Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Il Berna

Pagine: [1]
1
Tecnica / Affiancare qualcosa a scuola?
« il: Settembre 28, 2017, 04:20:40 pm »
Ciao a tutti!
Se tutto andrà come spero, entro una decina di giorni al massimo inizierò finalmente le lezioni! :)
Mi stavo domandando se, parallelamente a ciò che farò con la scuola (credo sceglierò quella via rispetto al maestro privato) può valere la pena affiancare qualcos'altro come potrebbe essere un Beyer o altro testo da seguir ein autonomia, allo scopo di integrare.
Magari non è necessario o corretto, ma mi è venuta la curiosità...

2
Quale pianoforte? / Aiuto per chiarire mille dubbi su piano digitale
« il: Settembre 07, 2017, 09:41:01 am »
Buongiorno a tutti!
Come ho scritto nella mia presentazione sono un completo ignorante musicale che vorrebbe iniziare e sono ancora sprovvisto di strumento.
Purtroppo ho diversi vincoli, compreso quello economico, che mi forzano a dirottarmi su apparecchi digitali più entry level, quindi so già che farò storcere il naso ad alcuni di voi :)
Dunque...
Il mio budget sarebbe bene se rimanesse entro i 300 €, per questo motivo sto guardando molto gli annunci dell'usato nella mia città (Genova) o comunque in zone raggiungibili senza viaggi lunghissimi.
Ho già spulciato Internet in ogni angolo, comprese le discussioni qui sul forum.

La prima preferenza sarebbe per un 88 tasti pesato, Casio o Yamaha.
Trovo molto facilmente usato Casio, prevalentemente CDP 100 (ne ho sottomano uno che per poco meno di 230 € mi darebbe piano, supporto a X e pedale), Casio CDP 130 o 120 sono più rari mentre per 280 ci sarebbe un CDP 200.
Yamaha P85 fuori budget, P45 usate poco e niente, P35 qualcosa c'è: 250€ usata con supporto (non so se con pedale o meno)
Tra l'altro la P45 è l'unica che ho avuto modo di provare in un negozio (non teneva Casio quindi non ho potuto confrontarli personalmente).
Ero molto allettato dal CDP 100 ma mi è venuto il dubbio che sia un apparecchio troppo datato e dalla polifonia troppo bassa: sicuramente non sarebbe un problema ora ma se dovessi continuare non c'è il rischio che mi vada stretta troppo presto? Tra l'altro visto che comunque lo si trova sempre abbondantemente sopra i 200 euro (se non quasi 300) ho il sospetto che sia venduto a un prezzo un po' alto per un oggetto così "vecchio".
Per questo forse il 200 usato (con pedale) che ho visto poteva essere meglio, ma non comprende il supporto che dovrei prendere separatamente.

Questo per quanto riguarda gli 88 tasti, ma c'è un altro problema: lo spazio.
Sto ancora spostando mobili nell'unica stanza candidata al piano e non so se riuscirò a ricavare i 133 cm necessari (e se ci riuscirò saranno proprio "al pelo").
Pertanto devo necessariamente considerare anche l'ipotesi di un semipesato con meno ottave: il piaggero da 76 tasti (NP31 o 32 che sia) in realtà costa poco di meno, è difficile da trovare usato (e non c'è nelle vicinanze) ed è solo di poco più corto avendo la scocca più larga sui lati.
Quindi sono sceso alle 5 ottave con le NP12: intorno ai 190 nuova, mentre si trovano le NP11 usate a prezzi effettivamente bassi.
Mi è stato detto che a livello di numero di tasti, per uno che come me deve partire proprio da zero, le 5 ottave andrebbero benissimo per un po' di tempo, ma sono molto combattuto in tal senso.

Da una parte vorrei uno strumento migliore e più duraturo, dall'altra per risparmiare (ahimè, i soldi purtroppo li devo considerare) e per eventualmente diminuire lo scotto qualora per un motivo o per l'altro non dovessi durare molto come tastierista/pianista (lavoro, figlio, passione...chi può dirlo).

Diciamo che al momento le mie indecisioni maggiori sono tra:
CDP100 con accessori a 230
CDP200 con solo pedale a 280
NP11 o 12 senza accessori

Vengo quindi a voi sapienti, alla ricerca di pareri e consigli. :)

Grazie a tutti e a presto!
Daniele

3
Presentiamoci / Ciao a tutti! Presentazione
« il: Settembre 06, 2017, 10:02:58 am »
Buongiorno a tutti gli utenti del forum!
Mi chiamo Daniele, prossimo ai 37 anni e completo ignorante in materia musicale! :)
Ottima premessa non è vero?
Da tempo sto accarezzando l'idea di avvicinarmi a questo mondo attraverso il pianoforte (beh,nel mio caso è un po' troppo altisonante, diciamo "strumento a tastiera"), principalmente per... 4 motivi:

1- sento un bisogno quasi fisiologico, periodicamente, di imparare qualcosa di nuovo, che sia matematica filosofia o musica non importa... basta che mi dia la possibilità di "crescere" e arricchirmi a livello personale.

2- ho anche bisogno di un modo per scaricare lo stress e rilassarmi, visto che fra il mio lavoro in proprio, il bimbo piccolo che (per quanto fantastico possa essere) toglie energie e relax e una certa predisposizione personale all'ansia sono spesso soggetto a periodi piuttosto complessi, e credo che la musica possa aiutare non poco.

3- mi piacerebbe molto, per il solo piacere di farlo, riuscire nel tempo a strimpellare qualche brano che mi piace ascoltare: non ho una gran cultura pianistica o dei repertori classici, a parte qualche brano di Chopin che avevo ascoltato anni fa... Solitamente ascolto colonne sonore di film/videogiochi, molto orchestrali... e da un po' qualcosa di jazz (anche se sto cercando di districarmi fra le mille variazioni e non tutte mi piacciono).

4- seppur di minore importanza... Sono molto interessato alla fisica e collateralmente alle questioni matematiche e il collegamento piuttosto diretto con la teoria musicale mi intriga.

Quindi eccomi qui, ancora senza pianoforte, con un budget risibile in tasca, un paio di contatti presi con possibili insegnanti, un sogno nel cassetto e la testa piena zeppa di nozioni raggranellate su Internet riguardo alla scelta dello strumento che onestamente mi hanno più confuso che schiarito le idee :) (infatti credo che il mio prossimo post sarà ""Vi prego aiutatemi a capire cosa comprare perché ci sto uscendo pazzo!")

Spero di riuscire a concretizzare questa mia idea, conciliandola con la mia vita e portandola avanti il più possibile.

Ah... qualora qualcuno si chiedesse "perché proprio il piano" è presto detto: è lo strumento il cui suono apprezzo di più, quello che mi da la maggior sensazione di rilassamento/benessere e perché la musica che mi piace e che vorrei cercare di suonare è "non cantata".
Non amo le canzoni e ancor meno amo cantare io: è una cosa che proprio non riesco a fare, sono bloccato a livello di testa proprio, detesto sentirmi cantare e quelle poche volte in cui mi capita di farlo mi devo quasi fare "violenza psicologica". Quindi stare seduto a suonare placidamente un brano che non ha bisogno di parole per me sarebbe il massimo

Ecco tutto... sono stato logorroico come al mio solito! :)
A presto!
Daniele

Pagine: [1]