Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Max_68

Pagine: [1] 2 3 4
1
Tecnica / Re:Come suonare a due mani?
« il: Marzo 23, 2018, 08:41:07 am »
Ciao Mattia, se ti va prendi il libro di Bela Bartok MiKrokosmos Vol. 1, non è complicato e sicuramente ti piacerà.

Ciao Massimo

2
Di tutto e di più / Re:La mia avventura pianistica...
« il: Marzo 21, 2018, 04:56:33 pm »
Su Su non mollare, piuttosto ti direi che quei 40min a sera sono proprio pochini, a meno che tu non voglia imparare a suonare decentemente a partire dal 5 anno :), prova almeno un paio di ore la sera magarai con una pausa di 30min tra un ora e l'altra. Come ho già a scritto in altro post simile al tuo, non è necessario che tu ti eserciti tutte le sere (almeno non in questa fase), meglio se "spezzi" esercitandoti un giorno si e uno no o addirittura ogli 2gg (però non meno di 2h please) così dai modo al cervello di apprendere i movimenti, vedrai che ogni volta che riprendi poi è sempre pi facile fare gli esercizi.
Ciao Massimo

3
Tecnica / Re:Giusta tecnica di studio..
« il: Marzo 20, 2018, 07:45:51 pm »
Ciao o tutti,
come detto nella mia presentazione ho iniziato da poco le lezioni di pianoforte con l’aiuto di un insegnante, vado a lezione una volta la settimana e dedico allo studio una o due ore, la sera dopo cena.
Sono ai primi esercizi del Beyer, dove si cominciano a utilizzare le mani unite e devo dire che ho un po’ di difficoltà che a quanto pare non riesco a risolvere, mi “inciampo” sempre negli stessi errori, non riesco a memorizzare i passaggi in maniera “definitiva”, nel senso che il giorno dopo se rieseguo gli esercizi sbaglio negli stessi punti. Ho provato a dividerli battuta per battuta, eseguendoli a mani separate e poi a mani unite, ho provato anche a eseguirli a occhi chiusi, senza leggere lo spartito, li ho ripetuti almeno un centinaio di volte, ma sono certo che se li riprovassi ora, avrei le stesse indecisioni.. :(
Ne ho parlato con la mia insegnante che appunto mi ha suggerito di eseguirli come ho scritto, ma queste modalità sembra che non funzionino più di tanto, (sarò io che ho la testa dura  :o)
Mi chiedo come farò a memorizzare e imparare brani più complessi o di lunghezza superiore alla solite due righe degli esercizi, evidentemente non conosco ancora la tecnica giusta.
E’ normale tutto ciò per chi inizia, avete suggerimenti ?
Grazie. gianni

Ciao Gianni, tranquillo e' normalissimo, il mio consiglio e' di non incaponirti, anzi, lascia passare un giorno tra una prova e l' altra, devi dare tempo al cervello di memorizzare i movimenti, vedrai che la volta seguente ti riesce piu' semplice, non caricare il cervello di troppe informazioni. Continua con il leggere lo spartito e suonare che altrimenti poi quando i pezzi si fanno piu' difficili diventa un casino.

ciao Massimo

4
Quale pianoforte? / Re:Angolo del neofita...
« il: Marzo 20, 2018, 09:33:35 am »
Ho preso uno Yamaha ypt 230 con supporto e borsa a 110,dite che è stato un buon affare è buono per cominciare?
Per cominciare va benissimo, se poi vedi che la passione non sfuma (cosa da mettere in preventivo con il crescere delle difficoltà), allora e solo allora puoi anche pensare di passare ad un acustico (vicinato e spazio casa permettendo).

Se sei alle prime armi ti consiglio di cercarti comunque un buon maestro, onde evitare di acquisire "difetti" che poi con il tempo sono duri da rimuovere.

Ciao Massimo

5
Io ti direi di affidarti ad un buon maestro, se non hai mai suonato prima è la cosa più sensata da fare, poi alle lezioni del maestro abbinaci quello che gli altri qui nel post ti hanno consigliato che fa solo bene. A fare l'autodidatta c'e' sempre il rischio di suonare in maniera "errata", ed una volta preso il vizio è e difficile correggerlo. E non ti fare problemi a cambiare insegnante se non ti trovi bene, l'insegnate è molto importante ed ognuno ha i suoi metodi di insegnamento.

Ciao Massimo

6
Quale pianoforte? / Re:Kawai CA67 o Acustico in affitto?
« il: Novembre 30, 2017, 03:26:11 pm »
Perché lo Yamaha U1H sarebbe scarso ?, non sono un appassionato di Yamaha ma dire che quel piano è scarso mi sembra un' eresia. Se si tratta di un usato dipende dallo stato del piano, la serie UH è buona ma anche la serie B che è la serie base.
I pregi del digitale sono : possibilità di usarlo la sera in cuffia, portabilità e ingombri.  Quello acustico : suono, meccanica.

Se puoi permetterti (e non parlo solo del prezzo) un acustico, sempre meglio andare su questi, altrimenti ci sono dei buoni digitali (come quello citato) che non sono niente male.

Ciao Massimo

7
Tecnica / Re:Thomann
« il: Agosto 04, 2017, 10:29:52 am »
Se guardo le info sul piano direi di no, però per essere sicuri basta guardare sul manuale, non c'è nulla alla voce recorder/recording?.

Ciao Massimo

8
Quale pianoforte? / Re:Scelta pianoforte digitale
« il: Agosto 03, 2017, 09:38:41 am »
Mah, non sempre i nuovi modelli valgono il prezzo che li paghi, hanno delle migliorie talmente irrisorie che non ne vale la pena, spesso e meglio prendere il modello precedente ben scontato che il nuovo.

Un po' come i computer, ha senso cambiarli ogni 3 anni, i modelli compresi tra il primo che acquisti il primo anno e i modelli dei successivi 2 anni hanno talmente poche differenze in termini di funzioni/prestazioni che non vale assolutamente la pena cambiarli.

Ciao Massimo

9
Tecnica / Re:Thomann
« il: Luglio 31, 2017, 03:30:01 pm »
Sicuro che le salvi sul piano ?, nel mio CLP-340 Yamaha dovevo inserire una chiavetta USB...

Ciao Massimo

10
Tecnica / Re:Thomann
« il: Luglio 28, 2017, 03:13:19 pm »
Ciao Simone e benvenuto, ho dato un' occhiata al tuo piano digitale e mi sembra un buon piano con un buon rapporto prezzo/prestazioni.

Dalla tua presentazione direi che dovresti riuscire a sfruttare al meglio il tuo piano, certo bisogna capire cosa intendi per "sfruttare". Se intendi l'utilizzo di tutte le sue funzioni, beh per lo più sono sintesi di altri strumenti, io quando avevo il piano digitale ci ho giocato per un paio di mesi, ma poi mi sono stancato e sono tornato al suono del piano.

Ricordati che si tratta di un piano digitale non di un sintetizzatore o di una keyboard a cui poi attacchi apparecchiature per utilizzare i suoni più disparati (ad esempio emulare la tastiera dei Dire Straits e suonare i loro pezzi ecc).

Ciao e continua a studiare :)
Massimo

11
Presentiamoci / Re:Ciao sono Stefano
« il: Luglio 20, 2017, 11:38:38 am »
Ciao Stefano e benvenuto.

Massimo

12
Ciao Kendriax, budget a disposizione ?

Ciao Massimo

13
Di tutto e di più / Re:Pianoth si è diplomato in pianoforte oggi! :-)
« il: Giugno 21, 2017, 01:07:11 pm »
Bravissimo e complimenti Maestro!!!

Massimo

14
Teoria musicale / Re:Mi aiutate?
« il: Giugno 15, 2017, 10:20:10 am »
Ripeto anche qui il mio post non essendo certo se è il posto esatto in caso scusati e spostatelo dove ritenete opportuno.

Allora io vorrei riprendere a suonare solo per puro diletto in casa.
Conosco perfettamente tutti gli accordi, ma sono arrugginito con la velocita' e la lettura(non so suonare a orecchio solo con spartito!)
Mi consigliate cosa fare? Vale la pena prendere un insegnante se devo usare una worksation dove a parte la battitura degli accordi e la melodia poi fa tutto lei?
O è meglio fare cosa? Prendere lo spartito e suonarlo a mani separate e poi unirle?
Mi date qualche consiglio ? Grazie molte...non vorrei spendere soldi inutilmente tutto qui :-)

Ciao Marco, su cosa suoni poco importa, il ricorso ad un insegnante dipende dal tuo livello di apprendimento non dallo strumento che usi; se sei stato sempre un autodidatta ti consiglio di prendere un insegnante, è molto probabile che tu abbia acquisito una serie di "difetti" tipici degli autodidatti (io compreso). Inoltre arrivati ad un certo punto l'insegnante ti dà delle "dritte" che sono frutto dell' esperienza, che nessun libro o video su youtube potrà mai fornirti.
L'insegnante che ho io è molto giovane ma veramente brava, mi ci trovo benissimo, perché mi sta insegnando a ragionare sulle partiture e non solo leggere le note, questo perché in musica tutto ha una logica. Ovviamente tutto dipende da qual'è lo scopo che ti sei prefisso, dico sempre che c'e' differenza tra suonare e saper suonare...

Ciao Massimo

15
Di tutto e di più / Re:Alla ricerca del pianoforte perduto
« il: Maggio 19, 2017, 09:09:41 am »
Non conosco alcun servizio di questo tipo, mi viene in mente che potresti eventualemnte cercare tra gli annunci di insegnanti privati di pianoforte a cui chiedere, se, dietro compenso, puoi andare solo a suonare (loro lo strumento ce l' hanno di sicuro).

Ciao Massimo

Pagine: [1] 2 3 4