0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Leo Ravera

Come si impara a suonare il jazz?
Ottobre 17, 2014, 01:56:53 pm
Una riflessione su come si impara a suonare il jazz e su come sviluppare un proprio originale linguaggio musicale.

http://www.leoravera.it/2014/10/09/come-si-impara-a-suonare-il-jazz/

Mi auguro vogliate intervenire e dirmi come la pensate, il problema è chiaro, la soluzione un po' meno...

*

Paola

Re:Come si impara a suonare il jazz?
Ottobre 19, 2014, 12:50:50 pm
Ciao Leo, ho letto il tuo articolo e devo dire che ne emerge una visione alquanto pessimistica.
Concordo sul discorso che il livello tecnico generale si sia elevato, ma non sul minore slancio creativo. Credo che piuttosto la differenza stia nelle modalità di comunicazione e promozione della musica.
Un tempo ogni musicista poteva avere visibilità solo se faceva concerti o incideva dischi, quindi era privilegio di pochi far conoscere la propria musica. Adesso c'è la rete che consente a tutti di farsi conoscere in qualche modo. Questo genera una proliferazione di musica, spesso, concordo con te, inutile, quindi diventa arduo discernere, in questa selva chi veramente meriti attenzione per creatività e originalità e chi invece sia solo emulo di stili e approcci dal passato.
Bisogna vedere poi cosa intendi per innovazione. Ci sono artisti che secondo me sono immediatamente riconoscibili perché hanno saputo creare un loro stile e dal mio modesto punto di vista questo è già innovativo rispetto alle mere imitazioni stilistiche. Non mancano esempi secondo me, nemmeno sulla scena contemporanea.
Ti posso citare, solo per fare un esempio tutto italiano, Enrico Pieranunzi, che sì, è cresciuto a pane e blues e non cela le sue ascendenze billevansiane,  ma ha creato uno stile, che io definisco narrativo, unico e lo riconosco dalla prima nota, inoltre è un artista in continua evoluzione e i suoi ultimi cd lo confermano, sono moderni nel suono e nella concezione, sono frutto di ricerca incessante sulla melodia e sulle strutture armoniche, ecc ecc.
I maestri possono e devono essere base di studio e punto di partenza, ma direi che possiamo guardare avanti.

*

Leo Ravera

Re:Come si impara a suonare il jazz?
Ottobre 20, 2014, 10:17:17 am
Ciao Paola, grazie della risposta. Più che dare una risposta pessimistica, intendevo sollevare un problema e ragionarne insieme.
Rispetto a Pieranunzi, la sua generazione ha partecipato alla creazione del linguaggio, Pieranunzi è quasi coetaneo di Herbie Hancock...
Mi riferivo più alla generazione successiva, ai musicisti che si sono formati a cavallo dell'epoca digitale come me (prima senza strumenti, poi con tutto a disposizione su uno schermo), ed ancor di più ai nativi digitali, coloro che si avvicinano oggi alla musica, potendo ascoltare immediatamente qualunque cosa. Nella scena contemporanea faccio fatica a vedere musicisti originali ed interessanti come Pieranunzi, D'Andrea, Luca Flores (tanto per rimanere nel campo dei pianisti jazz italiani).