Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Riccardo Gerbi

Pagine: [1]
1
Quale pianoforte? / Re:Tanta confusione per il primo acquisto
« il: Gennaio 23, 2018, 11:47:42 am »
Posso integrare il punto 5?

5- MIDI ed USB sono due cose diverse, il midi è un protocollo fa uscire dal tuo digital piano dei segnali da elaborare, contengono delle informazioni sulla frequenza della nota etc..
https://it.wikipedia.org/wiki/Musical_Instrument_Digital_Interface
, la usb è un collegamento che può trasferire il suono già elaborato dal tuo strumento o mille altre cose, ad oggi sono solitamente presenti entrambe e quindi non dovresti avere alcuna difficoltà in merito.

La porta USB tipo B su alcuni modelli può fungere anche da interfaccia MIDI, e in alcuni casi sui modelli più economici è l'unica connessione disponibile (si taglia ovunque purtroppo); tramite  funzione dedicata disponibile nello strumento si può scegliere se impostarla in modalità "Host" (MIDI) o per trasferire dal personal computer in una porzione della memoria interna dello strumento una serie di brani musicali (I Casio Privia PX sono solo un esempio a riguardo).

Siccome altri amici hanno parlato in questo thread di porte MIDI per collegare eventuali moduli sonori esterni (o Expander...), in fase di scelta è importante valutare il parco connessioni degli strumenti selezionati: se il pianoforte digitale lo usi in casa, magari collegato al personal computer, uno strumento economico dotato di sola interfaccia MIDI su porta USB tipo B come descritta in precedenza va benissimo, viceversa, se ci sono altre esigenze è meglio puntare su strumenti che offrono - oltre all'interfaccia USB - anche la classica coppia (o tripletta) di porte MIDI su prese DIN pentapolari.

Su strumenti di pregio (gli Stage Roland serie RD per esempio), l'interfaccia USB e le porte MIDI possono veicolare parallelamente segnali MIDI diversi, quindi se ogni porta può trasmettere/ricevere fino a 16 canali MIDI, con certi strumenti si può raddoppiare fino a 32 canali MIDI contemporaneamente.

In fascia economica, oltre alle funzioni descritte la porta USB tipo B oggi può fungere anche da interfaccia MIDI per collegare device iOS, per esempio, ma a prezzi intorno ai 500/700 euro difficilmente i produttori integrano altri supporti tramite USB (come - per esempio - la possibilità di veicolare flussi audio a un personal computer).
Su alcuni modelli all'interfaccia USB è affiancata una seconda porta USB di tipo A definita "Device", inserita per consentire di immagazzinare dati dello strumento tramite una pratica pen drive (timbriche, brani musicali, supporto per un eventuale recorder audio interno).

My2cents....

Un saluto a tutti
R.Gerbi

2
Problemi tecnici / Re:Problema yamaha clp470
« il: Gennaio 23, 2018, 11:25:09 am »
Qualche consiglio ?

Azzardo...
Potrebbe essere un problema allo switch di selezione del timbro "Strings": per caso, il led associato a questo pulsante si accende quando compare il difetto?
In ogni caso, uno switch difettoso (o sporco) può creare determinati problemi: hai provato a passare un pennello sottile (o un leggero soffio di aria compressa) sulla pulsantiera?
EVITARE l'uso di spray pulisci contatti o altre "diavolerie" direttamente sul pannello, perché oltre a "imbrattare" la pulsantiera, si corre il rischio di rovinare (o ungere secondo i casi) il delicato rivestimento del pianoforte.
Se con pennello e aria non risolvi, allora il problema è più "invasivo" e se non hai dimestichezza con il "fai da te" meglio evitare di smontare la parte superiore dello strumento: l'unica soluzione è affidarsi a un centro di assistenza tecnica Yamaha, perché se fosse pure un difetto meno grave come un "bug" del software solo un tecnico qualificato può risolverlo con il ripristino del sistema operativo (online per il CLP-470 non c'è nulla a riguardo).

Un saluto
R.Gerbi

Pagine: [1]