Stile e omplessitÓ di E Poi vista dal lato pianistico
« il: Maggio 11, 2014, 06:17:02 pm »
GIORGIA: "E poi" live in Milano


come vi sembra lo stile del brano e la sua complessitÓ soprattutto iniziale?


grazie
« Ultima modifica: Maggio 11, 2014, 10:49:13 pm da mark_c »

*

Offline Paola

  • *****
  • 1596
    • Mostra profilo
    • www.pianosolo.it
    • E-mail
Re:Stile e omplessitÓ di E Poi vista dal lato pianistico
« Risposta #1 il: Maggio 12, 2014, 09:57:27 pm »
Il brano Ŕ bellissimo, lo ricordavo. Non lo trovo molto complesso per la veritÓ. All'inizio fa una intro che per un jazzista ad esempio sarebbe davvero semplice. Non conosco il brano nella sua scrittura, ma credo che semplicemente il pianista si muova su due -tre accordi dell'impianto armonico del pezzo per costruire una intro melodica.
Molto bello comunque.  :)

Re:Stile e omplessitÓ di E Poi vista dal lato pianistico
« Risposta #2 il: Maggio 12, 2014, 10:10:40 pm »
Il brano Ŕ bellissimo, lo ricordavo. Non lo trovo molto complesso per la veritÓ. All'inizio fa una intro che per un jazzista ad esempio sarebbe davvero semplice. Non conosco il brano nella sua scrittura, ma credo che semplicemente il pianista si muova su due -tre accordi dell'impianto armonico del pezzo per costruire una intro melodica.
Molto bello comunque.  :)

Grazie per la risposta, quando fa quella fila di note tutto di un fiato Ú tipico da jazzista?
Come si riesce a fare una cosa del genere?

*

Offline mmax2

  • *
  • 155
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Stile e omplessitÓ di E Poi vista dal lato pianistico
« Risposta #3 il: Maggio 14, 2014, 10:43:57 pm »
In che punto del video?
Massimo

Re:Stile e omplessitÓ di E Poi vista dal lato pianistico
« Risposta #4 il: Maggio 15, 2014, 07:01:13 am »
ciao,
dal secondo 36 al 42 circa.

Mi accorgo ora che mano sinistra e mano destra sembra suonino in due tempi differenti.