0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

elly

"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 22, 2010, 08:51:46 am
Ciao a tutti,
prima di tutto complimenti sia per il sito che per il forum..veramente ben fatto  :D

Sto iniziano ora a mettere le mani su un pianoforte..vorrei fare una domanda..
Qual'è l'iter migliore da seguire per non bruciare le tappe ma comunque per progredire nello studio e arrivare a suonare poi a man unite?
Del tipo:
1 inizare con la scala di DO
2 accordi
3 arpeggi
4 iniziare a usare le due mani contemporaneamente
ecc

Sarebbe molto utile avere una specie di scaletta per evitare di "saltare" concetti che poi risulterebbero necessari per progredire poi con lo studio successivo..

GRAZIE
CIAO






*

_ginko_

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 22, 2010, 04:18:48 pm
A mio avviso prima di arrivare alle scale vanno fatti gli esercizi sulle cinque dita.

Segui il percorso di un libro preparatorio (es. Beyer) nell'ordine suggerito dal testo e vedrai che in breve (non troppo breve) tempo vedrai i primi risultati.

Meglio ancora segui questo mini corso di Christian:

http://www.pianosolo.it/2010/04/15/esercizi-di-piano-del-1%c2%b0-giorno-parte-17/

ciao!

elly

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 22, 2010, 04:38:10 pm
ciao e grazie per la risposta..

Ok allora inizio a seguire questi esericizi online  :)
Dovendo dare un suggerimento..quando uno è pronto per fare lo step successivo ed eventualmente qual'è?

Scusa se faccio troppe domande ma è solo per pianificare un po' il lavoro!!!

GRAZIE

Desaparecidos

  • Visitatore
Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 22, 2010, 06:43:32 pm
Se vuoi veramente pianificare un buon lavoro, fatto bene, allora cerca un maestro...se non ti è possibile allora mi sembra che su questo sito ci siano lezioni on-line interessanti

Elenetta

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 26, 2010, 10:31:15 pm
Iniziare con il Beyer non basta. Affiancalo con un buon libro di tecnica, per esempio il Pozzoli, sempre buono.
"La tecnica giornaliera del pianista" primo volume. Non va studiato dall'inizio alla fine perche' non ha difficolta' progressive, solo capitoli dedicati a differenti problemi tecnici. Iniziando con i primi studi del Beyer, pero', ti consiglio di fare qualche esercizio per l'indipendenza delle dita (vedi prime pagine del Pozzoli) e subito dopo di "scioglierle" con altri esercizi senza note tenute.
Buon lavoro, e non ti scoraggiare!
E soprattutto, controlla sempre di stare rilassato con le spalle e le braccia...  ;) altrimenti ti potresti fare male! :'(
Ultima modifica: Settembre 26, 2010, 11:44:44 pm da Elenetta

*

coski

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 26, 2010, 11:39:16 pm
Cosa succede se non stai rilassato? non ci ho mai pensato.. :-X

*

gabry081

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 27, 2010, 12:02:34 am
Può succedere di avvertire dolori al braccio.. e in alcuni casi anche una brutta tendinite. Ti consiglio di cominciare a far pratica sul rilassamento. Il mio ex prof di pianoforte me lo faceva ripetere una marea di volte. Ora finalmente ho capito  ;) in bocca al lupo
Perché la musica è la ragione di vita per molti.
Perché la musica ti fa girare la testa, ti fa piangere, sorridere, urlare, pensare.
Perché la musica ti fa vivere momenti stupendi e ti consola nei momenti più brutti
Per questo amo la musica,perché un giorno io vorrei fare la musica e fare emozionare

elly

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 28, 2010, 09:50:57 am
ciao e grazie per le risposte :)

Attualmente ho iniziato le  prime lezioni del beyer aiutandomi nello studio con gli ottimi video che ci sono sul sito..così ti puoi rendere conto se sbagli soprattutto la durata delle note..
A questo integro gli esercizi per aumentare l'agilità delle dita pubblicati da Christina (4 esercizi da ripetere per una settimana)..

Grata a tutti per eventuali consigli :)
CIAOOOOOOOOOOOOOOOOO

*

_ginko_

Re:"percorso" da seguire per imparare...
Settembre 28, 2010, 04:00:52 pm
Per suonare la corretta durata delle note, abituati a contare mentre suoni all'inizio anche ad alta voce.
Es. un tempo 4/4 conti: un-o, du-e, tre-e, qua-ttro (ogni numero è diviso in due parti, compreso il tre che viene pronunciato tre-e). Ad ogni numero corrisponde 1/4, se 1/4 è composto da due crome, la prima croma cadrà sulla prima parte del numero e la seconda nella seconda parte e così via.

_ginko_