Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Fedor

Pagine: [1] 2 3
1
Tecnica / Re:Adattarsi a un pianoforte nuovo?
« il: Settembre 23, 2017, 01:12:00 pm »
Sono contento che tutto (o quasi) sia stato risolto. Ora non ti resta che goderti il tuo nuovo strumento, buona musica.  ;)

2
Tecnica / Re:Adattarsi a un pianoforte nuovo?
« il: Settembre 22, 2017, 04:48:42 pm »
Il mio consiglio è di far vedere il pianoforte a qualcuno che sappia suonare e chiedergli cosa ne pensa, se proprio non conosci nessuno rivolgiti direttamente a un tecnico della Yamaha.
La vibrazione che avverti mi sembra strana, anch'io ho un Clavinova e non ho mai avuto questo problema... Potrebbe essere un problema del mobile?

3
Di tutto e di più / Re:Suonare ad occhi chiusi
« il: Settembre 22, 2017, 04:41:41 pm »
Secondo me può essere molto utile per concentrarsi completamente sul suono.
Per quanto riguarda problemi tecnici credo che sia importante anche osservare il movimento della mano, quindi magari si può alternare studio normale e ad occhi chiusi.
Comunque mi sto incuriosendo anch'io, mi hai fatto venir voglia di provare. Dopo ti dirò le mie impressioni pratiche.  ;)

4
Presentiamoci / Re:Buonaseeeeera
« il: Settembre 20, 2017, 08:34:20 pm »
Benvenuto  :)

5
Quale pianoforte? / Re:piano digitale o controller midi
« il: Settembre 15, 2017, 09:48:03 am »
Figurati  :)

6
Quale pianoforte? / Re:piano digitale o controller midi
« il: Settembre 14, 2017, 09:08:49 pm »
Purtroppo i piani digitali arrivano anche a fasce di prezzo molto alte (anche sui 4000-5000) e a quei livelli sono davvero completi. Le fasce di prezzo più accessibili hanno una tastiera e un suono comunque discreto, quello che è al minimo solitamente sono gli effetti e i timbri di altri strumenti... Però in quanto piano digitale hai la possibilità di collegarlo al PC e divertirti con vari programmi.

7
Quale pianoforte? / Re:piano digitale o controller midi
« il: Settembre 13, 2017, 11:51:52 pm »
Non ho una Roland, ma so che è un marchio di ottima qualità. Ho appena letto la scheda del fp30 e mi sembra buono per la sua fascia di prezzo, anche se ovviamente la tastiera, la meccanica e il suono devono essere provate di persona e non è possibile valutarle leggendo solo le caratteristiche tecniche. Il mio consiglio è quindi di provare tu stesso il piano e confrontarlo con un buon piano acustico, se c'è in negozio. Ovviamente il piano acustico, a meno che non sia davvero pessimo, sarà superiore al digitale: tu dovrai quindi accontentarti di scegliere il digitale  che si avvicina maggiormente a un acustico.

P. S. Cosa pensi di suonare con questo piano? Te lo chiedo in modo da sapere in base al genere su cui ti orienti alcune caratteristiche che potrebbero esserti utili...

8
Quale pianoforte? / Re:piano digitale o controller midi
« il: Settembre 13, 2017, 07:43:39 am »
Mai avuto esperienza con i controller midi, ma penso che siano meno pianistici rispetto a un pianoforte digitale, che almeno sotto il profilo della tastiera e della meccanica dovrebbe essere senz'altro superiore. Che ne dici della serie Celviano della Casio(il modello base rientra nel tuo budget)? Oppure di qualche Clavinova  (Yamaha), anche se dovresti cercare qualche modello più datato, visto che costano qualcosa in più dei Casio?

Se hai qualche negozio nella tua zona ti consiglio assolutamente di andarci anche più volte e provare le varie alternative (sempre pianoforti digitali)  possibili con il tuo budget.

9
Di tutto e di più / Re:Quale preferite?
« il: Settembre 08, 2017, 11:52:56 pm »
Sulla mia preferita devo ancora decidere, devo scegliere fra la prima e la quarta.
Riguardo alle varie interpretazioni della prima ballata, mi viene in mente un nome non molto noto, Moravec. Ascolta la sua prima ballata e dimmi cosa ne pensi. Poi se ti piace potresti anche ascoltare la sua interpretazione dei notturni.

10
Presentiamoci / Re:Ciao a tutti! Presentazione
« il: Settembre 07, 2017, 09:40:37 pm »
Benvenuto :)

11
Quale pianoforte? / Re:Aiuto per chiarire mille dubbi su piano digitale
« il: Settembre 07, 2017, 09:36:08 pm »
Concordo con Sergio, assolutamente 88 tasti e pesati. Magari il suono e tutto il resto non sarà eccezionale, ma per iniziare va bene il Casio.

Purtroppo i pianoforti (digitali e non)  costano davvero molto, anche spendendo cifre di gran lunga superiore potresti trovare alcuni difetti. Il Cdp 100 almeno rientra nella categoria dei pianoforti digitali, tastiere più piccole te le sconsiglio.

12
Tecnica / Re:Studi olter il Beyer
« il: Settembre 07, 2017, 09:47:12 am »
Potresti anche provare con il primo volume della Czerniana, una raccolta progressiva degli studi di Czerny. Il primo livello è molto semplice, ma non so se conviene affiancarlo al Beyer in quanto sono entrambi "studi".

Secondo me per avere un po' di repertorio prova con il primo Chopin, scegli anche un pezzo se vuoi anche abbastanza complesso (ad esempio il preludio in mi minore) ma che ti piaccia molto, studiarlo senza fretta (anche qualche mese) con il solo obiettivo di avere in repertorio qualcosa di più piacevole di uno studio. Ovviamente devi riuscire a suonarlo bene, il che richiede tempo e pazienza. Che ne dici?
Buono studio  :)

13
Tecnica / Re:Come suonare degli accordi precisi?
« il: Settembre 04, 2017, 10:22:08 am »
Puoi provare a ripetere il passaggio più volte solo con la destra, concentrandoti sul movimento corretto da eseguire, prima lento poi accelerando poco a poco.
Quando torni a mani unite di nuovo molto lentamente, aumentando gradualmente la velocità.
È una formula generica di studio, non specifica per il tuo problema, ma comunque dovresti riuscire a risolverlo...
Se mi dici qualcosa di più preciso sul  passaggio in questione posso darti un suggerimento più specifico. Per ora mi viene in mente solo che potresti articolare un po' di più le dita che cadono prima...

14
Di tutto e di più / Re:Difficoltà Brani Listz e co.
« il: Settembre 03, 2017, 04:08:10 pm »

wow mi aspettavo che la rapsodia di brahms fosse il pezzo più semplice, qnche perché una volta ho provato a leggerla e non ho riscontrato difficoltà particolari.... Comunque grazie mille ! 😀
Nel vecchio programma ministeriale era da ottavo, quindi era considerata più o meno sullo stesso livello della prima ballata, dell'andante spianato e della polacca brillante op 22, del primo scherzo... Anche gli intermezzi di Brahms (non so se ti piacciono e li hai mai letti) sono abbastanza complessi, nonostante non siano impossibili da leggere... Brahms è un autore abbastanza impegnativo...

15
Di tutto e di più / Re:Difficoltà Brani Listz e co.
« il: Settembre 02, 2017, 01:41:05 pm »
I più facili (siamo comunque un livello di ottavo anno circa) secondo me sono il notturno, l'andante spianato, il preludio di Scriabin e quello di Rachmaninov.
Poi gli scherzi 1 e 2,  la prima ballata e  la polacca op 22 di Chopin, con la rapsodia di Brahms. Poi forse la polacca op. 53.
Poi tutto il resto, è di una difficoltà davvero notevole, sono composizioni scritte per impressionare con il loro virtuosismo e far capire anche all'ascoltatore la difficoltà del pezzo e quindi l'abilità del pianista (con tutto questo non voglio negare il loro valore musicale).
Provare a fare una classifica è abbastanza difficile e in un certo senso inutile, le difficoltà possono essere di diversi tipi e quindi variano anche da persona a persona. Probabilmente se chiedessi a più pianisti avresti ogni volta o quasi una classifica diversa. Io ho cercato di distinguere sommariamente in più livelli, in base all'ascolto, è qualcosa di molto orientativo, spero che comunque abbia soddisfatto almeno un po' la tua curiosità...

Pagine: [1] 2 3