. Vi avevo avvisato che sono veramente acerba nel campo musicale/strumentale ;). Sì, lui usa una banalissima tastiera da cinque ottave e pochi soldi comprata un paio di anni fa.
A lui piace suonare, ma, crescendo, diventa sempre più impegnativo e come tutti i bambini hanno bisogno di essere incoraggiati, sopratutto quando vedono che i loro compagni che invece di esercitarsi sul piano come lui sono a casa davanti ad una tv o pc oppure al parco a giocare. La cosa più divertente è vederlo soddisfatto quando gli viene bene un pezzo e ci giocherella sopra cambiando ritmi, tonalità, canticchiandolo, improvvisando un pò.... Quando vede un pianoforte ci si butta, ecco perchè capisco che è il momento di dargli uno strumento più valido. La sua insegnante mi sembra didatticamente brava e a lui piace (così dice - ne abbiamo cambiate un paio che invece non erano per lui). Un pò vecchio stile, accademica e classica ma decisamente molto brava con i bambini.....certo in cuor suo vorrebbe fare il rockettaro (lo so) e per questo sta iniziando a "giocherellare" passami il termine, con una chitarra appena arrivata da Babbo Natale.
Lui ovviamente vorrebbe il pianoforte verticale (sensa considerare i costi)....che è lo strumento sul quale studia a scuola. Non ha minimamente idea delle differenze con un pianoforte digitale. Quindi pensavo di andare con lui in un paio di negozi a provarne alcune. Ne ho provate un paio io veramente di scarsa qualità (non ricordo la marca ma avevano suoni metallici improponibili) Hai idea di quali andare a guardare se volessimo scegliere qualcosa di più facile da gestire? Grazie mille

*

c64

  • Virtuoso
  • Mostra profilo
  • *
  • 134
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
Sono emozionata per aver ricevuto la mia prima risposta.
La sua insegnante mi sembra didatticamente brava e a lui piace (così dice - ne abbiamo cambiate un paio che invece non erano per lui). Un pò vecchio stile, accademica e classica ma decisamente molto brava con i bambini.....certo in cuor suo vorrebbe fare il rockettaro (lo so) e per questo sta iniziando a "giocherellare" passami il termine, con una chitarra appena arrivata da Babbo Natale.
Dal punto di vista "pianistico" serve una tastiera 88 tasti pesata se si vuole stare sul digitale.
Ci sono tre linee di pensiero:
Una è quella di avere un sintetizzatore/workstation come ad esempio il Roland JUNO DS
https://www.youtube.com/watch?v=9SD3EzyPpXk
che hanno anche dei suoni di piano ma come puoi sentire dalla demo anche molto altro.
Costano anche una certa cifra (siamo sui 900 euro)
In altrenativa ci sono gli stage piano, che hanno i suoni più dedicati al pianoforte, di solito non si possono modificare ed hanno una possibilità più limitata come sequencer e registrazione MIDI.
Per esempio il  Roland FP30.
https://www.youtube.com/watch?v=lQgjsmpvsRE
Infine esiste una variazione del piano digitale, in cui viene dato un mobiletto ed una amplificazione
Costano di più sono esteticamente più carino, ma ovviamente son più pesanti e scomodi da spostare
https://www.youtube.com/watch?v=dR5gudtm3LY

Fossi Io vorrei il Juno-DS ,

Dopodichè come detto un piano verticale è un'altra cosa, ma nuovo costa assai di più.

Comunque ripeto, nonstante io suoni da poco il pianoforte, mi sono fatto l'idea che la motivazione sia la cosa più importante e che non sia solo avere il pianoforte top.
E se a tuo figlio piace il R'n'r, let's rock! https://www.youtube.com/watch?v=kZ6h0kyqSRk
Ultima modifica: Gennaio 12, 2018, 02:30:33 pm da c64

Irene A.

Vado subito a vedere il Roland!!!

*

sergiomusicale

Ok per il Rock e fare il "rochettaro"...., ma per avere "buone basi" forse è meglio un piano digitale "normale", vedi anche le fasce base di Casio, Kawai, Yamaha etc... il rischio con un ragazzino è che si sperda nei suoni e le basi non se le faccia  :-[

Arko

Ciao Irene, anche io sono alla ricerca di un piano, un piano digitale, la scelta dipende principalmente dal tuo budget, intorno ai 1000€ puoi valutare dei discreti pianoforti con meccanica dei tasti decente, in casa ROLAND F140, tastiera pesata con scappamento e oltre a vari suoni di piano include molti altri suoni e i ritmi di batteria. YAMAHA CLP625 qui perdi i ritmi di batteria ma la qualità dei suoni a mio giudizio è più alta, ci sono i suoni campionati del Bosendorfer e del CFX da concerto. Ultimo CASIO AP460 la tastiera pesata con triplo sensore simula bene un piano acustico. Ovviamente se sali di prezzo per esempio intorno ai 1500/2000 ci son prodotti di qualità più elevata, con una meccanica ed un'acustica più accurata che simula molto molto bene i pianoforti acustici.

Irene A.

Ma come fa a decidere uno tra pianoforte digitale e tastiera pesata? Sono particolarmente confusa.  ;D ;D

Arko

Scegliere fra un piano digitale e uno acustico dipende principalmente dal tuo budget. Quanto puoi spendere? Leggi il mio post precedente ;-)

*

sergiomusicale

Spesso è possibile prendere un pianoforte a noleggio con possibilità di riscatto, se non sai proprio cosa scegliere esiste anche questa possibilità  ;), nel frattempo indaghi... se poi ti piace paghi la differenza, se trovi altro lo dai indietro ed è finita li. Penso che la cosa migliore sia trovarti un buon negozio al quale spiegare la situazione e che ti venga incontro nei tuoi bisogni (importante è dove abiti e se ci sono problemi di vicinato o di orari di esecuzione!). Non fare comunque scelte precipitose, un pianoforte può durarti degli anni in casa, e se errato diviene un problema. Continua a parlarne sul forum , vai in cerca e vedrai che tra un pò avrai le idee più chiare.

Irene A.

Ho ancora bisogno di voi. Un negozio di zona mi ha offerto un pianoforte Yamaha B1 a Euro 2600 (vecchio di un paio di anni....quindi nuovo capisco) incl trasporto etc che è stato a noleggio per circa 1 anno. Io vorrei tanto prendere un U1 o U3 ma ho problemi di trasporto e andare su quei livelli, oltre al maggior costo di acquisto dovrei aggiungere altre 500 euro di trasporto.
Si tratta sempre di un pianoforte per il mio bimbetto di 10 anni.

Se trovassi una buona occasione per un U1 o U3 da un privato dovrei comunque sostenere l'enorme spesa del trasporto. Quindi le domande a voi sarebbero:
* meglio un vecchio U1 o U3 oppure un quasi nuovo B1?
* ma il B1 è un pianoforte "scrauso" come penso oppure una cosa abbastanza buona?
* è vero che ora la direzione Yamaha è più verso i B che hanno un costo più contenuto rispetto agli U che hanno raggiunto prezzi molto alti???

Aiuto, aiuto!!!! Mi ha quasi convinta ma non vorrei fare una cretinata!!!
Grazie mille a tutti

*

sergiomusicale

Io non mi ci fascerei la testa  :)... l'offerta è valida, il negozio e nella zona e quindi puoi instaurare un buon rapporto, e in futuro nel caso cambiarlo, ma sono cose alle quali al momento non devi assolutamente pensare, se avverranno saranno molto in avanti nel tempo, il bimbo ha 10 anni, se ne potrebbe riparlare tra altrettanti.
Un pianoforte come il B1 può essere un'ottima palestra:
https://www.youtube.com/watch?v=eluEU1MYmoU
mi sembra che sopporti anche il Silent originale Yamaha, cosa non trascurabile per un eventuale retrofitting...
Non posso darti risposte puntuali alle domande che fai perché occorrerebbe avere esperienza dei due modelli, cosa che io non ho, ma mi sembra che un oggetto del genere (che ti farai garantire dal tuo negozio di fiducia.. e che magari comprenderà una o due accordature iniziali) potrebbe risolverti alla grande il problema. Buona Musica  ;)

*

guc

Se hai la possibilità provalo. Prima di tutto ti/vi deve piacere,
La serie B è sicuramente di qualità inferiore rispetto alla U però è destinata proprio ad un'utenza meno esperta. Non è un pianoforte per la vita, secondo me va benissimo per i primi anni e poi se sono rose... se ne prende un altro.
Il piano non è come una macchina che dopo un anno ha già perso metà del suo valore, perciò non dico che lo puoi rivendere allo stesso prezzo ma se tenuto bene lo rivendi senza problemi.

*

Paola

Ciao Irene, io prenderei il B1. E' un pianoforte da studio che sta nelle case di molti allievi. Data l'età del tuo bimbo lo ritengo adatto.
Io ho un nipotino della stessa età del tuo bimbo e capisco che la voglia di giocare superi quella di qualunque studio, però il punto è proprio questo: divertirsi facendo musica!
Credo che l'arrivo di un nuovo strumento gli darà innanzitutto l'entusiasmo della novità, poi la curiosità di sperimentare e infine la soddisfazione di un suono differente dalla "pianola" (anche per me è pianola da quando sono bambina  ;D).
Per me l'acustico ha sempre rappresentato la possibilità di un contatto più diretto con il suono, la sensazione di esserne l'artefice, una fisicità più soddisfacente, però ci sono anche ottimi digitali.
Valuta tu come sia meglio muoverti.
L'ideale sarebbe far scegliere tuo figlio. Portarlo in un grande negozio e fargli provare sia l'acustico che il digitale e vedere l'effetto che gli fa.
Ha ragione Sergio per me, all'inizio le basi sono fondamentali! Per sperimentare i suoni c'è tutta una vita!  ;)